giovedì 25 settembre 2014

Unbelievable


Ho molte cose da raccontarvi, tutte egualmente noiose, per cui la domanda che mi frulla per la testa è: con quale tediarvi per prima?

Perché capite, il tedio è un'arte. Non ci si può improvvisare rompiballe così, su due piedi.

In che modo, dunque, potrei massimizzare il vostro fastidio?

Parlandovi dei film che ho visto — Latter DaysInglourious Basterds, perlopiù, oltre a qualche altro di cui mi limiterò pietosamente ad accennarvi?

O i libri che ho letto — solo uno nuovo, in realtà: Tutta colpa del vischio, perché poi mi sono data alle riletture, per andare più sul sicuro?

Ma il fatto è che, in realtà, quello che ho fatto in questi giorni è stato soprattutto ascoltare.

Forse sapete, o forse no, che a me, nei bei tempi andati, piaceva scoprire gruppi musicali. Con "bei tempi andati" intendendo il periodo pre-Lemonade, pre-scrittura e (soprattutto) pre-tempo libero questo sconosciuto.

Perché ci vuole un fottio di tempo ad ascoltare canzoni e decidere se ti piace o no quel che ascolti.

Ma ammettiamolo. Senza musica che sarei, io? Solo una tipa barbosa che scrive su un blog barboso. Così invece sono una tipa barbosa che scrive su un blog barboso MA con una colonna sonora figa. (O meglio. Qualcuna delle mie recenti scoperte è effettivamente figa — da parlarne con R moscia e annessi intellettualismi — ma le altre sono decisamente alla buona.)

Comincio con questa canzone (figa! figa!) di Jay-T, Breezeblocks. Preparate la giacchetta in velluto e discorsi su massimi sistemi, please.


Passiamo invece alla roba più alla buona. E parecchio più rumorosa. Ora, non chiedetemi perché sia finita perlopiù sul christian metal. Me lo chiedo anche io. Come direbbe Paul Auster, il protagonista di Dimmi che è vero di TJ Klune, "I'm pretty sure this is God fucking with me" — soprattutto visto che non sono credente.

Comunque, partiamo da questa, terza sul mio podio al momento: Papa Roach, Last Resort.


Poi, gli Skillet. Questa che vi linko, Monster, è parecchio orecchiabile, ma lo sono più o meno tutte le loro.


Poi ci sono i Thousand Foot Krutch, i miei preferiti al momento. Potrei dirvi di ascoltare la loro War of Change o, ancora meglio, Courtesy Call, ma quella su cui sono fissata al momento è la loro cover di Unbelievable. Questa:



Ed è perché "Unbelievable" è la parola che, per varie ragioni, descrive questo periodo per me.


7 commenti:

  1. Nina, ma Last resort è vecchia... ero una giovincella quando ci saltavo su con estrema eleganza...
    cmq mi piacciono tutte e NON sei barbosa... damn! non è ancora finito allora... doppio damn!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah. Ma come vecchia, Last Resort? E io che mi vantavo... sono out of date! :D
      Mi aspettavo qualche consiglio musicale, però, da te soprattutto: uffi, niente da consigliarmi? Sono in fase annebbiamoci di cattivo metal (pure un po' emo, perché Last Resort è emo forte) :D

      Elimina
    2. si', è emo, ma come picchia bene?
      ma guarda Nina, non vorrei sbagliarmi ma stavo facendo la maturità o appena fatta quando impazzivo per quella canzone (ovvero, cara Nina, 14 anni fa circa.... oh my god, vado a suicidarmi adesso... fare i calcoli bene è peggio di dire "è un po' vecchia"... molto peggio...)
      in strada l'altro giorno ho sentito uscire da un negozio la canzone dei limp bizkit della colonna sonora di mission impossible, take a look around, (piu' o meno stesso periodo dei Papa Roach) e a momenti mi metto a piangere dalla nostalgia...
      comunque no, non ho consigli perché non sto ascoltando niente di nuovo, sono stanchissima e a volte non ho voglia di ascoltare musica, solo silenzio (quando sono taaaaanto stanca mi succede di aver voglia solo di silenzio), quando poi ho voglia di musica mi trastullo con cose vecchie e ben conosciute, ultimamente Smashing Pumpkins e Metallica.
      tristezza portami via adesso... ahah
      io che facevo pomeriggi interi e serate fino a notte fonda ad ascoltare musica...

      Elimina
  2. e cosa c'entrava la cosa dei limpbizkit? nulla, ma sai bene ormai che digressione è il mio secondo nome... ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Manu che flash quella canzone dei LimpBizkit! C'entra sempre soprattutto visto che era un sacco che non ci pensavo ♥ BELLISSIMA ora me la sto sparando tanto per girare con occhi ancora più annebbiati e triglia-style...

      Elimina
  3. Io sono tre giorni che ascolto Professional Widow di Tori Amos
    (la versione di Van Helden che secondo me è strepitosa)
    https://www.youtube.com/watch?v=w52E-gQa4RE
    che nuova non è ma ha un testo cazzuto e poi io sono pazza di Tori :-))
    Bentornataa
    Skyla

    RispondiElimina