martedì 10 dicembre 2013

Aggiornamento Dark Project/2


FINITOOOOOOOOOOO!


Cioè, finita la versione beta a cui seguirà la prima stesura a cui seguirà la versione definitiva. (Yeah, life sucks!) Per farvi capire il livello di elementarità di questa fase, considerate che l'ho scritta in Notepad; niente formattazione del testo, niente corsivi, niente cura formale o attenzione ai refusi, solo la storia e i dialoghi scritti di getto, con le descrizioni necessarie alle coordinate del qui e ora.

Esempio di ultimo capitolo in fase beta.
Beh, che c'è?

Ora, pausa per un paio di settimane. Cioè, a parte aggiungere qualche frase che i personaggi mi suggeriranno mentre sono al lavoro (momento in cui la mente è più portata a distrarsi in assoluto, come voi tutte sapete) recupererò il tempo perduto. Leggendo (ho una wishlist pressoché infinita) e guardando serie TV.

In quest'ultimo mese di Full Dark Project Immersion ho letto pochissimo: solo due libri. Il primo è "Dannazione" di Chuck Palahniuk; libro che vi sconsiglio nel caso in cui situazioni, ehm, particolari (e quando dico particolari, mi riferisco a scene tipo "Testa Mozzata Pratica Cunnilingus a Demonessa Gigante") vi turbino; nel caso opposto, invece, è passabile. Anzi, mi spingerei a definirlo carino, se non cadesse sul finale in un anticlimax quasi da denuncia penale. 

Il secondo libro è stata la rilettura di Cime Tempestose. Ve ne vorrei parlare approfonditamente, ma ci rinuncio perché non saprei rendere giustizia a uno dei libri più belli mai scritti. È facile capire perché sia meno citato di "Orgoglio e Pregiudizio", e perché io stessa abbia aspettato anni, almeno dieci, per rileggerlo. Quando leggi Orgoglio e Pregiudizio non stai male per i personaggi; la stessa ironia dell'autrice smorza il dramma, e tu sorridi, provi emozioni pacate, ti stupisci per l'acutezza di Jane Austen... ma non ti risvegli la notte sentendo i fantasmi che ti sussurrano all'orecchio, come è successo a me qualche sera fa.
"Cime Tempestose" fa male. Con la Brontë tutto è viscerale, istintivo, doloroso persino, a partire dal linguaggio pieno di epiteti e turpiloquio (anche esplicito). La comprensione dei sentimenti umani è totale. Fa male, ma quando arrivi alla fine, ti senti ripagata per ogni sofferenza, e io non posso che suggerirvi di leggerlo se non l'avete ancora fatto.





101 commenti:

  1. Congrats are in order.

    Il tuo modo di scrivere mi ha ricordato come scrivevo i temi a scuola: il primo approccio non era mai una stesura, ma un buttare giù idee e concetti, poi si passava a una stesura in cui vedevo di organizzarli in frasi di senso compiuto e così via...

    Per curiosità, puoi fornire qualche highlight della tua wish list. Potrei (potremmo) trarne ispirazione.

    RispondiElimina
  2. E' vero, anch'io sono anni che non rileggo Cime tempestose (uno dei miei classici preferiti in assoluto) mentre con capolavori del calibro di Orgoglio e pregiudizio e Jane Eyre non ho nessunissimo problema a rileggerli in varie versioni (fumetti, graphic novel etc). Comunque sono felicissima del fatto che tu abbia finito la prima stesura del tuo nuovo libro; inutile dire che sarò, come sempre, una delle prime ad acquistarlo e a leggerlo... non vedo l'ora!

    RispondiElimina

  3. Ecco la mia wishlist, allora :D
    È tutto molto leggerino!

    1) Rileggere Jane Eyre. Elisa, lassù, dice che lei lo rilegge tranquillamente... io no! Ci sono alcune scene che mi turbano, come quella della compagna di classe e della "stanza rossa". Ma ora sono in trip da classici e devo rileggerlo!

