domenica 29 dicembre 2013

I migliori e i peggiori


Quali sono stati i migliori libri che avete letto nel 2013?
E i peggiori? 
Ecco la mia classifica; purtroppo ho letto poco, una sessantina di libri in tutto. Le mie liste, quindi, non hanno un gran significato... diciamo che faccio questo post perché voglio sapere le vostre liste :) 

I peggiori tre. Non ho letto troppi libri orribili; persino nel pessimo Non cercarmi mai più, come dicevo qualche giorno fa, ho trovato cose positive. È difficile che mi ritrovi nella situazione di pensare: Dio, che porcheria!
Mi è successo in tre casi, quest'anno:

3) Il bronzo va a "The Secret Diaries of Miss Miranda Cheever", di Julia Quinn (pubblicato in Italia con il titolo "Il segreto di Miranda"). Non ne ho fatto una recensione: ne parlavo in un commento sulla pagina dei consigli. In pratica i due protagonisti sono infantili, superficiali, a tratti decisamente ti fanno sospettare della loro intelligenza. No, togliamo l' "a tratti".

2) L'argento va a "Tutto ciò che sappiamo dell'amore", di Colleen Hoover. Inizialmente, ho considerato questo romanzo solo improbabile e sconfortante; poi, seguendo le prodezze dell'autrice - nell'ultimo capolavoro parla di pedofilia con superficialità criminale - ho capito che usare le tragedie umane come carta da culo è, dopotutto, una cosa buona e giusta. Almeno per le casse della Colleen.

1) "Gabriel's Inferno", di Sylvain Reynard. Un libro che ridefinisce i termini "brutto romance". Un outsider; il vincente designato di ogni gara di bruttezza. 

E i migliori? Beh, di questi ve ne metto cinque. E ce ne sarebbero ancora, perché ho letto molti libri che mi sono piaciuti molto, e meriterebbero di finire in classifica.

5) Al quinto posto c'è "Le malizie di un duca", di Laura Lee Guhrke. Un gran bel romance, a cui sarebbero da affiancare altri dell'autrice che, se non conoscete, vi consiglio di scoprire. 

4) "Come inciampare nel principe azzurro", di Anna Premoli. Mi è piaciuto da matti; ho letto la versione più snella, quella autopubblicata. Quella Newton Compton, a una prima occhiata, mi è sembrata inutilmente gonfiata. 

3) "L'assistente ideale", di Cecile Bertod. Ho adorato Adel; mi è piaciuto lo stile dell'autrice. Per il genere brillante, una piccola perla da scoprire.

2) "Open", di Andre Agassi. Non c'è molto da dire; è semplicemente una autobiografia magnetica.

E ora...


1) "La figlia del matematico", di Laura Kinsale. Il migliore romance del 2013 e, forse, di sempre.

34 commenti:

  1. Woah, per me è difficilissimo fare le classifiche di questo genere. Sto, tra l'altro, ancora leggiucchiando e spero di finire almeno un altro libro prima della fine dell'anno.

    I libri che ho apprezzato maggiormente sono:
    The woodlanders (Nel bosco) di Thomas Hardy, per il modo in cui lo scrittore costruisce un melodramma in cui si alternano farsa e tragedia, per l'abile gestione di un folto gruppo di personaggi, per la sorprendente padronanza del linguaggio e per il finale magnificamente umano e realistico;

    Girl reading di Katie Ward, un romanzo che, però, è costruito come una raccolta di racconti, in cui le protagoniste sono tutte donne sorprese, nella narrazione, quando hanno a che fare con libri o lettura, finale a sorpresa (non posso dire altro);

    Il vaso d'oro e altri racconti di E. T. A. Hoffmann, un esempio di letteratura pre-romantica e romantica trasognata in lingua tedesca, in cui si vede come l'elemento fantastico e il suo carattere totalizzante si evolvono nell'autore nel tempo e, ovviamente, un bellissimo racconto dell'orrore, L'uomo di sabbia.

    Se è stato difficile tirare fuori dal gruppo 3 preferiti, trovare quelli che ho apprezzato di meno è ancora più complicato.

    Alla fine ne ho trovato solo uno:
    Habits of the house di Fay Weldon, ambientato in epoca edoardiana, mi ha subito incuriosita, ma si è rivelato il romanzo che ha meno gratificato il mio gusto personale nel 2013. L'ho trovato esagerato, in tutto, ma soprattutto nel forzare la mano con la farsa, nel ridicolizzare le abitudini dei nobili, anche se all'epoca erano consone alla loro posizione... Non ha fatto per me, ma non è necessariamente brutto o scritto male.

