lunedì 13 gennaio 2014

Non ricordavo affatto che


Dopo qualcosa come dieci anni, ho ripreso in mano "Il petalo cremisi e il bianco" e lo sto rileggendo. E sapete una cosa? Non ricordavo affatto che... beh, leggete voi stesse:

"Un colpo tutto particolare alla porta, come un segnale di ritirata segreto, introduce Sugar e il suo compagno nell'atrio buio del bordello di Mrs Castaway. William si aspetta di vedere un buttafuori con la mano sulla maniglia interna, uno scimmione mal rasato come quello che lo ha scortato all'uscita secondaria del bordello in Drury Lane, ma si sbaglia. Davanti a lui, almeno quarantacinque centimetri sotto la traiettoria del suo primo sguardo, c'è un bambino dagli occhi azzurri, con l'aspetto innocente di un pastorello in un presepe.
- Ciao, Christopher, - dice Sugar.
- Prego, signore, seguitemi in salotto, - dice il bambino, recitando tutto compito la sua battuta, e lancia un'occhiata d'intesa infantile a Sugar. Affascinato, William si lascia guidare nel vestibolo tetro ma tappezzato sfarzosamente, verso una porta socchiusa che emana calore e luce. Poi il bambino prende la rincorsa, sparendo nel bagliore della stanza."

Chi ha letto Lemonade sa perché la cosa mi ha lasciato... così -> O_o

Una coincidenza improbabile? Strani giri della mente? La risposta più articolata che mi viene è: boh!

15 commenti:

  1. Ahahahahah!!!!!!!!! >> La risposta più articolata che mi viene è: boh!
    fatti una domanda e datti una risposta!!!!! come Marzullo!!!!
    Io non l'ho mai letto, ma l'ho acquistato proprio pochi giorni fa... non spoilerare troppe cose per favore!!! metti un avviso grosso come una casa così so che non devo leggere.
    Comunque se tu lo stai rileggendo vuol dire che è un buon libro, allora ho fatto un buon acquisto? A volte si prendono certe cantonate, nonostante le recensioni... ma d'altronde non abbiamo tutti i stessi gusti (vedi la nostra opinione su Emma Chase che tu hai detestato, a me invece è piaciuto proprio quello che tu hai indicato come difetto: il personaggio berlusconiano. Proprio perchè quasi una caricatura a me ha fatto ridere!!! ti scandalizzo ancora di più... forse leggerò anche il seguito!!!! ahahahaha).

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ahahhaha, Marzullo rulez!!!
      L'ho sempre detto di avere qualcosa in comune con quel mitico figuro :D

      Quando hai letto Il Petalo torna, dai, che ne parliamo! Io lo trovo un ottimo libro, non posso dirti altro per non fare spoiler.

      Elimina
  2. StupendoXD
    Io credo che la risposta più ovvia, se hai letto il Petalo prima di iniziare a scrivere Lemonade, sia che Christopher ha iniziato a prendere vita in un angolo della tua mente mentre leggevi questo passo. Inconsciamente.
    Io del Petalo ho adorato Agnes, la moglie di William *__* Lo trovo un libro magnifico^^

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Io adoro Sugar. Ma vado avanti a leggere con lo stomaco stretto e tu sai perché... :'(

      Elimina
  3. Scusate, mi infilo anche io nel discorso perchè non riesco a trattenermi.
    Ho odiato questo libro! Anzi mi ha disgustato (per non dire fatto schifo) proprio il personaggio di Sugar e anche il suo amante. Non sono riuscita a comprenderla, "giustificarla" o perlomeno farmela piacere un po' nemmeno dopo aver letto la tragedia della sua infanzia. E di solito io adoro i libri con le tragedie, le storie torbide ecc.!

    p.s. comunque non lo sconsiglio è scritto bene ed è un bel quadro del periodo Vittoriano.

    Marta

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> Scusate, mi infilo anche io nel discorso perchè non riesco a trattenermi

      Fai benissimo!

      >> Ho odiato questo libro!

      Dai? I miei ricordi sono un po' vecchi, e ora sono troppo all'inizio per giudicare, ma il colpo di fulmine per Sugar lo ebbi subito...