    2) "Rosaspina, una fiaba dark" di Luana Semprini. Suggeritomi da Summer tempo fa, la trama mi ha intrigato abbestia! (Tanto da farmi scordare anche l'italiano :D ) Le recensioni su Amazon mi fanno pensare che sia un genere adatto a me: amo i miti, le fiabe e le loro rivisitazioni. Inoltre, essendo un romanzo autopubblicato, spero di trovarci quella visceralità che in genere manca nei romance delle grandi CE. Unico limite, che mi fa tentennare, è che fa parte di una duologia, e la seconda parte non è ancora in vendita. Io ho bisogno di sapere subito come va a finire!

    3) "Biscotti e sospetti" di Stefania Bertola. Non ho mai letto nulla di questa autrice e vorrei cominciare con questo che pare il suo più famoso.

    4) "Non cercarmi mai più", di Emma Chase, consigliatomi da Dania!

    5) "La ragazza fuori ufficio", di Nicola Doherty

    6) "Stoner", di John Williams. Non chiedetemi cos'è, perché lo voglio leggere, di cosa parla. Non lo so. Ma l'ho sentito nominare talmente tante volte che ora mi tocca leggerlo. Almeno dargli una sfogliata. Spero che sia una bella sorpresa come "Open" di Agassi.

    7) "Il gioco dell'inganno", di Adele Vieri Castellano. Qui devo confessare una colpa grave. Unica in tutt'Italia, non ho apprezzato il suo Rufo e non ho neppure voluto conoscere meglio Aquilato. Ecco, l'ho ammesso, finalmente. Ma questo romanzo è ambientato in tempi più recenti, il protagonista è sfregiato e io... ci voglio riprovà!

    8) "Voglio guardare", di Diego De Silva. Sapete che ho un debole per come scrive questo autore anche se poi non gli mollo mai più di tre stelline.

    9) ... per ora mi fermo qua...

    E voi? Se avete consigli, datemeli in queste due settimane, è il momento giusto... che poi mi ributto anima e corpo nel dark project!...

    RispondiElimina
  4. Wow!!!!!! ...una bella lista, non c'e che dire!!!! Penso che mi butterò su Adele Vieri Castellano, la trama mi ha incuriosita, e poi.... A me Rufo è piaciuto!!!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> A me Rufo è piaciuto!!!!

      Non ne dubitavo, sono io che sono strana ^^
      E pensa che invece non ho detestato Livia, anzi, lei mi è piaciuta, mentre tutte le lettrici volevano prenderla a badilate nei denti :D

      Elimina
  5. NOOOO, NON TI è èIACIUTO RUFOOOOO????
    IO HO PERSO LA TESTA PER LUI!!!
    E L'HO PREFERITO AD AQUILATO!
    IO PERò NON HO ODIATO LIVIA, ANZI L'HO APPREZZATA!
    PS. HO GIà LETTO BISCOTTI E SOSPETTI. UN LIBRO MOLTO "PARTICOLARE", PERSONAGGI DICIAMO UN Pò SOPRA LE RIGHE, MA CHE MI HANNO FATTO PASSARE UN Pò DI TEMPO IN TRANQUILLITà!
    SALUTO
    Chiarina
    aaahhhh PPS. in bocca al Lupissimo per questa nuova tua avventura!

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> IO HO PERSO LA TESTA PER LUI!!!

      Ahahah, lo so... è piaciuto a tutte, proprio a tutte!!!
      A me sarebbe persino potuto piacere, alla fine (anche se la sua attrazione per Livia, dovuta ai begli occhi di lei, non mi ha proprio soddisfatta) ma a un certo punto fa qualcosa che proprio non mi va giù e che ha spezzato qualcosa tra
      me e questo libro. In ogni caso, Rufo è da sbavo, fisicamente parlando... ^^

      Elimina
  6. ahaha che bel post e commenti... il capitolo 52 mi è piaciuto molto!! e anche la scena estremamente verosimile di palanhiuk!! ahah
    però son troppo felice che hai finito, anche se ci vorrà ancora un po' per leggerlo noi mi sa!

