giovedì 18 dicembre 2014

I migliori e i peggiori 2014


Eccomi di ritorno, fanciulle. (Come, neppure vi eravate accorte che ero sparita?! Ops :D ) 

Comunque, riappaio per il tradizionale "tirar le somme" di fine anno. E per indicare i migliori e i peggiori di quest'anno – ma sarà un post noioso, vi avverto, perché di peggiori, in realtà, non ne ho trovati. Forse perché non credo più alla voce del popolo: quando la rete e/o le recensioni mi promettono un libro-capolavoro, ma io dopo qualche pagina lo trovo insulso, beh ragazze, fanculo. Io lo abbandono. Antidemocraticamente. Yeah, ho smesso di incaponirmi a finire libri che non mi prendevano solo perché tutti li proclamavano splenderrimi. In questo modo, con ogni probabilità, mi perdo davvero alcuni capolavori; ma mi piace pensare di risparmiarmi anche altrettante ciofeche.

Prima qualche numero. Ho letto 86 nuovi libri quest'anno, di cui 8 autopubblicati (tutti carini, questi ultimi, alcuni splendidi addirittura. Mi è andata bene :D ).

Partiamo dai peggiori libri letti quest’anno, lo spreco imperdonabile di tempo, il buco nero delle banalità. È deprimente perché dopo questa presentazione vi rivelo che, in realtà, non ne ho nessuno che rientra in questa categoria. Ahahah. Infatti i due che vi metto sotto (non sono neppure riuscita a trovarne tre, che schiappa!) sono libri che ho trovato MEH, ma ammettiamolo, non sono peggio di tanti altri. Nella mia libreria su aNobii oscillano tra le due stelline e le due stelline e mezzo.

2) Al posto numero 2 dei bruttini, c'è "Mr Sbatticuore" di Alice Clayton. Questo libro ha, secondo me, difetti oggettivi (conflitto della trama che praticamente si conclude a metà libro) e difetti forse dovuti alla traduzione, come alcune fanciulle mi facevano notare nei commenti del post in cui ne parlavo.

1) Il vincitore dei bruttini è... ahaha, rido perché so che molte di voi l'hanno invece amato... dicevo, il vincitore dei bruttini è "La sposa di Salt Hendon" di Lucinda Brant. Il libro è scritto bene, pieno di dettagli storici, la trama non è particolarmente noiosa anche se, in effetti, non troppo originale; ma la separazione iniziale fra i due protagonisti, il modo in cui è avvenuta e la definitiva scemenza di Salt Hendon (scusate, mi è scappato), non mi sono proprio andati giù.


E ora, finalmente... i migliori! 



Oh, ragazze. Qui è stata dura. Durissima. Ho letto libri bellissimi, ma alla fine devo fare una classifica, di cui però mi servono ALMENO 5 posizioni. 

5) In posizione numero 5 c'è Zerocalcare. Tutte le sue opere. Sono diventate un must, devo rileggere una sua striscia ogni giorno o vado in crisi di astinenza :D Meraviglioso il modo in cui lega l'oggi all'infanzia e l'infanzia all'oggi, senza patetismo né esagerazioni.

4) In posizione numero 4 c'è "Training in Love" di Manuela Pigna, un romance autopubblicato che ho amato moltissimo. È un libro che non ha grandi picchi di drammaticità, penetra a poco a poco, ma questo posso dirvi: a distanza di tempo non riesco a non pensarci senza che un sorriso ebete mi appaia sul volto. Nel suo genere – romance brillante e insieme profondo – è un gioiellino che vi consiglio di recuperare, soprattutto se avete qualche nodo irrisolto che vi portate dietro dall'adolescenza.

3) In posizione numero 3 c'è "Fangirl" di Rainbow Rowell (non tradotto in italiano). Libro intimo e dolce, con una protagonista timida e spaventata che, piano piano, si apre al mondo. Sul finale mi è scappata più di una lacrimuccia. Per farvi capire quanto ho amato questo libro, sappiate che una volta terminatolo mi sono riletta d'un fiato tutti i sette libri della saga di Harry Potter (chi ha letto il libro capisce il collegamento).
E sapere che l'autrice scriverà probabilmente un fantasy alla HP mi riempe di gioia.

Il mondo ha bisogno di un nuovo Harry Potter!

Il mondo è pronto per Simon Snow!

Forza Rainbow Rowell, fai in fretta, che non sto nella pelle...

2) In posizione numero 2 c'è “Seize the Fire” di Laura Kinsale (non tradotto in italiano). Il libro ha, a mio avviso, oggettivi problemi di trama. Tuttavia ragazze vi giuro questo: Sheridan Drake, il protagonista, è il più meraviglioso eroe di romance di cui avete letto. Fa sparire ogni altra considerazione riguardo alla trama. È semplicemente magnifico, e fino a che non lo conoscerete non potrete dire di aver conosciuto il perfetto eroe romantico.


1) In posizione numero 1 c'è "Per una volta nella vita" di Rainbow Rowell, autrice straordinaria. Ho parlato di questo meraviglioso libro qui: come riesce a dare importanza alle piccole cose, la Rainbow, non ci riesce nessuno. Leggetela!



E qui concludo. Ma voi, ragazze? Quali sono i vostri migliori e i vostri peggiori?



69 commenti:

  1. Mah, io, per ora, ne ho letti giusto 26 in meno. Quest'anno ho finito per leggere decisamente meno rispetto agli ultimi 3 anni.

    Per quanto riguarda migliori e peggiori, devo dire che nulla mia ha particolarmente colpita negativamente. I miei migliori sono stati:
    Non avevo capito niente (I ♥ Vincenzo) e La donna di scorta di Diego De Silva;
    la trilogia Graveyard Queen di Amanda Stevens;
    Portrait of Jennie di Robert Nathan;
    L'età sottile di Francesco Dimitri;
    Malombra di Antonio Fogazzaro e
    Landline di Rainbow Rowell

    Enjoy the Season!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito, mi piacerebbe che la Rowell scrivesse la saga di Simon Snow, ma la vedo dura.

      Elimina
    2. Nina, sorry, of course you were right:

      CARRY ON sarà il prossimo libro della Rowell... Ottobre 2015 (temo unico volume:)

      http://www.amazon.com/Carry-Rainbow-Rowell/dp/1250049555/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1418938010&sr=1-1&keywords=rainbow+rowell

      http://www.tor.com/blogs/2014/12/rainbow-rowell-fangirl-spinoff-carry-on-simon-baz

      Elimina

    3. Wow... arrivo tardi ma arrivo... che belle liste avete messo tu e Francesca!

      Della tua ho già in WL Landline: ora sono in mood da classici e ne sto approfittando per leggere il mai affrontato Guerra e Pace (Ah Bezuchov! Ah principe Andrej! Ma soprattutto, AH PERFIDO E AFFASCINANTE DOLOCHOV!!!).