      **** Spoiler *****
      **** Spoiler *****
      **** Spoiler *****

      Cioè, scrive storie in cui spappola gli uomini terribili di quel tempo! La amai subito. Solo quando si innamora di quel disgustoso, verminoide William Rackam ci rimasi malissimo... soffrii proprio fisicamente, lo ricordo, no, pensai, Sugar non puoi non vedere lo squallido liquame nel quale sguazza quello schifido... :'(

      Tu cosa non le hai perdonato? Considera che non ricordo tutti i particolari e potrei fare degli sfrondoni pazzeschi... non ti è piaciuto il fatto che spinge Agnes a fuggire? Ma lo fa per salvarla...
      O il fatto che porta via la bambina con sé? Ma le vuole bene... e a quella bambina nessuno voleva bene, che importa se saranno loro due contro il mondo? Il finale fa molto "Chocolat", secondo me, la donna e la bambina sole nelle strade del mondo :)
      Dimmi dimmi cosa non ti è piaciuto, sono curiosa!

      Elimina
    2. Nessuna di queste cose. Cercando di spiegarlo, rischio anche di sembrare superficiale, però mi ha fatto schifo la sua malattia: non capisco il fascino che poteva esercitare il

      SPOILER
      perdere scaglie di pelle in giro. Per non parlare del giochino che faceva con l'acqua...
      FINE SPOILER

      Mi ha fatto pena, ma non ho tifato per lei.
      Non ho tifato per nessuno a dire la verità, perchè in questo romanzo nessuno evolve, nessuno cambia, migliora.

      Non so se sono riuscita a spiegarti le mie perplessità, lo spero!

      Marta



      Elimina
    3. *** SPOILERISSIMI!!! ***
      *** SPOILERISSIMI!!! ***
      *** SPOILERISSIMI!!! ***
      *** SPOILERISSIMI!!! ***

      Capito! In effetti, più che il difetto in sé, il modo in cui ci calca la mano ricorda un po' lo stile tipo Bizarro Fiction o Chuck Palahniuk :D
      Per il resto, questo è un libro tristissimo, e in fondo Faber ci avverte fin da subito, quando parla del libro che sta scrivendo Sugar:

      "La storia narra di una giovane prostituta dai capelli rossi lunghi fino alla vita e dagli occhi color nocciola[..]A parte qualche volo di fantasia, i delitti per esempio, è la storia della sua vita...[..]E` la storia di una bambina nuda e piangente che, rannicchiata sotto una coperta sporca di sangue, maledice l'universo. E` un racconto di amplessi carichi d'odio e baci striati di disgusto, di sottomissione ostentata e di una brama segreta di vendetta. [..]Ma c'è un po' di spazio per la buona sorte in questa storia? Nient'affatto![..]L'eroina non deve conoscere altro che miseria e umiliazioni[..]altrimenti questo romanzo, concepito come un grido di rabbia implacabile, diventerebbe una di quelle storie sentimentali che lei detesta, nelle quali a un certo punto si legge: "Lo sposai, caro Lettore". [N.d.C.Quest'ultima parte mi ha fatto ridere moltissimo :D Povera Jane Eyre] No, una cosa è certa: la sua non sarà una storia a lieto fine. La sua eroina si vendica degli uomini che odia, tuttavia il mondo resta nelle loro mani e una simile vendetta è inaccettabile."

      Elimina
  4. Devo ancora leggerlo, mannaggia. La cosa interessante è che so già, più o meno, cosa aspettarmi eppure la voglia di prenderlo in mano è viva. Il problema è che il libro ed io siamo sempre separati quando sento che è il momento giusto per leggerlo e immacabilmente nello stesso posto nei momenti sbagliati.

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Uno dei miei pochi "cinque stelle", un vero colpo di fulmine... che poi non ho riletto più perché... beh, non voglio farti troppi spoiler, ma se ti va ne parleremo quando ti capiterà di leggerlo :D

      Elimina
  5. Sono appena all'inizio, ma per il momento non mi piace.... non so perchè sinceramente, ma non mi piace. Forse perchè i due protagonisti mi mettono solo tristezza: lei per la sua condizione, ma lui peggio... mi mette tristezza perchè è vuoto, ha pensieri noiosi, un inetto...
    E tu Nina che dicevi che era vuoto e berlusconiano il personaggio di "non cercarmi mai più"... a me Rackman me lo ricorda tantissimo con la differenza che il primo almeno sul lavoro era brillante e competitivo e nei suoi pensieri autoironico, ma Rackman rimpiange la vita dissoluta dell'università perchè non ha voglia di lavorare...è inconcludente. E i suoi pensieri sono solo di autocommiserazione. Che personaggio odioso, lo detesto. E Sugar povera nella condizione ma intellettualmente affascinante si innamora di lui? No... non ci credo...
    Andrò avanti perchè è un bel romanzo storico ricco di dettagli e ben scritto... ma non mi prende, però difficilmente riesco a lasciare libri a metà.. :-D Per ora concordo in pieno con Marta.
    Comunque queste sono le mie prime impressioni perchè sono veramente all'inizio (quando Sugar e William hanno passato insieme la notte).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne ho terminato la rilettura da poco. Lo ricordavo meno lento, ma mi è piaciuto moltissimo, come la prima volta! Anzi di più perché il finale mi era sembrato più tragico in prima lettura, invece alla fine un particolare (a forma di scalino, ma non dico di più per non far spoiler) mi ha strappato un "Oh! Ci voleva!" di soddisfazione :D