    io ho provato tutto ieri a scrivere ma la connessione non funzionava... volevo dirti: ho riniziato Lemonade proprio ieri, anche io come meritato riposo!
    è bellissimo come con poche parole riesci a far passare certe cose. come per es. lo schifo di Bernard, che non dici mai che è un pedofilo nella prima scena, ma si capisce, e i termini che usi lo fanno risultare proprio viscido e schifoso.
    e quanto mi piace la scena della biblioteca... mamma mia... ma basta lemonade se no vado avanti tre ore...

    ora che ho trovato questo post però devo assolutamente dire delle altre cose:
    - ero impazzita a suo tempo per questa canzone di kate bush e ancora di più per la versione degli Angra!
    - biscotti e sospetti a me ha fatto letteralmente schifo
    - rosaspina l'ho preso pure io! mi intrigava di brutto!
    - cacchio, ora mi fai venire voglia di riprovarci con la castellano anche a me! pure io avevo bypassato aquilato!
    - anche io sono dell'idea che quando c'è ironia la storia prenda meno le viscere, anche io sento diversamente, come hai spiegato facendo il paragone con orgoglio e pregiudizio. però è normale... l'ironia alleggerisce... è fatta apposta. inoltre anche se sto più male con storie non ironiche, a me piace molto l'ironia e spesso ricerco proprio cose leggere apposta... non so se mi sono spiegata, cioè sento diversamente, ma a modo loro mi piacciono entrambe...

    RispondiElimina
  7. No, scusa... hai finito una prima stesura in due mesi??! Ammirazione, inchino e un pizzico di sana invidiaaaa!XD
    Quello che dici su Cime tempestose lo condivido in pieno: anche io vorrei rileggerlo, ma ne ho troppa paura. Tutte le riletture di libri che ho amato, in genere, mi spaventano...
    Una curiosità: come hai intenzione di muoverti per il dark project? L'iter classico e burrascoso dell'invio alle ce o punti direttamente all'autopubblicazione (sotto pseudonimo, come dicevi)? Ma soprattutto... noi quando potremo leggerti? ^_^

    RispondiElimina
  8. @Francesca... non vorrei risultare antipatica puntualizzando quello che sto per puntualizzare, ma anche se avesse fatto questa stesura in due mesi in totale... nel capitolo 52 c'è una frase... e la frase è "e vissero tutti felici e contentu."... ed è scritto in notepad...
    cmq se ti dico questa ti spari: una volta ho letto che Nalini Singh ha scritto la prima stesura del primo libro della sua fortunatissima serie degli Psy-changeling in 3 settimane!

    @Nina: allora,
    - rosaspina non l'ho ancora letto, se vuoi possiamo leggere insieme pure quello ma io sono lenta ultimamente eh, poi prima di tutto devo finirmi Lemonade.
    - quello della castellano è solo in carta! quindi dovrei cmq aspettare che mi arrivi, te ce l'hai già? potremmo iniziare prima con rosaspina allora, poi a Lemonade ho appena sorpassato la biblioteca per cui mi manca ancora un po'...
    - Lemonade: io sono una lettrice di regency tipica e l'avevo preso con quell'intento, la mia reazione non è stata così fulminea però devo dire, nel senso che alla biblioteca ero intrigatissima ma ancora pensavo che fosse solo un eroe un po' più cattivello del solito, ma non avevo ancora realizzato l'estensione del non-romanticismo di Chris... è stato nell'altra famosa scena (non spoilero tanto sappiamo) che ho aperto la bocca per una decina di minuti senza più richiuderla... tra l'altro in alcuni romance ci si avvicina molto a quel punto ma non succede mai veramente, per cui, come ti avevo raccontato a suo tempo, in quella famosa scena ero ancora in uno stato del tipo... "tanto adesso si ferma. mo' si ferma. si ferma, vedrai manu che si ferma. ma vuoi dire... naaah, adesso si ferma. oh casz******iterina, non s'è fermato!" ed è stato solo là che ho capito...
    su di me è andata così. :)))
    - sulle sorelle bronte però la vediamo diversamente (ho letto anche Agnes Grey della terza sorella due anni fa quando mi era partito il trip dei classici), ovvero non ci trovo nulla di ironico, in nessuna della tre. voglio dire la Austen ha fatto dire ad un tratto a qualcuno (non ricordo già più bene, forse alla stessa Elizabeth) che Elizabeth ha cominciato a cambiare idea su Darcy dopo aver visto Pemberley... ahaha... oppure com'è descritto il signor Collins? cmq poi quando ho scritto intendevo anche oltre ai classici, pensavo per esempio all'Assistente Ideale, che ho appena letto, che è molto simpatico, ma la storia d'amore non mi ha ritorto le viscere, per niente, o un altro esempio, "Bang, bang, tutta colpa di un gatto rosso" e "Alta marea a Cape Love" di Viviana Giorgi (della quale ho molto più amato il primo), o a "Volevo solo una vita tranquilla" della Talò, o a tutti i libri della Kinsella... cioè in quel senso intendevo... tutti questi libri mi sono piaciuti molto ma non mi hanno scombussolato le budella, per dirla alla Pretty Woman...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. >> potremmo iniziare prima con rosaspina allora