      Sai già del mio odio/amore per De Silva - anzi, è il momento di verificare se ha scritto altro, a proposito! Voglio leggere il più possibile di lui. È bravo, innegabilmente. (I ♥ Vincenzo too :D )

      Malombra l'avevo cominciato, sai? Ma poi l'avvicinarsi di un terribile destino mi ha fatto desistere. Con Guerra e Pace non può succedere perché ci credi? Non so come va a finire :) Che ignorante colossale sono :)

      Di "Carry On" avevo letto sulla pagina FB di Mirya, e quasi me la facevo sotto dalla gioia... oh, quanto ho amato quei piccoli intermezzi in Fangirl... ma quanto è brava, lei, come autrice?

      Elimina
    4. Di Guerra e pace ho un bellissimo ricordo. Con i russi (e dintorni) che ho letto sinora mi sono trovata sempre bene. Per quanto riguarda il finale del romanzo... sarò curiosa di sapere cosa ne pensi.

      Nel maggio 2015 uscirà l'edizione speciale di Fangirl negli Stati Uniti che sarà uguale a quella che è uscita in UK ma con una 'piccola' aggiunta: estratti da Carry on di penna della Rowell. A proposito, l'autrice ha confermato che sarà uno stand alone perché non se la sentiva di scrivere una saga di ispirazione Gemma T Leslie e, come unico volume, non sarà nemmeno scritto nello stile di Cath, bensì nel proprio stile.

      Elimina
    5. Va bene, va benissimo anche uno standalone. In realtà io non amo le saghe, a parte HP che si è mantenuta di livello eccelso nel corso degli anni (anzi è persino migliorata) mi pare che in generale con il tempo la qualità tenda a scemare. Va bene se è uno; ma se c'è magia; se c'è la scuola/caserma/o quel che era dove Simon imparava a fare il soldato magico; insomma, se c'è tutto questo il 2015 si presenta ai miei occhi come un grosso cioccolatino da scartare :D

      Elimina
  2. Quest'anno per fortuna i brutti, ma brutti sono pochi. Quelli belli tanti, invece *__*

    I belli, alcuni proprio meravigliosi:

    Il Genio e il Golem di Helene Wecker
    La recita di Bolzano di Sandor Marai
    Venuto al mondo di Margaret Mazzantini
    Ho lasciato entrare la tempesta di Hannah Kent
    La valle delle donne lupo di Laura Pariani
    Il Cardellino di Donna Tartt
    La signora di Wildfell Hall di Anne Bronte (questo sto finendo di leggerlo e mi sta piacendo tanto, davvero tanto)

    I brutti:

    L'età sottile di Francesco Dimitri (e mi dispiace, perché è un autore che piace tanto, a me però ha fatto venire l'orticaria)
    Tu sei mia di Elizabeth Anthony (no comment davvero)
    Storia d'inverno di Mark Helprin (aspettativa enorme, delusione ancora più enorme)
    Per dieci minuti di Chiara Gamberale (vergognoso, il più brutto dell'anno, una stellina è troppo)

    Aggiungo fuori lista la saga di Elena Ferrante de L'amica geniale che è stata una vera rivelazione, l'ho amata moltissimo! Quest'anno ho letto tanti italiani, ne sono felice^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La signora di Wildfell Hall mi manca ancora (aaaaaaaah! So many books, so little time... what else?). So, tuttavia, qual è il grande... (ovviamente non rivelo.)

      Mi spiace che non ti sia piaciuto L'età sottile ed, essendo curiosa come una scimmia, mi piacerebbe sapere qualcosa di più sulle tue impressioni.

      Non sapevo alcunché del libro della Gamberale (la lontananza dall'Italia...,) ma l'ho cercato subito dopo aver letto il tuo commento... e che era? il caso editoriale della fine del 2013?

      Ti auguro un 2015 ricco solo di letture che ti soddisfino.

      Keep calm and carry on Francesca!

      Elimina

    2. La signora di Wildfell Hall manca anche a me!! Ora sono in Tolstoj-time, poi passo a Il Giocatore di Dostoevskij (mai letto neppure questo, sono in trip da classici, quando mi gira così non c'è nulla che posso fare se non assecondarmi come i matti) e infine arriverà quello di Anne Bronte, che non avevo mai neppure preso in considerazione (Dio delle Autrici Inglese dell'Ottocento, fulminami ORA!). Ma quanto mi piacciono questi scambi di liste? Ma quante idee mi date, e proprio al momento giusto?

      Elena Ferrante ce l'ho in WL, aspetto il mood adatto; di Donna Tartt invece ho letto "Il Dio di Illusioni" quest'anno, carino ma che non mi ha spinto a prendere in mano il più corposo Cardellino. E per quanto riguarda la Gamberale... è un po' che ho smesso di leggerla, ma ammetto il suo stile cerebrale, inizialmente, aveva esercitato su di me un indubbio fascino.

      Le vostre liste mi fanno sentire ignorante forte, comunque, sappiatelo xD

      Elimina
  3. Ludo! Ho visto il tuo commento dopo aver postato il mio, e mi ha fatto sorridere vedere che tu hai messo L'età sottile tra i migliori del 2014... Il mondo è bello perché vario, per fortuna!
    A me non è piaciuto per svariati motivi. In rete ne avevo letto solo un gran bene ed ero davvero curiosa, però mi sono trovata davanti un protagonista un po' insulso (non c'è praticamente nulla che lo caratterizza, che lo rende interessante), una storia infarcita di cliché, un cattivo di una banalità disarmante, e un 'epico' scontro finale che mi ha lasciato del tutto insoddisfatta. Forse non l'ho capito, questo libro, ma alla fine non mi ha detto davvero nulla.
    Il libro della Gamberale a me è sembrato una presa in giro, un raccontino facile facile, da leggere in mezz'ora. Ti dico solo che c'è una parte in cui la protagonista, per dieci minuti, decide di stare in silenzio, e seguono due pagine di puntini di sospensione. Se non è prendere in giro questo...
    La Signora di Wildfell Hall non solo mi sta piacendo un sacco, ma mi sta anche stupendo. Pagina dopo pagina mi chiedo come potessero, tre sorelle che vivevano isolate nella brughiera, avere una conoscenza così vasta e approfondita della psicologia maschile, perché tratteggiano personaggi davvero incredibili. Il grande... eh, ci sto arrivando! Ma vado piano piano, perché me lo voglio gustare!
    Ludo, tu hai ragione, io mi faccio il sangue amaro a volteXD Auguro anche a te un 2015 ricco di piacevoli letture!
    @Nina, la Rowell sarà di certo una delle mie letture del 2015!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è sembrato che tutto quello che si racconta in L'età sottile fosse un pretesto per scrivere di tutt'altro... una sorta di grossa metafora? Per questo mi ha intrigata, ma capisco il tuo punto di vista, in vero. Sai che stavo meditando di leggere Pan, sempre di Dimitri, durante le vacanze di Natale?

