venerdì 22 aprile 2016

Siate maggioranza!


Domenica c'è stato un referendum popolare e io sono andata a a votare insieme a, beh... una minoranza di italiani. E ho pensato... ok, è andata male... ma almeno, per fortuna, non vivo nella Nova Repubblica!

Perché lì la mia vocazione minoritaria mi avrebbe creato discreti problemi.

Cos'è la Nova Repubblica? È uno stato immaginario presente in uno dei miei libri preferiti, Elianto, di Stefano Benni.


Di Elianto vi ho già parlato qui. Non riuscirò mai a convincervi a leggerlo lo so, dunque ve lo spoilero un altro po'. 

Dovete sapere che in "Elianto" si parla di una realtà alternativa. È ambientato nella Nova Repubblica, dove per avere diritto ad elettricità e gas—in pratica, per aver diritto di esistere—bisogna dimostrare di essere in linea con la maggioranza. Infatti il conduttore del TG comincia la lettura delle news con un allegro: 

“Buongiorno cittadini della Nova Repubblica, e siate maggioranza!”

In che modo si può dimostrare di essere maggioranza? Ma rispondendo nel modo giusto ai sondaggi giornalieri, naturalmente. Sondaggi come questo: 

“Ecco il sondaggio di oggi: stasera al Teatro alla Scala verrà presentata la nuova collezione primavera-estate della stilista presidentessa Nastassia. Alla sfilata presenzieranno, per la prima volta dopo l’elezione, tutti e venti i presidenti. La domanda è questa: 
Ritenete che la moda sia: 
A) La parte più importante della cultura 
B) Una parte molto importante della cultura 
C) Una parte relativamente importante della cultura 
D) Non so”

Per poter esprimere il proprio voto, si usa il telecomando: in base al tasto premuto si sceglie la risposta preferita, la A, la B, la C, o la D.
E poi il sistema analizza le risposte, mentre i cittadini restano in fremente attesa.

“Stiamo sviluppando i risultati del sondaggio. Vi auguriamo di avere indovinato la risposta della maggioranza. Il sondaggio di oggi vi è offerto dalla Fiat Limbo, la prima auto con antifurto intelligente che convince il ladro a rubare la macchina di un altro”.

Se sei maggioranza, potrai avere un responso del genere: 

“Complimenti telespettatore, sei maggioranza! Il risultato del sondaggio ti è stato favorevole. Ecco come si è votato:
Risposta A: 43% 
Risposta B: 36% 
Risposta C: 15%
Risposta D: 6%
Per ventiquattr’ore avrai corrente a volontà e, soprattutto, avrai accesso a diciannove canali governativi. Auguri, e ancora complimenti per la tua scelta!”

Ma se non sei maggioranza...

“Caro telespettatore, la tua vocazione minoritaria ti gioca ancora dei brutti tiri. Il sondaggio ha dato il seguente esito:
Risposta A: 38% 
Risposta B: 40% 
Risposta C: 12% 
Risposta D: 10% 
Siamo quindi spiacenti di informarti che per ventiquattr’ore ti verrà sospesa l’erogazione di gas, luce e acqua e ti sarà isolato il telefono. È inoltre proibito uscire di casa più di uno alla volta, e lasciare il territorio governativo. Un’altra volta stai più attento, e sii maggioranza!”



1 commento:

  1. Mah, a me un po' mi hai convinto a leggerlo, amo i distopici :-).

    RispondiElimina