      Ok, ci sto! Io ora sto leggendo Jane Eyre, mi fai sapere quando cominci che comincio anche io!

      >> ho letto anche Agnes Grey della terza sorella

      Anche io lo lessi, anni fa, e mi colpì al punto che... non mi ricordo assolutamente nulla di quel che c'era scritto!

      >> sulle sorelle bronte però la vediamo diversamente [..]ovvero non ci trovo nulla di ironico

      No, sullo stile neanche io... mi aveva colpito l'ironia della situazione, nel finale, nel senso che è un ribaltamento di tutto quello che Heathcliff ha fatto fino a quel momento, ma se parliamo di guardare con distacco le cose, coglierne gli aspetti buffi o ridicoli ecc, le Bronte non lo fanno, sono d'accordo.

      (A parte forse quella scena verso l'inizio con il signor Tontolon de' Tontoloni (=Lockwood) a tavola con Heathcliff, Cathy e Hareton, dove il De Tontolonis non ne azzecca una, dice una frase sbagliata dopo l'altra... :D )

      Elimina

    2. Ah, giusto, dimenticavo (e visto che siamo in vena di confessioni scabrose): tu dici:

      >> "Bang, bang, tutta colpa di un gatto rosso" di Viviana Giorgi

      E io confesso che... l'ho abbandonato a pagina tre!!! Troppo, troppo, troppo esasperato nel suo voler divertire, l'ho sentito poco verosimile, impossibile per me immedesimarmi, e... adieu!
      Perdonamiiiiiiiiiiiiiiii lo so che sono una persona brutta ad averlo mollato, ma comunque non è detto che non riprovi a leggerlo, in futuro :)

      Elimina
    3. bene Nina, no ottimo davvero. se mai leggerai il mio libro ti farà cagare e lo abbandonerai a pagina 3 perché penso di aver scritto con quello stile. ora sono depressa.

      cmq tornando al nostro programma di lettura, sappi che mi è arrivato poco fa il libro della castellano, che ha una di quelle copertine che odio, perché mi fa vergognare quando i miei ospiti curiosano nella mia libreria...
      ed è ab-qualcosa, ab-norme (scusa, ho appena rivisto Frankenstein Jr e sono giorni che vado avanti così... e con "sedatavooo?" e con "io.non. mi. arrabbierò.")
      cominciamo lo stesso con Rosaspina, che mi sa è più breve.
      a Lemonade ho appena superato la prima vera notte di nozze, quindi ti avviso quando inizierò.

      Elimina
    4. Ahahah... sapevo che avrei fatto danni dicendolo... nuuuuuuuuuuuuuu boccaccia mia maledetta :D
      PS. La copertina del gioco dell'inganno è stata universalmente criticata: il tipo è unto :S

      Elimina
  9. Allora mi intrometto come al solito per dire che
    della Bertola ti consiglio: Ne parliamo a cena (il mio preferito, donne all'ennesima potenza) e Aspirapolvere di stelle (qua mi son piaciuti gli uomini)
    A me biscotti e sospetti mica è piaciuto... te lo sconsiglio perfino!!
    Skyla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Skyla, grazie mille per avermi salvata! Seguirò il tuo consiglio, of course, e anzi, "Ne parliamo a cena" finisce subito in cima alla wishlist.