      E, a proposito di letture natalizie, vorrei tanto prendere in mano Il petalo cremisi e il bianco. Ne approfitto per confessarti una cosa: stavo ponderando l'acquisto da anni, ma decisi di prenderlo solo dopo aver letto la tua opinione e, ti dirò di più, a convincermi sono state le tue considerazioni sul rapporto Rochester-Bertha e Rackham-Agnes... vai a sapere.

      Per quanto riguarda le sorelle Brontë, avevo letto da qualche parte che, anche in epoche più vicine al loro tempo, c'era chi si stupiva di quello che e di come riuscivano a scrivere, tenendo presente il tipo di esistenza che condussero. Probabilmente le — tutto sommato — brevi esperienze lontanto dalla brughiera o dal collegio devono averle segnate nel profondo.

      Elimina
    2. >> Pagina dopo pagina mi chiedo come potessero, tre sorelle che vivevano isolate nella brughiera.

      Ma quanto è vero???
      E' la stessa cosa che mi sono chiesta leggendo Romancing Miss Brontë, la loro biografia romanzata. Emily poi aveva un mondo dentro incredibilmente complesso e in conflitto con la vita stessa. Va be'... Cime Tempestose è il mio libro preferito da tutta la vita.

      Elimina
    3. Pensa che una regola della narrativa (accettata come un punto fermo da praticamente tutti) è quella di limitarsi a scrivere ciò che si conosce... e io invece non credo che esista una regola più stupida, francamente. Le Bronte ne sono l'esempio più eclatante.

      Elimina
  4. Blogger ha cancellato il mio commento °__° ...fancucco!

    Rifaccio.

    Dicevo. Per i peggiori ho solo l'imbarazzo della scelta, quindi mi limiterò a pochi titoli. Ma anche no. A volte la stronza che è in me deve potersi esprimere liberamente.

    Tra i migliori metterò sicuramente La Principessa Sposa di Goldman e Locke & Key di Joe Hill (anche se di questo vorrei aspettare l'ultimo albo... metti caso che mi delude in extremis???)

    Per Una Volta nella Vita l'ho letto nel 2013 e infatti era nella lista dei migliori di quell'anno. Poteva essere altrimenti?

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> Tra i migliori metterò sicuramente La Principessa Sposa di Goldman

      Che è piaciuto moltissimo anche a me! Ma sai di cosa mi sono accorta, nello stendere la mia lista? Che non ho privilegiato i libri che forse, con un criterio più "oggettivo", tipo la letterarietà o l'importanza nella cultura mondiale, sarebbero stati effettivamente le mie migliori "letture", proprio nel senso di lettura, stile, contenuti ecc. Ho scelto invece quelli che mi hanno fatto stare bene, che hanno reso migliore, nel loro piccolo, questo 2014. Ci pensavo mentre stilavo il post e escludevo alcuni 5 stelle ("La Principessa Sposa" è tra questi) a favore di 4 stelle (Fangirl, Training in Love) che mi hanno "modificato" l'anima mentre li leggevo.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. >>Ho scelto invece quelli che mi hanno fatto stare bene, che hanno reso migliore, nel loro piccolo, questo 2014.

      Ed è un criterio di scelta giustissimo!
      Io a fine anni se ripenso a certi libri mi verrebbe voglia di cambiarci anche il voto, a volte in difetto, altre in eccesso. A distanza di tempo mi rendo conto di cosa mi resta dentro e di cosa sfuma in fretta.
      Però a prescindere del valore letterario, La Principessa Sposa ha proprio reso migliore il mio 2014. Mi sono fatta certe risate... X°°D

      Elimina
    4. Ah, ho già in mente alcune letture per il 2015. Voglio darmi ai classici, il primo della lista Jude l'Oscuro di Hardy + la rilettura de Il Conte di Montecristo..

      Elimina
    5. >> La Principessa Sposa ha proprio reso migliore il mio 2014. Mi sono fatta certe risate... X°°D

      Ahahah, anche io xD
      Però, per spiegarmi meglio... ecco, diciamo che quelli che ho scelto hanno colpito in qualche modo... boh, qualcosa più nel profondo. È un criterio totalmente soggettivo, me ne rendo conto... però continuo a ritenere quella la mia lista, per quest'anno. Non vedo l'ora di leggere la tua lista completa, Silvia ♥
      PS. Jude l'Oscuro? Hardy? Noooo, angosciantissimo... no, io passo, mi è bastato il film per scioccarmi :'(
      E il Conte di Montecristo io, ehm... non l'ho mai letto! Oh, sono pessima... lo comprai anche, qualche anno fa... è ancora lì... aprendere polvere :(
      (Tutta colpa di Depardieu)

      Elimina
    6. Noooooooooooo, non puoi pensare a Depardieu quando leggi di Edmond Dantes, lui al massimo andava bene per Cyrano de Bergerac.

      Ecco pensa a Jim Caviezel ♥
      Il film con lui non c'entra molto con la storia originale, ma a volte... chi se ne frega!

      Elimina
    7. Ahahah... lo shock è stato troppo... troppo! Ho bisogno di un'ipnosi regressiva... guarda fisso l'orologio... ti senti assonnata... molto assonnata... e ti senti bene... e mentre intorno il vento fruscia tu sai che il Conte di Montecristo ha l'aspetto di Jim Caviezel - senti il respiro mentre scende nei tuoi polmoni e Depardieu non esiste più nella tua memoria... e ora conterò fino a tre con voce calda e tu ti sveglierai e non ricorderai mai di aver intravisto Depardieu in quel film - uno - (ma non c'era anche la Muti?) - due - (uh... Depardieu chi?) - tre...

      Elimina
    8. X°°°D

      ti consiglio un'altra ipnosi regressiva per eliminare dai tuoi ricordi anche Ornella Muti (sì c'era pure lei °____° espressiva come sempre)... non si sa mai.

      Elimina
  5. Il conte *______*
    Uno dei personaggi letterari più affascinanti di sempre!
    Nina, non solo Depardieu e la Muti sono completamente fuori parte in quell'orrendo sceneggiato, ma la storia risulta anche completamente stravolta! Tutti i film su Montecristo fanno pena, meglio evitarli e buttarsi sul romanzo! Sappiate, inoltre, che vi invidio non poco per il fatto che dovete ancora leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> Uno dei personaggi letterari più affascinanti di sempre!