      Elimina
  6. Finito!!!!!!!!!!!!!! e lo dico con soddisfazione perchè l'unica cosa che mi è piaciuta di questo libro è l'affresco storico. Ho odiato tutti i personaggi... tristi, sfortunati, vuoti , inutili, indifendibili. Gli unici degni di nota sono Henry ed Emmeline, gli unici che mi hanno fatto tifare per loro e per cui mi è dispiaciuto come è andata. Si meritavano di più, ma la vita a volte è ingiusta.
    Agnes è pazza, ma non ha avuto nessuno che la guidasse, che la facesse crescere... anzi, tutti l'assecondano facendole più male che bene. Spero comunque che sia arrivata al convento e che non sia lei la donna annegata nel Tamigi.
    Sophie, poverina, speriamo che abbia più fortuna ora che ha qualcuno affianco che tiene a lei.
    Ma veniamo ai protagonisti principali:
    -William: confermo la prima impressione, la mia opinione su di lui è solo peggiorata andando avanti con la lettura. Prima sembra il principe azzurro (solo a Sugar!!!!!), poi diventa isterico e peggiora nella sua autocommiserazione in maniera penosa. Sembra accorgersi delle persone solo quando le perde (Henry, Agnes, Sophie) considerandole inutili quando invece poteva godere della loro vicinanza. Si piange addosso continuamente e considera tutti inferiori a lui
    -Sugar: Intelligente lo è indubbiamente, e più matura della sua età. Ma proprio perchè a 20 anni hai già capito come va il mondo e come sono fatti gli uomini come puoi innamorarti? fidarti? appoggiarti? a William che è uno degli esempi più rappresentativi del perchè sarebbe meglio vivere senza loro.
    Molto lento e troppe cose lasciate intuire al lettore: che fine ha fatto Agnes? Era veramente lei quel corpo? E Henry? Era lui quello che ha visto Sugar nel metrò? O era quello carbonizzato? E William? è mortale quella ferita? (io spero di sì). E Sugar con Sophie? Che faranno? Se William muore a chi va quell'impero da profumiere?
    Comunque la cosa che principalmente non mi è piaciuta di questo romanzo è:
    >>Non ho tifato per nessuno a dire la verità, perchè in questo romanzo nessuno evolve, nessuno cambia, migliora.<<
    Non parlo di personaggi buoni o cattivi, ma la maggior parte sono "senza palle" (scusate l'espressione) e questo è il difetto che più mi annoia.
    Nina, ti ringrazio del consiglio ma sinceramente ho letto libri migliori (i tuoi per esempio!!!!!! mille volte meglio). Ti volevi vendicare perchè ti ho fatto leggere "non cercarmi mai più"?
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Leggendo tra le righe del tuo commento (molto tra le righe) deduco che, ehm... non ti è piaciuto molto?... :D

      *** SPOILER ***

      Agnes è in salvo: l'affogata non aveva l'abito azzurro!
      Henry è, purtroppo, morto. Sob.
      Faber aveva scritto dei racconti riguardanti i personaggi, in seguito, che però non ho letto, perché sembra non chiariscano molto. Sophie, pare, diventa suffragetta :)
      VIsto che hai adorato il libro, forse potresti leggerli e poi dirmi se ne vale la p—ehi, scherzavo, scherzavo! Metti giù quel coltellacc—splat.

      Elimina
  7. Ahahahahahah.... No, non mi è piaciuto molto.... Non ho notato il particolare dell'abito, però bene, mi dispiaceva per lei. Come mi dispiace molto per Henry, uno dei pochi personaggi che meritava qualcosa.
    Ah! ...mi "piacerebbe" tantissimo leggere i racconti di cui parli... Ma ho tanto da fare: devo svuotare il mare con un bicchiere, contare tutte le stelle, pettine le bambole, cambiare le lampadine alle lucciole ecc
    Come vedi ci sono troppe cose più urgenti da fare, e con enorme didpiacere dovrò rinunciare... ;-)

    RispondiElimina