      Elimina
  10. >>@Francesca... non vorrei risultare antipatica puntualizzando quello che sto per puntualizzare, ma anche se avesse fatto questa stesura in due mesi in totale... nel capitolo 52 c'è una frase... e la frase è "e vissero tutti felici e contentu."... ed è scritto in notepad...
    cmq se ti dico questa ti spari: una volta ho letto che Nalini Singh ha scritto la prima stesura del primo libro della sua fortunatissima serie degli Psy-changeling in 3 settimane!

    La cosa che mi sconvolge è il fatto, appunto, di avere tutta una trama in così poco tempo! O_O Io, in genere, brancolo nel buio fino alla fine! Che poi sia scritta in notepad, e ci siano capitoli di una sola frase, per ora, è relativo: il solo fatto di avere tutta la storia in testa e nero su bianco, già suddivisa in capitoli, benché ancora da rivedere e sistemare, in così poco, è ammirevole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. capisco quello vuoi dire, ma ho scritto quello per dire che il vero lavoro l'attende... buttar giù le idee è veloce alla fine.
      per quanto riguarda la trama, anche capisco quello che vuoi dire, però a me non sconvolge la cosa, penso che ognuno sia fatto alla sua maniera, e soprattutto ogni storia sia diversa. magari una storia ti viene intera subito e un'altra ti fa penare le pene dell'inferno...
      poi parlo più che altro per sentito dire esperienze di altri, il mio caso specifico è drammatico in proposito.
      tante idee fighissime, se posso dirmelo da sola, ma di concluse una e neanche la più figa, e grande grande fatica nello sviluppare la trama e soprattutto il fottuto climax finale, e grande grande fatica nel conciliare la scrittura con tutto ciò che è la mia vita.

      Elimina
  11. Torno per contribuire alla discussione su Jane Austen e le Brontë linkandovi un articolo molto interessante sulle considerazioni che Charlotte Brontë fece su Jane Austen: http://dustypagesinwonderland.blogspot.it/2013/11/perche-charlotte-bronte-odiava-jane.html
    Secondo Charlotte, Jane ignorava cosa fosse la passione ("Le passioni sono perfette sconosciute per lei") e alle sue storie "mancava qualcosa di essenziale, un elemento che in seguito lei stessa definì come 'qualcosa che vibra veloce, pieno, sebbene nascosto, che scorre attraverso il sangue'. Si tratta, ovviamente, del cuore."

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Stasera leggo l'articolo per bene, ora sono al lavoro, ma la prima considerazione che mi viene da fare è che non manca il cuore in Jane Austen (io, almeno, ce lo sento un sacco), ma la passione divorante che ti fa perdere il senno sì... anzi, è proprio vista male, come in Ragione e Sentimento (non uno dei miei preferiti; non lo rileggo mai).
      Elizabeth non piange mai per Darcy, anche quando pensa di averlo perso!
      In ogni caso, Charlotte dice che il cuore/passione è essenziale a una storia... ma è proprio vero? In realtà, ci possono essere mille modi di affrontare una storia, anche quello ironico e dissacrante di Jane Austen; non prende le viscere ma apre la mente, fa sognare (il cuore...) e poi, andiamo, devo proprio dirlo?... C'è un tizio di nome DARCY!

      Elimina
  12. Bisogna tenere anche conto che Jane scriveva in un periodo antecedente alle sorelle Bronte, calate in pieno romanticismo.
    Per quanto mi riguarda, l'unico libro di Jane Austen che mi ha fatto battere il cuore è 'Persuasione'. Cioè... vogliamo parlare della lettera del Capitano Wentworth??! E del Capitano Wentworth stesso? *__*
    Orgoglio e pregiudizio mi piace, insomma, a chi non piace? Però mi piace in modo tiepido, della serie: 'Sì, carino', e sinceramente, da un po' di tempo mi ha anche un po' stufato, con tutti questi rimaneggiamenti, trasposizioni, etc.. ce lo stanno propinando in tutte le salse >__<
    Darcy è Darcy, certo... ma io sono RochesterianaXD
    PS è interessante che, in Lemonade, ti abbiano accostata a Jane Austen quando secondo me, tu scrivi decisamente più in salsa Brontiana^^ (da pugni nello stomaco, ecco)

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> Cioè... vogliamo parlare della lettera del Capitano Wentworth??! E del Capitano Wentworth stesso?