      Me lo ripetono sempre, Francesca! Anche poco fa su FB una ragazza metteva Il conte di Montecristo tra le sue letture migliori del 2014... no davvero, dovrebbero vietare trasposizioni televisive orride su questi libri, è un crimine contro l'umanità xD

      Elimina
  6. Ma sono in lista?! Ahaha, no vabbeh, dopo questa sono a posto forever! Non importa se le mie prossime storie ti faranno cagare e rientreranno nel "never say goodbye", nel 2014 ho fatto la lista!!!!!!! ♥♥♥♥♥♥♥

    Ho pochissimo tempo però adesso, uffi!
    Comunque io quest'anno ho letto 73 libri, sono sotto di più di 50 libri sul mio solito, si sente la presenza di un certo puffo che mi distrae e del fatto che ho scritto di più. :)

    Il mio più brutto è un americano "This song will save your life", ne ho letti di peggiori da un punto di vista stilistico, soprattutto tra gli autopubblicati italiani, ma come ho odiato la protagonista di questo libro non ho odiato mai nessuno...

    Il mio più bello... oh, è dura. Credo siano due: L'ordine della spada della De Winter, è un libro non perfettissimo stilisticamente ma l'ho amato infinitamente, e Sweet dreams di Kristen Ashley. Anche questo non è il più corretto stilisticamente, anzi..., però da un punto di vista emotivo mi è piaciuto da impazzire. ♥♥♥

    Nina! Ma sai una cosa?! L'altro giorno ho adocchiato la mia copia di Guerra e pace e ho pensato "cacchio devo leggerlo prima o poi" e stavo per prenderlo, ma poi mi sono fermata perché come al solito ho in corso 70mila letture in contemporanea!!!
    Ma allora lo comincio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    KIsses
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> Il mio più brutto è un americano "This song will save your life", [..]come ho odiato la protagonista di questo libro non ho odiato mai nessuno

      Cavolo mi incuriosisci abbestia. Stasera faccio un'indagine per scoprire che cavolo fa sta protagonista di così pessimo xD

      >> L'ordine della spada della De Winter

      Dopo aver letto Oscure Gioie mi ero ripromessa di approfondirla, e invece :'(
      E dire che mi piace il suo stile, cavolo.

      >> Nina! Ma sai una cosa?! L'altro giorno ho adocchiato la mia copia di Guerra e pace[..] allora lo comincio

      Magari Manu! Così ci scambiamo le opinioni!!! Io il cartaceo non l'ho neppure preso in considerazione anche se ce l'ho in libreria da anni, ho preferito comprare l'ebook, quello relativamente costosetto della Garzanti (a ben 3,99 euri), perché traduce tutte le parti in francese e la lettura è così più spedita. Ma se lo leggerai mi tocca dirti: tieni duro all'inizio! Perché la prima parte è lenta forte, cioè quando nel titolo leggi "Guerra" parla proprio di guerra, tipo campagne militari e nomi di generali e Bonaparte e Austerlitz, però poi comincia farsi più interessante (ad esempio, tra le mille storie, quella del perfido Dolochov... appena ho letto di lui, di Sonja e dei quarantatremila rubli mi sono subito immaginata di tirarci fuori un romance, appena arrivi a quel punto capirai cosa voglio dire...) e ora che ho superato il 30% mi prende sempre più.

      >> Ma sono in lista?!

      Ahahah... eh sì! Sai cosa? Mentre facevo la lista e scorrevo i titoli, mi sono resa conto che il tuo libro era uno tra quelli che mi trasmettevano più sensazioni positive... mi ha reso felice, sia mentre lo leggevo sia quando l'ho finito sia dopo, e a volte, per fortuna, le scelte sono proprio semplici così :)

      Elimina
    2. L'ordine della spada è paranormal Nina (così come tutta la serie Black Friars), e so come sei riguardo a questo genere... per cui non so... però ho adorato come scrive lei. L'ordine della Chiave è ancora più perfetto da un punto di vista puramente stilistico, però mi ha emozionato di più quello della Spada. Vedi, alla fine quello che conta è quello che si prova, l'avevo anche letto da qualche parte e devo dire che è vero.

      x TiL sono felice, almeno uno t'è piaciuto, la cosa mi riempie di gioia e sarà il mio libro comfort quando gli altri ti faranno schifo, ahaha.

      x Guerra e Pace: sì, ma a che punto stai? no perché tu sei un treno, io per diversi motivi sono una lumaca, data la mole del romanzo se sei già molto avanti rinuncio, rischiamo che quando lo finisco io sei già a 18 libri nel futuro e non sei nel mood di parlarne come adesso! :(
      uffi
      Manu

      Elimina
    3. >> L'ordine della spada è paranormal Nina

      Sì lo so... ma mi piace lei... volevo provarci lo stesso :(

      >> x Guerra e Pace: sì, ma a che punto stai?

      Mi sa Manu che io lo finirò tra una settimana, massimo due... sono al 35% ora ma più mi avvicino alla fine più mi viene la frenesia e più vado veloce... forse non è cosa tentare di sincronizzarci, vero? :( uffi

      Elimina
    4. non volevo affatto scoraggiarti sulla De Winter!
      se volevi provarci, provaci!
      è bravissima.
      nel primo pubblicato "l'ordine della spada", è molto barocco il suo stile, altrove mi pareva di aver capito che il barocco non ti piacesse piu' di tanto, se riesci ad andare oltre a quello, vedrai che ti piacerà.
      la sua scrittura elegante e forbita, il suo modo di destreggiarsi e far arrivare al lettore un mondo fantastico in tutte le sue particolarità, la capacità di costruire una trama, (una trama!, non due stronzatelle messe li' cosi' senza neanche domandarsi se hanno senso, logica, se tornano..., una trama cavolo!) e la sua bravura nel far quadrare tutti i cerchi... mi hanno ricordato la Rowling.
      fai tu.
      spero che riuscirai ad arrivare all'ordine della chiave che è stupendo. ma leggili in ordine di pubblicazione, mio consiglio, per un motivo che ti spieghero' se li leggi. :)

      x guerra e pace vedremo, ho finito ieri di mettere a posto il file per il cartaceo e ora mi dedico solo alla lettura nelle vacanze, se mi gira lo comincio e vediamo. ti faro' sapere!

      Manu

      Elimina
  7. Passo velocemente adesso solo per dirti che sono contentissima che Jane, la volpe & io ti sia piaciuto. Ritorno più tardi con la mia lista dei peggiori/migliori.

    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è piaciuto moltissimo Paola, mi ha fatto scappare una lacrimuccia e ho già cominciato a consigliarlo/spammarlo in ogni dove :D
      (Paola, dovresti aprire un blog dove potrei stalkerarti a più non posso... mi piacciono molto i libri che consigli!)

