martedì 29 luglio 2014

Non leggete questo libro


AAAAAARGH! NOOOOOO!!! COSA VEDONO I MIEI OCCHI!!!


"Dopo quella notte" di Linda Howard è il romance che ho odiato di più in assoluto nella mia storia di romance-addicted, e visto che è appena andato in ristampa, non posso non fare questo post. A me gli occhi: NON LEGGETE QUESTO LIBRO... NON COMPRATE QUESTO LIBRO... NON LEGGETE... (oh, se lo avete già letto e amato - come la maggior parte delle lettrici, ops - NON LEGGETE QUESTO POST, invece, perché quando odio un libro, lo odio proprio, e il mio animo angelico&zuccheroso - sort of - si trasforma in zolfo filato) ...DICEVO, NON LEGGETE QUESTO LIBRO E NON COMPRATELO.

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

Il protagonista di "Dopo quella notte" è quanto di più carogna, verme, vile, codardo, forte con i deboli, grandissimo pezzo di *** mai creato su carta.

L'unica cosa che vi racconto - e già mi costa, perché parlare di questo romance mi dà una sorta di nausea - è che il nostro bell'eroe in armatura scintillante, qua, lo stimabile protagonista nonché gran figlio di un cane di "Dopo quella notte", a un certo punto butta in mezzo alla strada un bambino down. Nel cuore della notte. Facendosi aiutare dalla polizia - perché lui è ricco e, davvero, non credevate che lo facesse di persona, rischiando - oh mio Dio! - di rovinarsi la manicure?
E mentre tutti gli abiti e le cose della famiglia del bambino vengono buttate all'aria, mentre il bambino piange disperato stringendosi alle gambe della sorella maggiore senza capire cosa succede, mentre il nostro eroe guarda tutto questo - be', sapete che pensa? Il nostro protagonista romantico, il meraviglioso principe azzurro che ha fatto sognare millantamila generazioni di lettrici di romance? Pensa a quanto sarebbe bello portarsi a letto la suddetta sorella del bambino, che, tra le altre cose, ha quattordici anni (il protagonista ne ha diciannove).

PS. Oh. Cielo. Possibile che, se ci ripenso, mi arrabbio ancora come quando lo lessi per la prima volta? Potere (malevolo) della scrittura... della buona scrittura, ahimè! Perché mi tocca dirlo: le immagini che l'autrice ha creato sono vivide, colpiscono, e rimangono impresse forever.

19 commenti:

  1. Noooooo...lo devo leggere e recensire in agosto......non mi farò influenzare....sarò obiettiva......non mi farò influenzare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah... ma sai, probabilmente lo troverai bello! È piaciuto a moltissime fanciulle, e su facebook mi facevano notare che il protagonista, comunque, è un manzo fisicamente notevole e sessualmente, ehm... interessante - uno di quelli che davanti hanno un cartello segnaletico con su scritto "Attenzione: pericolo srotolamento lingua", per intenderci ;)

      Elimina
  2. ahahaahhhaahahahhahah
    Nina mi fai morire dal ridere!!!!
    Vuoi che ti si dica che sono i tuoi personaggi più vili, codardi, carogne, grandissimi pezzi di ****** ???? E va bene! Te lo dico!!!
    Raggiunto lo scopo? OK
    Katia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorry, I don't understand! I don't speak italian... ;)
      And besides:

      "No one knows what it's like
      To be the bad man
      To be the sad man
      Behind blue eyes
      And no one knows
      What it's like to be hated
      To be faded to telling only lies..."

      :D

      Elimina
    2. Tana per Nina!!! :D

      Elimina
  3. Leggo per la prima volta il tuo blog, ma volevo dirti una cosa...hai pienamente ragione!! Ho avuto la (s) fortuna di leggerlo in ebook , almeno non ho sprecato soldi, e non mi capacito di come possa essere piaciuto...

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Sia ringraziato il cielo :D Almeno una lettrice che la pensa come me...

      >> non mi capacito di come possa essere piaciuto...

      Mi sono accorta che ogni lettrice ha i suoi paletti, i suoi "NO TRESPASSING ZONE"... io ad esempio posso accettare molte cose da un eroe di romance, ma il comportamento che Gray (il protagonista di Dopo quella notte) tiene quella notte va decisamente troppo oltre per me...

      Elimina
  4. Noooooo!!! L'ho visto così pubblicizzato in rete, della serie correte a prenderlo perché è una perla rara che, con tutti i casini che avevo, mi sono fiondata in tutte le edicole di zona per averlo subito! E già pregustavo di divorarlo nella notte...lo leggeró ormai e poi rileggerò il post che gli hai dedicato, e che ho saltato a piè pari. Visto il feeling che mi lega ai tuoi gusti mi preparo a tutto !
    Summer

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai, io credo ti piacerà. Piace a tutte, o quasi. La verità è che...