      Vabbè grazie, tu mi cali l'asso :)

      >> è interessante che, in Lemonade, ti abbiano accostata a Jane Austen quando secondo me, tu scrivi decisamente più in salsa Brontiana^^

      Un misunderstanding dovuto, credo, al fatto che nella biografia avevo scritto che mi piaceva Jane Austen... ma il fatto che ti piaccia un'autrice non significa riuscire a scrivere come lei... ahimè :)

      Elimina
    2. vorrei da morire contribuire a questa conversazione ma il mio tempo sta scadendo...
      il cazzeggio è così limitato quando si hanno figli maledizione...

      Elimina
  13. Ciao, io Rosaspina l'ho già letto e un po' mi è piaciuto e un po' no... Non vi spoilero niente ma solo avvisare che purtroppo "continua" nel prossimo libro (uno dei motivi per cui non mi è piaciuto). Lui è tormentato il giusto tra l'amore e la sete di potere e lei tra l'amore e la paura (cosa per cui mi è piaciuto). Ma trovi entrambi troppo ingenui (io quello che faceva la strega lo capivo sempre qualche capitolo prima di loro). Però il dark mi piace ed è stato molto interessante leggere una fiaba rivisitata così.
    C'e però un altro libro che straconsiglio a tutti , si intitola La stella di Giada ed è ambientato ai caraibi ai tempi dei pirati. Bellissimo!!!!!!!! Una bella storia di odio, amore e sopratutto vendetta. Ricca di personaggi che si trovano alla fine tutti inevitabilmente coinvolti nella stessa guerra, chi da un lato e chi dall'altro. Leggete anche se "le storie di pirati non sono il mio genere" vi farà cambiare idea!!!!!! ;-)

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. Ho fatto casino con il cell e ho pubblicato due volte ed ora non riesco ad eliminarlo.... Scusate :-D
    Però aproffitto per dirvi la mia impressione sulla scena della biblioteca di Lemonade, e potrei fare propri un copia incolla di quello che ha scritto manu. Alla biblioteca ero rimasta tipo o_O cattivo il tipo... Mi piace!!!! All'altra famosa scena ..."tanto adesso si ferma, mo si ferma... Ecc" :O cavolina!!!!!!!! Nooooo!!!!! Sconvolta....
    Ma poi lo stupore peggiora andando avanti: più leggevo e più mi innamoravo di Chris nonostante quello che aveva fatto e continuava a fare... E mi dicevo:"sono una brutta persona?". Poi ho letto Capitan Swing e lì sì, ho deciso che sono una brutta persona... Perché a me l'eroe romantico, il principe azzurro buono bravo bello che non sbaglia mai e non fa del male a nessuno mi annoia... Sono attratta dalle canaglie !!!!!!
    Quindi, dai vostri commenti, uno dei prossimi libri che leggerò non avendolo mai fatto sarà Cime Tempestose :-D

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Sì, ti piacerà molto "Cime Tempestose", secondo me! Anche se Heathcliff è davvero esagerato nella sua cattiveria... ma ti innamorerai di Hareton, giuro!

      >> sono una brutta persona?

      E io, allora? Ops...

      Elimina
  16. Siete tutte un vulcano di idee, di spirito, di ironia e di future spese !
    Letture citate nel post:
    - i romani della Castellano non mi hanno preso x niente ...l'ho letto accelerando di brutto in più parti ma la storia e soprattutto il linguaggio 'romano' giuro mi ha creato seri problemi di comprensione e conseguente distacco emotivo.
    La copertina del nuovo romanzo con il solito corpo condito (d'olio!) mi fa scappare a gambe levate !!!
    - Viviana Giorgi, autrice che ho scoperto con Alta marea a Cape Love, romanzo spassoso e romantico, dove troviamo Gioia, un po' pasticciona, ironica e molto simpatica che si lascia trasportare dalla magia di questo paesino incantevole affacciato sul mare. E così sull'onda dell'entusiasmo ho acquistato Bang bang tutta colpa di un gatto nero, abbandonato ahimè ai primi capitoli. L'ho trovato piatto frettoloso e con situazioni 'forzate'.
    Ma talmente mi è piaciuto Cape Love , più recente tra l'altro, che credo leggeró il suo ultimo lavoro pubblicato, Tutta colpa del vento, ambientato nel Wyoming...con un cowboy e tanta tanta neve, x Natale è perfetto!
    - mi piacerebbe tanto rispolverare i classici ma mi sento così a corto di energie che a volte uso la scappatoia dei film, per appagare in parte la mia voglia di rileggerli
    -"Non cercarmi mai più", di Emma Chase, mi tenta molto,di sicuro sono influenzata dalle stelline di amazon :P