      Elimina
  8. Anche a me è scappata la lacrimuccia, ma io ho un cuore di panna e piango pure quando so che certe cose stanno là apposta per farmi aprire i rubinetti.
    Silvia, non leggere Jude l'oscuro di Hardy, perfino un funerale è più allegro di quel libro. Io non l'ho letto, ma mia sorella ha letto quasi tutto Hardy e quello ancora lo odia. Se proprio devi leggere un classico di Hardy è molto meglio Via dalla pazza folla. Deve uscire un film in primavera, ma purtroppo Bathsheba la fa quella gattamortaccia di Cary Mulligan. Il film con Julie Christie e anche la serie televisiva sono molto belli.
    E scusami, ma voglio parlare male di Cime tempestose: io ho sempre odiato la lagnosissima Catherine e Heathcliff ha chiuso con me dopo aver ucciso il cane. L'unico motivo per cui all'epoca avevo finito il libro era la storia secondaria di Hareton.
    Wildfell Hall è bello, io l'avevo letto nella precedente traduzione e trovo veramente che Anne Brontë sia ingiustamente trascurata rispetto alle più famose sorelle.
    Guerra e pace l'avevo iniziato secoli fa, ma era un'edizione Einaudi che dava per scontato che tutti conoscessero il francese e c'erano molte parti in francese e allora l'ho abbandonato. Adesso che parlo francese non so se imbarcarmi in un librone simile sapendo che già crollo sotto la mia pila di non letti. Comunque quando l'avrai finito ti sottoporro' una riflessione sul personaggio di Natasha che ho letto in un libro di Eva Ibbotson che anche senza conoscere il libro mi è sembrata interessante.

    E adesso le mie letture peggiori e migliori:

    I peggiori:

    Everything Forbidden di Jess Michaels (in italiano Più di un desiderio)
    Romance inesistente e pure come erotico è abbastanza tiepido
    Breathe di Kristen Ashley, 200 pagine di meno e un editor potevano pure salvarlo, ma cosi' è un disastro

    I migliori:

    La saga delle Golden Chronicles di Patricia Veryan, sono sei libri ed è una di quelle rare saghe che si vede che sono pensate dall'inizio, non con libri aggiunti via via tanto per fare cassa.
    Il migliore è l'ultimo The Dedicated Villain con appunto il villain del primo libro che diventa un eroe, lacrime su lacrime perché la Veryan gliela fa pagare cara la redenzione, ma è comunque un personaggio che si sviluppa su tutti i cinque libri precedenti, non si redime dalla sera alla mattina.

    Beyond Repair di Charlotte Stein

    La Stein scrive libri erotici, ma in questo (e nel precedente Sheltered che mi è piaciuto tantissimo anche lui), c'è poco sesso e molte emozioni (anche qua lacrime su lacrime alla fine, ma anche humour). E la protagonista ha anche qualcosa in comune con Sheridan Drake (ma non dare la caccia allo spoiler!). Leggiti un po' di recensioni magari https://www.goodreads.com/book/show/21839934-beyond-repair (la copertina ovviamente non c'entra un tubo).

    Dream Fever di Katherine Sutcliffe (Terra lontana in traduzione)

    Alla fine c'è un po' troppo buonismo e scurdammoce 'o passato rispetto a certi personaggi negativi, ma Nicholas e Summer li ho adorati e poi a me piacciono le location insolite e qui c'è la Nuova Zelanda appena colonizzata.

    E poi un libro che era tra i migliori fino all'85% e poi la protagonista fa una cosa da prenderla a bastonate, ma forse qualche lettore più tollerante di me puo' perdonarla. Se Manu passa di qua magari ci puo' dare un'occhiata, visto che il tema è un po' come Bully che so che le era piaciuto. È The Nature of Cruelty di L.H. Cosway.

    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. >> ti sottoporro' una riflessione sul personaggio di Natasha

      Al punto a cui sono arrivata, lei non ha ancora grande rilievo. Nessuna donna finora lo ha, ad essere sincera :(

      Mi segno subito il tuo libro tra i preferiti che si trova tradotto in italiano, per gli altri aspetterò il mood inglese (ne ho già due che mi avevi consigliato, in inglese... acc, dimenticavo che tu leggi sempre in lingua originale, io non riesco ancora ad andare spedita, uffi, però poi cavolo, tu mi nomini Sheridan Drake e questo è un colpo bassissimo, sappilo xD )

      >> voglio parlare male di Cime tempestose

      Non ti preoccupare, siamo qui per aiutarti a uscirne... ;)

      *** ATTENZIONE SPOILER SU CIME TEMPESTOSE ***

      No, ti capisco, in realtà. Heathcliff sciocca al punto da farti ritrarre. E non solo il cane (probabilmente è un assassino di professione: non si sa cosa ha fatto quando è sparito negli anni, ma per dire uccide anche il padre di Hareton, o almeno per me è chiarissimo che è lui che lo fa secco). In generale, per lui nulla è importante oltre Catherine. Però i momenti tra lui e Cathy da piccoli sono meravigliosi e poi anche quel suo refrattario amore per Hareton... sarà che è Heathcliff... boh, il fatto che sotto sotto si affeziona ad Hareton a me commuove. Infatti tutti considerano un coglione Hareton perché ama l'uomo che ha rovinato (e probabilmente ucciso) suo padre, ma io lo capisco benissimo.
      Ci sarebbero mille altre cose da dire, ma di base quel libro è più, secondo me, della somma degli elementii... davvero, ha dentro di sé un'oscura magia tipo il diario di Tom Riddle... io quando l'ho riletto, qualche tempo fa, la notte mi sono svegliata perché sognavo i fantasmi, mi sembrava che mi parlavano all'orecchio tanto mi ha suggestionata!
      E poi vabbè... Hareton... la scena del libro ♥ l'avrò riletta mille volte, dopo una tensione così grande, accumulata nelle pagine precedenti, leggere quella scena è stata una liberazione immensa, mi ha tolto un peso dal cuore che non ti dico...



      http://ninapennacchi.blogspot.com/2013/12/aggiornamento-dark-project2.html?showComment=1387308252946#c4059002081587883630

      Elimina
    2. Cara Paola, ma io me li segno tutti i tuoi libri migliori!
      La saga di sei libri che si conclude col villain che diventa un eroe?
      L'altro con la protagonista con qualcosa di Sheridan Drake?
      E l'ultimo col tema alla Bully?
      Ma stiamo scherzando?
      segnati tutti!
      Tra l'altro aspetto il buono regalo Amazon a giorni e lo usero' per tutti i tuoi migliori piu' Rainbow Rowell.
      Ultimamente sono affetta dalla sindrome "blocco da 25%", non so perché, in alcuni casi non è neanche il libro brutto, credo sia dovuto al fatto che ne ho troppi e troppo poco tempo.
      Cmq mi servono libri che superino il blocco, e i tuoi sembrano fare al caso mio. ;)

      Manu

      P.S. tra l'altro hai ragione su Breathe. la parte obiettiva di me concorda, ma io voglio bene alla Ashley. ahah

      Elimina
    3. ma quelli di patricia veryan sono vecchi e hanno prezzi assurdi!