    Buon proseguimento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, mi sono appena ricordata di un altro libro, letto nel 2013, che mi è piaciuto moltissimo: Possession di A. S. Byatt.

      Elimina
    2. Spunti davvero interessanti, come sempre, grazie mille Ludo!
      Ma Thomas Hardy mi spaventa da morire... ai suoi protagonisti finisce sempre tutto storto... non so se riuscirò mai ad affrontarlo, lo ammetto :'(

      Elimina
    3. Io, a volte, ho una mentalità un pochino distorta. Nella mia testa, Nel bosco ha un lieto fine (in realtà ha un finale misto e realistico) perché a me... non posso dire o svelerei troppo.

      Elimina

    4. Allora sai, non avendo mai letto nulla di lui - ho in libreria un "Jude l'Oscuro" di cui per caso vidi il film, e che quindi non leggerò mai, perché il suo pessimismo mi lasciò perplessa, triste, arrabbiata... - potrei provare con questo...

      Elimina
    5. Che io sappia, solo Under the greenwood tree (Sotto gli alberi) è un libro totalmente positivo e con un vero lieto fine.

      Con Thomas Hardy, bisogna prepararsi a qualcosa di triste o a un finale tragico, ma a me tendenzialmente piace il percorso per arrivarci. Per quanto riguarda Nel bosco, in particolare, quello che potrebbe essere considerato un finale un po' deprimente, io l'ho trovato un bel finale realistico e - nella mia mente contorta - c'è più speranza in quel finale che non in un vero lieto fine (vero e lieto, si fa per dire, poi.) Vorrei dir di più, ma darei via proprio tutto...

      Elimina
    6. Devo dire che, se intendevi incuriosirmi, ci sei riuscita pienamente! Mi piacciono i classici, e questo finisce dunque in wishlist.
      Grazie Ludo!

      Elimina
    7. Ho trovato un'edizione inglese per i classici totalmente gratuita. .. un delirio. .. non so quanti ne ho scaricati nel giro di 5 minuti. ... spero non sia troppo difficile leggerli.

      Elimina
  2. Buongiorno carissima Nina, è un pò che manco dallo scriverti e questa cosa mi è veramente mancata :) sono stata un pò incasinata al lavoro e lo sarò ancora per un mesetto buono ma non potevo non scrivere in questo post che racchiude un pò tutto il bene e il male del 2013 ecco le mie riflessioni partiamo dai peggiori .
    - Uno dei peggiori libri che ho letto quest'anno è sicuramente PER SEMPRE di Kathleeen Woodiwiss
    - sempre sul solito stile anche TUO PER SEMPRE di Lisa Kleypas
    - Poi so' che a te è piaciuto ma a me la protagonista ha fatto entrare un nervoso ....m 'irrita quella donna , sto' parlando di TI PREGO LASCIATI ODIARE di Anna Premoli

    questi sono quelli che mi sono venuti subito in mente di scrivere , poi ce ne saranno stati altri che adesso non mi vengono ...ma questi tre libri per motivazioni diverse mi hanno proprio fatto pentire di aver acqusitato il libro.

    Ma veniamo invece ai migliori , per quanto mi riguarda i migliori per me sono quei libri che ti sorpendono , che ti emozionano e a volte le sorprese migliori ti arrivano da nomi sconosciuti , da romanzi non famosissimi ma che per te diventano unici vediamo ...

    - sicuramente ho adorato i libri di Susan Elisabeth Phillips e la sua saga dei Chicago Stars ...
    - Per la mia prima esperienza in E-book mi sono emozionata con la Sposa di Salt Hendon e il seguito Ritorno a Salt Hendon di Lucinda Brant.

    - molto carino anche Domani Mi sposo di
    sherlock alison

    - e poi un libro che mi pare si chiami Lemonade ...di una Certa Pennacchi....la conosci ??? Ecco per quanto mi riguarda il protagonista mi è entrato nella pelle con il suoi lati negativi e positivi e spero di poter leggere un giorno un sequel ...mi mancano tanto quei due..che faranno ??? :(

    PS. - Per il libro capitan Swin quando è previsto il cartaceo...senno' lo prendo in Ebook -
    PS. 2- Nina ora sto' leggendo l'ultima estate a deyning park di judith kinghorn ... te lo STRA....CONSIGLIO .. è stupendo emozionante romatico reale ...lo adorerai .

