mercoledì 29 aprile 2015

Il cubo


Sono molto soddisfatta di me. Sono riuscita a guardare un film catalogato come "horror" — era un bel po' che mi attirava ma avevo una paura fottuta ho avuto molto da fare. Ora ci sono riuscita e d'accordo, ero circondata di persone e per la maggior parte del tempo sono stata con la mano davanti agli occhi, ma che importa, attraverso le dita un po' di sanguinolenza è filtrata quindi lo considero un successo. 

Il film in questione è "Il cubo". 


Ecco la trama (tratta da MyMovies.it): 

Un gruppo di uomini e donne si ritrova intrappolato in un enorme cubo formato da stanze (anch'esse di forma cubica) ognuna delle quali ha sei possibili aperture che conducono ad altre stanze. Ognuna di esse può costituire un passo in avanti verso la salvezza (cioè verso la superficie esterna) oppure un pericolo mortale. Chi si trova all'interno non sa come ci sia finito e se si tratti o meno di una punizione.

Tolte le scene splatter, è un film più fantascientifico/filosofico che horror. Devo dire che, anche se mi aspettavo un coinvolgimento emotivo maggiore, capisco lo status di cult in cui il film è tenuto in conto: è particolare e fa pensare. È stato definito "kafkiano" e in parte trovo questa definizione corretta, anche se nell'umanità di alcuni personaggi, a mio avviso, si trova un significato della vita. A volte i discorsi dei personaggi suonano un po' artificiosi, e in questi casi la sospensione di incredulità ne risente; tuttavia mi è piaciuto molto, anche perché nella trama ho trovato un tema a me caro, la redenzione di un uomo che riscatta una grave colpa. E, in questo modo, il senso della sua esistenza.


Insomma, se vi attira, provate a guardarlo. E se non reggete le scene splatter, vi posso dire che...

*** Evidenziare sotto per visualizzare lo SPOILER ***

...le scene truculente sono due in tutto e si trovano entrambe nel primo quarto d'ora nel film, il resto è più che altro retto dalla tensione per la ricerca di una via di fuga.

Buona visione!

11 commenti:

  1. Io l'ho visto, a suo tempo mi è piaciuto un sacco.
    Poi l'ho fatto vedere a tante persone che mi hanno odiato per questo.
    Non so perché non piace a nessuno... a me solo l'idea sembra geniale!!
    Se ti può interessare un videogame simile è 999 (9 person 9 hour 9 door)
    che mi sembra sia disponibile anche per
    ios (telefonini ecc)... a suo tempo giocai la versione ds e ti assicuro che c'è gente intrappolata e molta più cattiveria-tensione... in effetti più che un gioco è una visual novel!!

    Skyla


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Skyla! Sono felice che sia piaciuto anche a te...ma come, ti hanno odiato addirittura? Ma no dai, non è mica così terribile XD

      Elimina
  2. Nel genere intrappolati da qualche parte, a me ha fatto molta paura The Descent (Discesa nelle tenebre).

    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sentito parlare di The Descent ed è un po' che ci giro intorno! Ma da qualche parte ho letto che è il film più spaventoso di sempre quindi non credo riuscirò mai a guardarlo :)
      Peccato perché la tematica mi attira moltissimo: persi nelle grotte, un argomento che mi terrorizza e uno tra i motivi per cui "Il giuramento" di Grangé mi ha spaventato così tanto (pur essendo "soltanto" un libro e non un film)...
      Il cubo invece non è spaventoso, vorrei tranquillizzare tutte...

      Elimina
  3. Se ti capita di vederlo magari discutiamo la fine che si presta a più di un'interpretazione. Comunque se l'ho guardato io che sono allergica ai film horror (era un do ut des per i miei film "cup of tea" cioè Austenerie e simili), lo puoi guardare pure tu.

    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli antri oscuri mi spaventano davvero tanto ma un pensierino ce lo faccio... se lo guarderò mi confronterò con te per il finale :)
      Per le Austenerie, se ne trovi qualcuna carina spara eh, mi raccomando :*

      Elimina
  4. Film molto bello, concordo.
    Mi piacque molto anche il mistero che rimase su questo marchingegno assurdo e sulle sorti dei sopravvissuti.
    Io vidi anche ipercube in cui se non erro, i protagonisti hanno i nomi di carceri e ne ricalcano le caratteristiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. >> Io vidi anche ipercube in cui se non erro

      Di Hypercube ho sentito parlare malissimo, sai? Ho invece ho sentito parlare bene del prequel girato per ultimo in ordine di tempo, Cube Zero. Però io sono strana, i seguiti non mi attirano mai, credo di essere l'unica al mondo ad aver visto tipo 50 volte Matrix 1 e non aver mai visto i due seguenti :)

      Mi fa piacere che Il cubo ti sia piaciuto, Lucia! È molto particolare e anche i personaggi, con i loro segreti e peccati, mi sono piaciuti molto.

      Elimina
    2. Anche io ho visto 50 volte Matrix 1 e mai i seguiti!!!
      Pero' non sono cosi' radicale coi seguiti, a volte li guardo a volte no. Vado in base a non lo so, ahahaha! Utile, vero?
      Un po' come quando scelgo i libri da leggere, non so neanche io perché alcuni li prendo e altri magari simili no.
      Comunque con Matrix i seguiti non mi attiravano per niente e mi sono rifiutata di vederli!

      Manu

      Elimina
    3. >> Anche io ho visto 50 volte Matrix 1 e mai i seguiti!!!

      Ahahahahahahah... ma tu Manu sai vero che non siamo normali? XD

      Io con i seguiti invece sono proprio refrattaria, tipo che temo mi rovinino quel che era perfetto prima... (motivo per cui non leggerò mai Outlander...)
      Diversa la questione delle saghe, tipo quella dei Bridgerton, dove ogni storia è distinta, ecco... ma se i seguiti riguardano gli stessi protagonisti... o comunque rimescolano le carte in tavola (come nel caso di Hypercube e Cube Zero) allora è un no per me :)

      Elimina
  5. In effetti il primo cube non si scorda mai, nel senso che fu piu' d'effetto, il prequel non lo conoscevo... Lo voglio!!

    RispondiElimina