      Manu

      Elimina
    4. Cara Manu,

      mi fa piacere che te li segni, ma ti invito comunque a leggere recensioni in giro per vedere se fanno veramente al caso tuo, prima di buttare soldi e ritrovarti con altri libri al 25%. Specialmente per The Nature of Cruelty. Io ci sono rimasta cosi' male per quello che ha fatto la protagonista (più la motivazione idiota che il gesto) che sono andata a lamentarmi con mia sorella che se ne frega dei romance solo per farmi dare ragione (haha).
      È vero che i libri della Veryan sono vecchi e fuori commercio, ma ci sono anime pie che hanno fatto ebook artigianali di questa serie. Sono abbastanza facili da trovare.
      Comunque io ci sono arrivata da questa recensione, magari non ti interessa per niente e quindi è inutile che li cerchi http://likesbooks.com/cgi-bin/bookReview.pl?BookReviewId=1366

      Paola

      Elimina
    5. non posso vedere cosa fa la tizia di Cruelty, non amo gli spoiler di nessun genere, pero' ti posso dire che sono molto tollerante in genere.

      oh no, ma tutti quelli che ho al 25%, o meno, li finiro'. io non abbandono, al massimo li lascio un po' li', ma prima o poi verrà il loro turno.

      Patricia Veryan: ho già visto che sono degli historical romance e che sono anni '80, è un genere che amo molto anche se ultimamente sto leggendo contemporary e devo anche ammettere che gli storici degli anni '80 spesso mi fanno cadere le braccia...
      le trame sono classiche del genere, pero' non ha importanza, dipende come sono sviluppate.
      dati i prezzi e la vecchiaia, stavo appunto pensando di farmi una camminata nel "dark side" per recuperarli... vedremo.
      anche dream fever è molto vecchio.
      se vuoi passarmeli tu, ti do la mia mail.
      e se vuoi che ricambi, ti faccio una lista di quello che ho e ti mando qualcosa.
      ho delle chicche, per esempio "bond of blood" di roberta gellis" e "the windflower", ma anche altro.
      kisses
      Manu

      Elimina
    6. Cruelty non è neanche questione di spoiler, io avevo pure fatto i compiti (sapevo che doveva succedere, ma non perché e il perché "ancor m'offende").
      La Veryan e Dream Fever te li posso mandare senza bisogno di ricambiare. La Gellis non è il mio genere e The Windflower l'ho già letto (tra l'altro adesso che gli autori sono tornati in pista spero che finalmente scrivano un seguito per Cat).

      Paola

      Elimina

    7. Paola, posso essere invadente e chiederti di scrivere lo spoiler e spiegarmi cosa ti ha dato fastidio? Ho una curiosità ossessivo compulsiva quando mi si fa un accenno a libri/film xD Hai voglia di rendermi felice e svelarmi l'arcano? Magari proteggi ben bene lo spoiler con l'indicazione SPOILER ALERT o roba così... perché ho cercato un po' in giro ma ci sono millemila recensioni che ne parlano (in inglese tra l'altro) e non capirò mai alla cosa in particolare alla quale ti riferisci...

      Elimina
    8. Ahahahaha, ti potrei dire che sei malata, ma io faccio esattamente la stessa cosa, appena leggo la parola spoiler devo sapere cos'è anche se non m'importa niente del film e/o del libro (tipo con Gone Girl).
      Allora SPOILER ALERT più che altro MANU ALERT perché non penso ci sia qualcun altro interessato























      Essendo un romance ci puo' anche stare che sai che a un certo punto per x ragioni si lasciano, perché alla fine lo sai che torneranno insieme con furore.
      Io lo sapevo ovviamente e avevo pure visto commenti vari del genere "pero' lei che str... a lasciarlo cosi'". E infatti, ma non pensavo fino a questo punto.
      La protagonista ha il diabete e si ritrova in coma diabetico e reggiti forte, la colpa è di LUI, perché è talmente innamorata che lei pensa solo a lui e trascura la sua salute, dimentica le iniezioni, mangia male ecc e lui non è all'altezza della situazione (anche se in realtà si preoccupava per lei in mille modi). Quindi lo lascia, perché preferisce vivere.
      E dopo averlo trattato come una pezza da piedi, non è lei che torna in ginocchio sui ceci, ma è lui che cambia vita per essere degno di lei.

      Paola

      Elimina

    9. >> appena leggo la parola spoiler devo sapere cos'è anche se non m'importa niente del film e/o del libro

      Io devo sapere cos'è solo se non mi importa niente, invece, altrimenti sto attenta a non farmi spoilerare! Tipo con Guerra e Pace, non voglio assolutamente sapere come va a finire perché se non va nel modo in cui - ovviamente - spero, andare avanti diventerebbe un dolore.
      In questo caso non credo che questo libro sia uno tra quelli che leggerò, anche se non si può mai dire.... così... venendo allo SPOILER...

      *** ATTENZIONE SPOILER ***
      *** ATTENZIONE SPOILER ***
      *** ATTENZIONE SPOILER ***

      >> la colpa è di LUI, perché è talmente innamorata che lei pensa solo a lui e trascura la sua salute

      Ahahahahha... no, cioè... ahahaha.
      So troppo poco della trama ovviamente per giudicare, ma mi è venuto in mente un discorso che facevo con mia sorella qualche giorno fa (anche mia sorella non legge romance, allora con lei non mi resta che parlare della vita, l'universo e tutto quanto). Si parlava di come quando nella vita capita qualche fallimento e allora la prima reazione umana non è fare autocritica, ma cercare un responsabile esterno a cui accollare la colpa - il marito, il collega, e se proprio non si trova nessuno si può sempre accollare ai genitori i propri difetti di carattere... in questo caso la tipa, in pratica, è una cogliona, e la colpa è di lui... ahahha, fantastico.
      E lo molla!!!
      No, davvero... priceless xD

      Elimina
    10. Anni fa li evitavo come la peste gli spoiler, ma ero più ottimista. Invece ormai voglio sapere lo spoiler anche dei libri che mi interessano, perché veramente ci rimango troppo male quando le cose non vanno come spero. Poi se finiscono male giusto per finire male, senza nemmeno lacrime catartiche, ma solo amarezza, è insopportabile.

      Paola

      Elimina

    11. >> perché veramente ci rimango troppo male quando le cose non vanno come spero

      Ma a volte vedi, è quella la fregatura! Io me ne sto rendendo conto ora che sono diventata troppo dipendente dal lieto fine. Quando so che va a finire male non lo leggo! E allora? Ci pensavo ieri. Che si parlava di Lady Oscar e a me è venuto da pensare: se uscisse oggi, e io leggessi uno spoiler dove dice che i due protagonisti muoiono, cioè, non lo guarderei probabilmente! Perdendomi un capolavoro totale. Per dire. E allora non voglio più saperlo, non in anticipo, perché uno spoiler cmq non contiene i particolari, il mondo, il tutto di un libro...