    Buon Anno Un abbraccio Irene

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ecco perché amo le liste... mi vengono in mente un sacco di cose e di spunti di lettura!

      >> la Sposa di Salt Hendon e il seguito Ritorno a Salt Hendon di Lucinda Brant

      Questo! Questo sarà mio, cavolo! Me lo riprometto sempre, di leggerlo, e poi mi scordo, grrrr ma dove ho la testa? Ho sentito meravigliose recensioni su questo eBook; appena lo leggerò ti farò sapere! Grazie intanto per averlo riportato alla mia memoria.

      >> m 'irrita quella donna , sto' parlando di TI PREGO LASCIATI ODIARE di Anna Premoli

      Ahhahahah... la mitica Jenny e i suoi pugni sul naso... :D

      >> Per il libro capitan Swin quando è previsto il cartaceo...

      Non lo so, ahimè... il Dark Project mi ha risucchiato! :(

      >> - molto carino anche Domani Mi sposo di sherlock alison[..]l'ultima estate a deyning park di judith kinghorn

      Wish-wish-wishlist! Fatto spazio, segnati!
      Grazie per i mille consigli, Irene!

      Elimina
  3. Ciao Nina, sessanta libri non mi sembrano pochi per una che deve dividere la lettura con la scrittura^^
    Anche io sono sulla sessantina, libro più, libro meno, ed è così quasi tutti gli anni: sono così abitudinariaXD
    Passo alle mie liste:

    I migliori letti quest'anno:
    - Le braci di Sandor Marai (il triangolo noooo, non l'avevo considerato...!)
    - Verde oscurità di Anya Seton (te ne ho già parlato, l'ho adorato, semplicemente *__*)
    - Il medico di corte di Per Olov Enquist (altro Capolavoro e bellissima storia d'amore)
    - Le vergini suicide di Jeffrey Eugenides (scritto magnificamente, davvero bello, nonostante la storia sia sconfortante assai...)
    - Il miglio verde di Stephen King (e qui non servono parole, forse sto ancora piangendo)

    I peggiori (parecchi quest'anno, accidenti >__<)

    - Le coincidenze dell'amore di Di Colleen Hoover (e vabbè... io so che tu sai e comprendiXD)
    - I segreti di Amber House di Kelly Moore, Larkin Reed, Tucker Reed (semplicemente... boh! E dire che anche questo ha ottime recensioni in giro per il web! Io l'ho trovato infantile e scritto malissimo.)
    - Il primo caffè del mattino di Diego Galdino (scontato, banale, noioso, stucchevole)
    - Storia catastrofica di te e di me di Jess Rothenberg (la catastrofe è il libro stesso!)
    - Le affinità alchemiche di Gaia Coltorti (un grande MAH! l'autrice, 17enne quando lo scrisse, si compiace molto di se stessa...)

    I libri che hai citato non li ho letti, però ho 'La figlia del matematico' sul lettore ebook... lo metto in Wishlist!



    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> Verde oscurità di Anya Seton (te ne ho già parlato, l'ho adorato, semplicemente *__*)

      Ecco, ecco, ecco! L'ho dimenticato di nuovo! Dannazione, non ce la farò mai... mai, a leggere tutto quel che voglio.
      Wishlist, ci sei? Dai, non brontolare, è l'ultimo libro che aggiungo, giuro... ehi, torna subito qui!
      Sigh.

      >> Le coincidenze dell'amore di Di Colleen Hoover

      Mi sale il crimine quando penso alla Colleen. Quella donna fa brutte cose alla mia anima :D

      >> Le affinità alchemiche di Gaia Coltorti

      Stroncatissimo, questo libro, ne ho letto di ogni su millemila blog; ne sto alla larga vè!

      >> 'La figlia del matematico' sul lettore ebook... lo metto in Wishlist!

      È "solo" un romance, ne rispetta pienamente le caratteristiche, perciò non aspettarti di più; ma nel genere, una vetta. La versione italiana è un po' così, ma la Kinsale scrive benissimo, e resiste ai boicottaggi della traduzione. Io l'ho adorato <3 Fammi sapere se ti piacerà.