    @ manu
    >> il cazzeggio è così limitato quando si hanno figli maledizione..

    È così vero, sono così quotidiane queste parole che alla fine mi hanno fatto sorridere...perché per scrivere questo mio banale post ho sfruttato i 10 minuti di tempo dell'ebollizione della pasta, ma alla fine mi son sentita viva e felice ...'desso se magna!!!'

    @ Nina
    Grazie x questi spazi e per le tue condivisioni, buon lavoro !

    Summer.

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> i romani della Castellano non mi hanno preso x niente

      Dai? Siamo già in due, mi consolo! Però, per l'unto in copertina dell'ultimo libro... non è colpa della Castellano, perciò io un'altra possibilità gliela do perché la trama e il protagonista mi intrigano!

      >>Bang bang tutta colpa di un gatto nero, abbandonato ahimè ai primi capitoli.L'ho trovato piatto frettoloso e con situazioni 'forzate'

      Anche io ho avuto la stessa impressione, di forzatura, fin dalle prime righe! Ma se mi dici che Alta marea a Cape Love è diverso, ci riprovo.

      Elimina
  17. Eccomi! Sento già che questo sarà uno dei miei commenti ab-normi...

    Rifinito Lemonade... Ah... che sospirone!
    sai una delle mie scene preferite (non posso dire la mia preferita perché non riesco a scegliere) è quando sono a cena a casa di Anna e Chris con anche Lucy e Matthew e Anthony sta per partire, e parlano e a un certo punto lucy dice "è proprio un sorriso quello che vedo?" e Chris si risente e dice "non sarà la prima che vedete la vostra amica sorridere" e Lucy dice "ma non parlavo del sorriso di vostra moglie, signor Davenport"...
    sarà anche una piccola scena, un piccolo scorcio, ma sai quanto la amo?

    cmq, oggi inizio Rosaspina.

    @Dania: la stella di Giada l'ho adocchiato un paio di volte, mi attirava (soprattutto perché costava pochissimo) ma non mi fidavo fino in fondo nonostante le recensioni positive, non so perché... (e non perché le storie di pirati non sono il mio genere perché ne ho letti diversi e qualcuno è strepitoso, se leggi in inglese per es. "Till dawn tames the night"... ah, solo rinominarlo mi fa venire voglia di rileggerlo!! che protagonista meraviglioso...)
    se dici così però lo prendo allora... ho preso recentemente "I custodi della notte", anche quello costava pochissimo e mi attirava, con ottime recensioni, ma non ancora letto.

    @Summer: io ho avuto esattamente l'effetto contrario... in Bang bang ci sono delle battute che mi hanno proprio fatto ridacchiare e la storia ha un inizio, uno sviluppo e una fine.
    In Cape Love, per quanto mi piaccia come scrive, non mi ha preso molto e quando sono arrivata alla fine credo di aver capito che è perché (secondo me eh), manca totalmente di conflitto... il conflitto qual è? Grace? mmh... non mi sembra questo gran conflitto a essere onesti... e poi c'è un altro grande punto a sfavore, ovvero il colpo di fulmine.
    a me non piace molto quando i due si innamorano in tre secondi e sulla base del nulla...
    ed è più o meno quello che succede ai due..
    oppure, forse sarebbe meglio dire che non mi piace il colpo di fulmine consapevole... perché tornando a Lemonade, io credo che per es. Chris abbia avuto un colpo di fulmine per Anna (o quasi perlomeno), ma l'ha negato, negato fino alla fine e in ogni circostanza!
    cmq questo è un gusto mio personale.