      Elimina
    12. Lady Oscar, che nostalgia. Mi ricordo che quando passavano il cartone animato alla TV c'era l'album delle figurine con ovviamente la fine e non ci potevo credere che finiva male, aspettavo trepidante la smentita televisiva, ma è uno di quei non lieto fine che hanno un senso. Infatti ho letto il manga non molto tempo fa e mi è piaciuto molto. Leggerei adesso una storia che finisce male senza saperlo prima?
      Sinceramente non lo so, c'è il non lieto fine inaspettato e aggiunto a cavolo (tipo vade retro Nicholas Sparksche una volta mi ha fregato con un film) e il non lieto fine ineluttabile che lo vedi comunque arrivare e è pure liberatorio e ha un senso (penso soprattutto al mio periodo di lettrice dell'allegrissima letteratura scandinava).
      Per esempio adesso, sapendolo, non leggerei un libro poco conosciuto di una nota autrice vittoriana, perché finisce male alle ultime righe, senza un vero perché (se non come specchio della vita privata dell'autrice), da un'autrice che non te lo aspetti e non mi sarei persa nessun capolavoro.

      Paola

      Elimina
    13. So di quale libro parli, finale assurdo e... perché? Che senso ha, in relazione a tutto il resto? Anche per me è stato uno shock, totalmente inaspettato, ma più che deprimermi mi ha scatenato un WTF epico. Cioè, un finale appiccicato lì a mo' di "moralina", che per me ha immediatamente annullato l'effetto tragico, infastidendomi x la lezioncina più che altro. Quel libro tra l'altro anche come trama aveva delle svolte ben stiracchiate, con casualità davvero esagerate. Insomma un libro che, hai ragione, potevamo tranquillamente auto-risparmiarci...

      Elimina
    14. ho letto lo spoiler, l'immortacci...
      e scusate ma era lì... gli occhi mi sono scesi da soli... :(
      non so se lo leggerò, il dettaglio è effettivamente molto ridicolo, forse troppo anche per una tollerante come me... e pensare che in corsa ho accettato cose che voi umani... ma sapendolo prima non so se ce la faccio!
      peccato perché adoro il bullismo, l'amore-odio eccetera. :(

      quale libro vittoriano? forse ho capito, ma non sono sicura perché se è quello che penso non l'ho letto ma ne conosco la storia. si tratta di Elizabeth Gaskell?

      Paola, inviami tutto quello che vuoi: manuela.pigna@gmail.com
      se vuoi qualcosa ti mando la lista di quello che ho, se no grazie e peace & love.

      Manu

      P.S. Paola, the madness of lord ian mackenzie?

      Elimina
    15. P.P.S. Nina ti sei dimenticata di mandarmi Sherlock Holmes!

      Elimina
    16. >> Nina ti sei dimenticata di mandarmi Sherlock Holmes!

      Ops!!! Rimediato!!!
      "Per Sherlock Holmes ella è sempre la donna. Raramente l'ho sentito accennare a lei in altro modo."

      >> e scusate ma era lì... gli occhi mi sono scesi da soli... :(

      Sì, e io sono Babbo Natale... MANU!!! TU SEI CURIOSA!!! AMMETTILO!!!

      >> quale libro vittoriano?

      OK, qui metto SPOILER, e lo leggi solo se sei sicura... poi non dire che ti è caduto l'occhio, eh xD
      (ma non è Elizabeth Gaskell)

      *** ATTENZIONE TITOLO LIBRO WTF ***
      *** ATTENZIONE TITOLO LIBRO CON FINALE WTF ***
      *** ATTENZIONE - MANU - NON TI LAGNARE, DOPO, SE LEGGI OLTRE ***

      "Villette", di Charlotte Bronte.



      Elimina
    17. Ah, dimenticavo: la storia che devi leggere è "Uno scandalo in Boemia", storia molto breve, la leggi in mezz'ora... e poi fammi sapere, eh... ♥ ♥ ♥

      Elimina
    18. ATTENZIONE SPOILER SULLA GASKELL
      *
      *
      *
      *
      *
      *
      *
      *
      *
      ah! pensavo fosse la storia dell'operaia che rimane incinta e fa una fine di merda della Gaskell!
      oh Villette... l'ho letto mille anni fa, quando ero fuori per Charlotte Bronte dopo Jane Eyre e l'unica cosa in italiano che avevo trovato era quella (allora ancora non leggevo in inglese) e che delusione...!
      non mi era piaciuto e l'ho praticamente rimosso... non mi ricordo nulla!
      anche The Professor non mi ha fatto impazzire, che è chiaramente un prototipo grezzissimo di Jane Eyre, mi manca solo Shirley di lei, ma non ho molta voglia... non mi ispira, dopo le precedenti delusioni credo che la Bronte abbia dato il meglio solo con Jane Eyre e Shirley lo leggerò solo per finirla quando sarò in vena.

      Manu
      P.S. grazie per Sherlock, lo leggo e ti faccio sapere! e... ma certo che sono curiosa... come una scimmia... :(

      Elimina

    19. >> Shirley

      Shirley è noioso fino alle lacrime cara Manu. E poi è come se fosse spezzato in due e il protagonista è un demente completo. Insomma... io l'ho letto solo una volta, qualche anno fa, e non ricordo tutto benissimo, ma non te lo consiglio... poi vedi tu eh... ma se lo leggi vieni a parlarmene perché magari a te piace e me lo fai vedere in un'altra luce, chissà.

      Elimina
    20. Immaginavo... non so perché!
      Seh, quindi tra circa quattro o cinque anni! No, vorrei finire le bronte un giorno, me ne mancano solo 2, ma adesso non ho voglia. :(
      Buone festeeeeeeee!!! :* ♥
      Manu

      Elimina
  9. Cioè.. che palle!
    Il mio nuovo lavoro mi impedisce di fare una vita sociale normale, ma sopratutto da quando ho scoperto che controllano i siti visitati è una tortura, mi perdo tutte queste discussioni!

    Babbo Natale regalami un tablet, sono stata buona quest'anno!

    Per non parlare del fatto che non ho più tempo di leggere...che tristezza!

    Comunque non ho letto tutti i commenti, ma anche per me il libro di Manuela è uno dei più belli letti quest'anno.

    p.s. recupero leggendo i commenti e forse, ma solo forse, potrei aggiungere un commento più brillante di questo. Mmm, forse mi sopravvaluto.

    Marta

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> controllano i siti visitati

      Ma dai! È crudele! Anche in pausa pranzo ti controllano? Cavolo, mi spiace :'(

      >> anche per me il libro di Manuela è uno dei più belli letti quest'anno

      Sono felice che tu sia d'accordo con me nel ritenerlo uno tra i migliori! Training mi ha regalato dolci momenti e me li porto dietro ancora adesso :)

      Elimina
    2. Grazie Marta, mi fa immensamente piacere! ♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥

      Manu

      Elimina
  10. Un altro colpo basso: a un certo punto in Terra desolata la protagonista parla di Jane Eyre, non ti spiego come, ma è un momento comico. (Spero che nella versione italiana non sia tagliato).

    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna quello l'ho già messo in WL xD
      Ti farò sapere!

      Elimina
  11. Terra lontana, ovviamente. Terra desolata è tutt'altra cosa.