      Grazie per la lista, Francesca! *adoro adoro adoro*

      Elimina
    2. Anche a me piacque moltissimo Verde oscurità quando lo lessi. Sono contenta che sia di nuovo largamente disponibile in italiano perché credo possa piacere a molti.

      I segreti di Amber House a me ispirerebbe anche, ma non ho ancora trovato l'ispirazione giusta per procurarmelo e leggerlo.

      Elimina
  4. Ho fatto questo lavoro proprio ieri!
    Li conto (sia in italiano che in inglese) e poi eleggo il migliore, non ho mai eletto il peggiore però.
    io ne ho letti 59 e per me sono pochi, di solito sono intorno al centinaio, ma i primi tre mesi non ho letto nulla perché mi faceva venire la nausea... è stato un anno particolare... :P

    Il mio libro dell'anno quest'anno... sono 2, è un parimerito. non faccio classifiche perché non sono capace e rimarrei indecisa per ore, e sono: "Cuore nero" di Amabile Giusti e "The shadow and the star" della divina Kinsale.
    Sono rimasta indecisa (appunto) su "Flowers from the storm", altra lettura portentosa di quest'anno, solo che mi sta sulle palle Maddy alla fine, per cui mi è rimasto quel "toc" di amarognolo che non mi va giù.
    Mentre "The shadow and the star" l'ho amato completamente, in tutti i suoi aspetti.

    Per la prima volta sono andata a vedere i peggiori e devo dire che anche qui è un parimerito tra due: "The bachelor list" di Jane Feather, quasi illeggibile, e "Il fiore sbocciato" di Kathleen Woodiwiss, che francamente in più punti mi ha fatto venire il dubbio che non sia passato per le mani dell'editor perché una ripetizione continua, la protagonista è super-mega-fantastica non si capisce bene per quale motivo e insomma, decisamente scadente per me. Non vedevo l'ora di arrivare alla fine, e non nel senso positivo.

    che bella questa cosa condivisa, l'unico problema è che mi fa venire voglia di correre a comprare e ho appena fatto il buon proposito di non comprare più libri finché non ho smaltito quello che ho imbarazzantemente a casa...

    poi vorrei farti notare che il bronzo delle letture schifose te l'ho consigliato io! ahah, grande manu...
    però d'altro canto ti ho anche consigliato il migliore di quest'anno! pareggiamo almeno... fiuh...

    e poi vorrei solo dire che le liste di Ludo e Francesca mi fanno vergognare un pochino... :S

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> poi vorrei solo dire che le liste di Ludo e Francesca mi fanno vergognare un pochino... :S

      Ahhaha, quello che ho pensato appena le ho lette! Io sono very terra terra. Maccheronica, anche; almeno tu puoi sfoggiare qualche titolo in inglese, ve' ;)

      >> però d'altro canto ti ho anche consigliato il migliore di quest'anno

      Non potrò mai ringraziarti abbastanza per avermi presentato la Kinsale. Sì, adepta anch'io della divina! :D

      Non ho letto i tuoi due peggiori (e per fortuna, direi) e per i migliori, spero in una ristampa di "Non c'è niente che fa male così" per potermi gustare la Giusti in un genere che mi è più congeniale. "The Shadow and the Star" mi era piaciuto assai, ma l'inglese della Kinsale non è semplice e per questo la sua lettura, per me, non è stata scorrevolissima; forse per questo l'ho apprezzato meno de "La figlia del matematico", letto prima in italiano (anche se in traduzione la consecutio temporum è, diciamo, resa in modo... fantasioso) e poi apprezzandone pienamente la versione inglese.

      Elimina
    2. Confesso che a me The bachelor list non dispiacque, ma lo lessi solo a spizzichi e bocconi.

      Anch'io sono tra quelle che ha incoraggiato Nina a leggere The secret diaries of Miss Miranda Cheever. Lo adoro, nonostante i suoi difetti evidenti!

      Signore, non c'è mai da vergognarsi per quello che si legge. Io ho letto e apprezzato il mondanissimo I sotterranei della cattedrale di Marcello Simoni che è stato vittima di una stroncatura dietro l'altra.