      *** ATTENZIONE, leggi questo commento dopo aver letto il libro ***

      ...io non sopporto i "cattivi" alla Greyson, quei cattivi che non provano né rimorso né senso di colpa, tristemente soddisfatti di sé come degli scimmioni privi di empatia. Profondità umana del personaggio, zero, IMHO.

      Elimina
  5. Scusa ma davvero lei resta innamorata di uno che la caccia fuori di casa trattando lei e il fratellino come spazzatura? Sono perplessa....

    RispondiElimina
    Risposte

    1. (Ma leggilo, Leggivora, prima di guardare il mio commento sotto. Davvero, leggilo, perché questo libro è piaciuto a tutte, soprattutto per le bollenti scene di sesso che io non ricordo, acidella come sono :D )

      *** ATTENZIONE SPOILER ***

      Sì, lei se ne innamora, anzi lo ama anche nel momento in cui la butta fuori. Infatti più di lui, che in fondo è solo uno scimmione, mi ha deluso lei. Io credo - mia personalissima opinione - che puoi perdonare per il male che viene fatto a TE, solo quello che viene fatto a TE, ma non puoi perdonare per il male fatto a un bambino. Tanto più se, come in questo caso, l'autore del misfatto non si pente, che poi è il punto focale della mia critica. Gray non si è mai pentito per quel gesto. Ritiene che ne aveva il diritto. Io lo odio.

      Elimina
    2. l'ho messo nella wishlist... devo assolutamente leggerlo, poi ti so dire ;)

      Elimina
  6. Ciao Nina ! ....indovinato, mi è piaciuto ! Ma...
    ****SPOILER****
    il personaggio maschile mi è sembrato invece dispiaciuto dell'accaduto . Spesso ritorna al ricordo dove, guidato da una rabbia e vendetta accecante ha cacciato una famiglia di ubriaconi, compresa l'amante del padre, mantenuta nella sua stessa proprietà e il ricordo della ragazza e del bambino sono per lui lo scotto x liberarsene . Anche la sua di famiglia si sfascia nello stesso istante.
    Quando la incontra di nuovo non la etichetta ma anzi è orgoglioso del successo che lei ha ottenuto da sola.
    ****
    In ogni caso questo romanzo mi ha ricordato 'La finestra sul bosco' di Karen Roboards, l'hai letto ? A me è piaciuto, ovviamente non sono in grado di sezionarlo e dirti se il giallo è stato ben pensato perché io ero concentrata molto sulla parte rosa !
    Ciao !
    Summer

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci avrei giurato :D
      Sai una cosa, Summer, io credo proprio che ci siano dei limiti in ognuno di noi, limiti che non sappiamo neppure spiegarci, e quella scena ne ha superato uno mio. Forse perché anni fa la mia famiglia fu vittima di sfratto? Non lo so. So solo che questo libro mi ha fatto un male terribile e vorrei non averlo mai letto.

      Elimina
    2. Vero. Concordo pienamente.
      Ecco perché adoro leggere romanzi, lo sprigionarsi continuo di emozioni mi fa sentire viva. A volte in bene (i miei preferiti ) a volte in male .
      Summer

      Elimina
  7. Emh... è piaciuto anche me xD
    Però ho un alibi, è stato il mio secondo romance contemporaneo (dopo Un Incontro Perfetto della McNaught) ed ero ancora tanto ingenua... forse dovrei riprenderlo in mano, ma perché rovinare un bel ricordo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah... sì, sapevo che ti era piaciuto, credo di averlo letto sul tuo blog tempo fa. Comunque le recensioni che sta ottenendo, anche in questa riedizione, sono tutte positive, quindi vedi, il fatto è che ti piacerebbe ancora... e io continuo a non potermela prendere, ma sappiate una cosa, voi tutte Grey-dipendenti — sono sola, ma non mi arrenderò mai, come un guerriero ninja giapponese, ah! ;)

      Elimina
  8. E' piaciuto anche a me! ma avevi dei dubbi? Cosa ti posso dire se non che l'autrice è brava nel tratteggiare i personaggi e le loro paure e i loro istinti più beceri?... come fai a non amare questa scrittura?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, no non avevo dubbi, è piaciuto a tutte XD
      Comunque sai che, per una legge della linguistica, dire a qualcuno "non leggere questo" (o dirgli "non fare questa cosa", in generale) lo invoglia proprio a leggere/fare la cosa che si dovrebbe non fare? Insomma il mio invito a non leggerlo è in realtà molto ironico. Anche se è vero che per me è inaccettabile che un uomo butti per strada un bambino down senza starci male; proprio è qualcosa che mi spegne come un interruttore, che mi impedisce di andare avanti con la lettura. Non capita con altri tipi di comportamenti scorretti (come sai XD ): diciamo che ho dei principi morali tutti miei :)

      Elimina