    Paola

    RispondiElimina

  12. @Paola e Manu.

    >> sono andata a lamentarmi con mia sorella che se ne frega dei romance solo per farmi dare ragione (haha).

    Ahahah... lo faccio anche io a volte, parlare di libri (in generale) a gente a cui non gliene frega niente solo perché devo lagnarmi fortemente... non importa neppure che ascoltino, basta che annuiscano di tanto in tanto e il mio bisogno di livore è soddisfatto xD


    >> Ultimamente sono affetta dalla sindrome "blocco da 25%"

    Manu, mollali! Join the dark side!!! Abbandona i libri in modo aprioristico e taaaaaaanto liberatorio!!!!! ;)


    >> la capacità di costruire una trama

    Manu, tu hai capito il mio cruccio... la mancanza di una trama... un disegno dietro gli sproloqui :( Ne sento il bisogno più che mai in questo periodo :D
    Guarda, se leggo la De Winter, questo è il momento giusto in assoluto.

    >> x guerra e pace vedremo, ho finito ieri di mettere a posto il file per il cartaceo

    Che io comprerò immantinente!

    >> se mi gira lo comincio e vediamo. ti faro' sapere!

    Yeah... leggerlo da sola è un po' frustrante perché succedono delle cose che voglio condividere, di cui voglio parlare e lamentarmi fortemente, anzi adesso vado su FB a mettere una frase che mi ha colpito. Damn it, se lo sapevo, guardavo su anobii se c'era qualche gruppo di lettura. Comunque ora sono al 52% e, @Paola, Natasha si sta facendo interessante. Lacrimuccia già versata per lei xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai, penso che lo iniziero' lo stesso (G & P), anche se lo finiro' tra 4 anni, perché mi sto, purtroppo, rompendo dei romance. mi sembrano tutti uguali, forse è perché non ho cambiato genere da un po' e devo dare aria al cervello.

      Manu, mollali! Join the dark side!!! Abbandona i libri in modo aprioristico e taaaaaaanto liberatorio!!!!! ;)

      non ce la faccio Nina, non ce la faccio! :(
      già li lascio fermentare, cosa che prima era impossibile, ma pensare di abbandonarli del tutto... no, no, mi viene un attacco d'ansia. non so se raggiungero' mai questa vetta!

      Manu, tu hai capito il mio cruccio... la mancanza di una trama... un disegno dietro gli sproloqui :( Ne sento il bisogno più che mai in questo periodo :D

      e allora vai tranquilla con De Winter. ;)
      Manu

      Elimina

    2. >> sai, penso che lo iniziero' lo stesso (G & P), anche se lo finiro' tra 4 anni, perché mi sto, purtroppo, rompendo dei romance

      Mi sa che è il motivo per cui anche io sono tornata in modalità-classici, alla fine... la stanchezza dovuta all'abuso di genere... mi sono accorta che abbandonavo un romance dopo l'altro, un'esagerazione persino per me, quindi voleva dire che ero io che non andavo. Anche se in inverno mi capita spesso di aver bisogno di roba elucubrante&cupa, comunque xD

      PS. G & P, però Manu, è pesante leggerlo se non ti converti all'ass reading. I particolari di guerra e/o diplomatici in alcuni casi sono davvero al limite della denuncia penale. (Join the dark side)²!!!

      Elimina
    3. @ Nina
      >>Natasha si sta facendo interessante. Lacrimuccia già versata per lei xD

      Sono andata a rivedermi il commento su Natasha da A Company of Swans di Eva Ibbotson e anche se conosco solo vagamente la storia, capisco da dove puo' uscire la lacrimuccia. Adesso sono curiosa di sapere cosa ne penserai e se me lo potrai spiegare.

      Paola

      Elimina
  13. Nina, è proprio quello il libro. Mi era venuto il dubbio dopo che in realtà tu pensavi alla Gaskell, ma dalla Gaskell te l'aspetti.
    A me gli altri libri della Brontë sono piaciuti, un capolavoro su quattro basta e avanza.
    Manu, mi dispiace per lo spoiler, ma considera anche che io sono molto intollerante (molto di più con le donne che con gli uomini), che ero rimasta a leggere fino all'1.30 di notte talmente mi piaceva prima del fattaccio e che magari adesso che lo sai non ti arrabbi come mi sono arrabbiata io davanti a un'idiozia simile. Poi c'è anche un po' di pretenziosità da parte dell'autrice su tutta la sua teoria sulla crudeltà (vuol far vedere che ha studiato i classici greci) e questa è anche una risposta inconscia di lei alla precedente crudeltà di lui. Insomma, su GR ha una media di 3,79 che non è male.
    Più tardi ti mando gli ebook (e preciso che sono tutti ebook di libri fuori commercio che non hanno una versione ebook ufficiale).
    The Madness ce l'ho già, il 2015 sarà per me l'anno delle serie, dai Bridgertons alla Balogh, ne ho accumulate tante e mi devo decidere a leggerle.

    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola, tutto arrivato!
      Non so se leggerò la Cosway, tra tutti i dettagli che stai aggiungendo e il fatto che ho tipo il mondo in arretrato... mmmh.
      Per la Bronte, ci mancherebbe, anche un capolavoro e basta in una vita è abbastanza, ma sai quando ami alla follia un romanzo e ti aspetti automaticamente che tutto ciò che quella persona farà ti piacerà allo stesso modo? E invece no e ci rimani male?
      Ecco, penso per me sia stato un po' così.
      Ah, ma Bridgerton e Balogh?
      Allora torna qua quando avrai letto The Viscount who loved me e Slightly married, i miei preferiti delle due serie super-famose!
      Vediamo se ti piaceranno!
      Buone feste! ♥
      Manu

      Elimina
    2. Lo so, infatti ho Capitan Swing e Flowers from the Storm in attesa da secoli. Della Kinsale ho letto anche altre cose, ma ho troppe aspettative per FFTS e ho paura che finisca come Dreaming of You della Kleypas che tutti amano e io odio.
      Che bello che i tuoi preferiti di quelle serie sono praticamente i primi (The Duke and I I'avevo già letto).
      Buone feste a te, a Nina e a tutti quelli che passano di qua!

      Paola

      Elimina
  14. Tantissimi auguri di buon Natale a Nina e a tutti quelli che passano di qui!

    @Manuela Blog sparito a parte, spero che vada tutto bene. Buone feste!

    RispondiElimina
  15. Anche io passo x un augurio fortissimo a voi tutte!

    RispondiElimina
  16. Ciao a tutte, ho preso appunti, grazie.

    Io non ho fatto liste, ma se mi cimento nella compilazione dei buoni e cattivi ve ne faccio senz'altro partecipi.

    Quest'anno devo passare piu' spesso in questo blog, trovo sempre discussioni e opinioni interessanti.

    Ciao e buon anno
    Lucia

    RispondiElimina