      Elimina
    3. Non mi era piaciuto principalmente per due motivi: 1. Il suo modo di scrivere e 2. È ambientato ai primi del novecento e la protagonista si comporta come una ragazza di oggi. Capisco che fosse una un po eccentrica col giornale segreto eccetera, ma decisamente troppo. .. poi il modo di trattare la verginità delle sorelle mi sembra assurdo per i giorni nostri figurati per quell'epoca... (ah, parlo di the bachelor list) cmq peccato perché mi intrigava l'idea del giornale segreto, di donne di quell'epoca che scrivono di nascosto. .. ma è stato uno dei pochi libri che finisco e penso "che brutto"... non mi capita quasi mai, di solito riesco sempre a trovare qualcosa da salvare. ...

      Nina, magari la giusti lo ripubblica a poco prezzo in ebook quando ritorna in possesso dei diritti, come sta facendo per i suoi lavori nuovi... questa è una supposizione mia eh, niente che io sappia per certo...

      Elimina

    4. >> Nina, magari la giusti lo ripubblica a poco prezzo in ebook

      Speriamo! Questa cosa dell'irreperibilità dei libri nell'era del digitale è inconcepibile... santo cielo, se non serve a questo, la rivoluzione ebook, a che altro serve?

      Elimina
  5. Anche io mi vergogno... Ma partecipo uguale.
    I migliori sono: Capitan Swing e Lemonade (+ il secondo perché ho un debole per Chris), la stella di giada e quelli di SEP
    I peggiori: "beatiful bastard" (ingannata dalle recensioni), "un'occasione d'oro" della Gibson e "a che gioco giochiamo?" di kinsella
    Aggiungo un 4 pessimo libro (purtroppo sarebbero anche di piu) "inferno" di Dan Brown, mi era piaciuto "il codice da Vinci", molto meno "angeli e demoni" pero ho voluto riprovarci. Pessima idea!!!! Come una pessima idea e stata ripescare Grisham di cui avevo un'ottima opinione dopo aver letto i suoi primi 9-10 romanzi. Ma forse a lui daro un'altra possibilita con l'ultimo uscito.
    Consiglio la serie delle "audaci zittelle" della Kleypas per le amanti del romance in costume. Divertente sopratutto il secondo.
    Grazie a tutte per i consigli e sconsigli per gli acquisti.
    Ps: scusaye se mancano gli accenti ma sono scomparsi dal mio smarthphone (io e la tecnologia siamo due rette parallele) :'( :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. >> quelli di SEP

      Eh, ma così tu cali l'asso, non vale :D

      >> "beatiful bastard"

      Io ne ho lette alcune pagine, poi l'ho abbandonato... anche per questo non riesco a totalizzare molti "orribili", a fine anno... perché i libri che non mi piacciono li mollo a metà :D

      >> "un'occasione d'oro" della Gibson

      Questo è universalmente stroncato... credo di non averne letto neppure una recensione positiva!

      Elimina
  6. @nina: io leggo in inglese ma romance e paranormal... come in italiano. .. niente di raffinato insomma... riflettevo ieri che le cose più raffinate che ho sono Eco e qualche classico qua e là che mi ispira....
    della kinsale me ne mancano 3 e poi li ho letti tutti! E io ho trovato più difficile FFTS che shadow and the star... con quel modo di parlare di maddy... però è vero, non è mai una passeggiata la divina...

    @Dania: allora dan Brown provato e abbandonato con il codice da vinci, che come idea mi piaceva ma ho detestato il suo modo di scrivere.
    Audaci zitelle già lette, i miei preferiti sono però il primo e il terzo. E sappi che grazie a te ho poi preso la stella di giada pur non essendo convinta ma non so quando lo leggerò, sono sommersa... leggo troppo piano per quel che compro. .. :S

    RispondiElimina
  7. Quando ho terminato Lemonade, che metto al PRIMO posto, l'ho posizionato in libreria a fianco a L.Kinsale, con La figlia del matematico, letto tre anni fa...perché entrambi mi hanno letteralmente rapita e così coinvolta da lasciarmi il tipico vuoto da emozioni forti...ti senti così parte della storia che una volta tornata con i piedi per terra l'unica consolazione é rileggere e rileggere qualche estratto per curare l'astinenza ! Al SECONDO posto scelgo L'assistente ideale perché mi ha fatto ridere di gusto, ancora ne ricordo i dialoghi! Nella lista nera metto anch'io Beautiful Bastard e tutti gli yang adult fatti di scazzottate e gelosie primitive...Oddio ancora mi prudono i soldi buttati al vento ma chi li recensisce poi? Nella rete sono osannati, mah...e io che ci casco sempre.
    Dimenticavo, La finestra sul bosco di karen Robards, un romantic suspense divorato.
    Ciao !
    Summer

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> La finestra sul bosco di karen Robards, un romantic suspense

      Cosa leggono le pupille? Un romance? Questo scavalca tutti e passa al primo posto in wishlist! Sì, sento il bisogno di coccole ammore fantasia e, se c'è anche qualche sbudellamento, beh... tutto di guadagnato :D

      Grazie mille Summer per i preziosi consigli!

      Elimina
  8. Buongiorno Nina,
    scusa lo "sfracassamento" dei cosidetti, ma ho un problema!
    Non riesco ad avere Lemonade(cartaceo), su IBS. Lo da disponibile tra 4-5 settimane!
    Tempo fa erano 3 le settimane e ora 5.
    Mica hai la possibilità di averne una copia da pagare, naturalmente, direttamente a te???
    Lo voglio e sono mesi che non riesco a reperirlo.
    Scusa il disturbo!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte

    1. No, non mi disturbi affatto!
      Purtroppo non posso esserti d'aiuto: anche io non sono riuscita a reperire copie per me; ho avuto vari problemi su cui, ehm, sorvolo.
      Non so se sia ancora possibile reperire Lemonade su carta, a questo punto; temo di no. Mi dispiace moltissimo non poterti aiutare, Allegra :'(

      Elimina
    2. Grazie per la risposta,
      allora appena posso lo scarico su Ebook!
      Grazie ancora e a presto!

      Elimina
  9. Ciao Nina!
    Che bello, non vedo l'ora di averlo tra le mani il tuo dark project. Troppe 500 pagine? Scritte da te anche il doppio, e credo che in molti la pensino come me.
    Bellissimo "la figlia del matematico", sta nella mi a top ten!
    Però sono curiosa: cosa diamine hai trovato di buono in "Non cercarmi mai più?!"

    Marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. >> cosa diamine hai trovato di buono in "Non cercarmi mai più?!"

      Ah! È difficile dirlo, l'ho già rimosso. Lo stile scorrevole e privo di fronzoli, credo. La tecnica narrativa che spiega gli stati d'animo con esempi di vita vissuta. E il fatto di non aver voluto edulcorare Drew per farlo piacere a tutte.
      Per il resto, come ho già avuto modo di dire, credo che se Drew vivesse in italia sarebbe un berlusconiano doc, non tanto per il bunga bunga (Drew, perlomeno, non paga le donne con cui va, anche se comunque le disprezza) quanto proprio per i suoi sogni che, come quelli di Kate (sua perfetta anima gemella), sono riassumibili in una sola parola: soldi, soldi, soldi! Infatti per denigrare il precedente fidanzato di Kate dice che è uno spiantato, perché essere poveri è la vergogna massima per Drew.

      Elimina
    2. Sono riuscita a leggere una 50 di pagine e Drew l'ho detestato fin da subito: assolutamente poco credibile. Poi Silvia Leggiamo ha pubblicato la sua recensione (assolutamente condivisibile), quindi mi sono sbellicata dalle risate e ho deciso di abbandonarlo, tanto non migliorava!
      Per quanto mi riguarda se l'originalità stava nel punto di vista maschile l'autrice ha preso una cantonata.

      Marta

      Elimina

    3. Sì ho letto anch'io quella recensione! Fortissima.
      È qui se qualche ragazza vuole leggerla: http://leggiamo-blog.blogspot.it/2013/12/recensione-non-cercarmi-mai-piu-di-emma.html

      Elimina
  10. Tutto Ciò che Sappiamo dell'Amore (ma se restavate ignoranti era meglio) è anche nella mia lista dei peggiori xD
    Laura Lee Guhrke mi piace molto, anche perché adoro i bastardi di fatto e non di nome!

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> Tutto Ciò che Sappiamo dell'Amore è anche nella mia lista dei peggiori

      Questo fa di noi persone molto brutte, sappilo! :D

      Elimina
    2. U.U me ne rendo conto... Sopravviveremo?

      Elimina

    3. Sì sì, anche perché stare lontano dalla Colleen è altamente salutare: quella donna porta una sfiga tremenda, nei suoi libri muore qualcuno ogni tre pagine :D

      Elimina