    @Summer ancora: 10 min. dell'ebollizione della pasta eh? io attendo con impazienza che si addormenti povera stellina... mi sento sempre egoista quando lo vedo che comincia a portarsi le mani in faccia, sbadigliare e io praticamente saltello col computer in mano aspettando che parta completamente... :P

    RispondiElimina
  18. Anche io avevo adocchiato La Stella Di Giada, ma poi una recensione su Amazon mi ha fatto cambiare idea. Dei naufraghi che in mare si salvano bevendo acqua SALATA? No, dico... SALATA? Un colpo come questo e la mia sospensione d'incredulità si frigge, mi dispiace, io non lo leggerò. Un minimo di verosimiglianza ci vuole!

    Io sto leggendo "Non cercarmi mai più"... che bruttino :( Cioè, si fa leggere, ma mi mette tristezza più che altro. Per l'umanità dipinta che, a mio avviso, non è nemmeno umanità... solo un'accozzaglia di gusci vuoti.

    RispondiElimina
  19. ahah, ecco che la stella di giada mi ricade... ahah... se ci pensi è meravigliosa però...

    RispondiElimina
  20. A me "non cercarmi mai più" ha divertito moltissimo invece... E sul discorso dell'umanità, giustissimo, che fai tu sono d'accordo... Ma complice un periodo mio di pessimismo profondo è proprio così che la vedo :'(

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Non sto dicendo che non si fa leggere, eh... per questo credo che gli darò tre stelline, alla fine...
      Solo che boh, Drew... lui non è "stronzo"... è vuoto, il che è dannatamente peggio (per me)...
      Però almeno non lo nasconde, anzi lo dice e lo dice con brio, il che di questi tempi di politically (ronf) correct non è poco :)

      Elimina
  21. :-D infatti a me è piaciuto proprio per quello... La sincerità del punto di vista di un uomo meno che medio :-D ...e poi arriva ad un certo punto che anche lui si rende conto di quanto sia vuota in realtà la sua vita e che non ha nulla da offrire a lei (nonostante i soldi) a parte il suo cuore... E devo dire che vederlo soffrire così a me un po' è piaciuto perché se lo strameritava!!!! ...oltre che pessimista sono diventati cattiva...
    Per quanto riguarda la stella di giada: è ovvio che i gusti sono gusti e non voglio difendere o incolpare nessuno, però nella frase incriminata c'è scritto :"l'acqua salata del mare era l'unica cosa che li riusciva a tenere in vita, ma Alvaro era convinto che, ben presto, quello strazio sarebbe finito". Ora, tutti sanno che se bevi acqua salata in condizioni disperste come quelle muori, ma nella storia siamo al quarto giorno e su www.lavitainmare.com dice che un certo Alain (un tipo matto che fa il naufrago volontario, ci credete?) bevve circa 800/900 grsmmi al giorno di acqua di mare in piccolisdime quantita alla volya e mai per piu di 5 giorni consecutivi senza conseguenze. Questo ve lo dico perche io, pignola, leggendo proprio quella frase sono andata a vedere se ers una cosa verosimile o no. Si fosse trattato di un periodo piu lungo, quindi, no di certo... Ma 4 giorni a piccole quantita ancora si.
    Un'altra critica era che non era credibile che una donna si potesse far passare per uomo e vivere fianco a fianco con i pirati su un vascello ma anche qui grazie a wikipedia ho scoperto (ammetto la mia ignoranza, non lo sapevo) che storicamente sono esistite, le più famose Mary Read a Anne Bonny
    Riparto da te: leggendo i vostri commenti ho deciso di leggere questo libro. Mi e piaciuto molto, solo non mi aspettavo un John (cosi duro di testa e intransigente) cosi disposto ad accettare il ritorno di Darcy e ha perdonare... Credevo che l'avrebbe tenuta sulla corda un pochino di piu... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> Questo ve lo dico perche io, pignola, leggendo proprio quella frase sono andata a vedere se ers una cosa verosimile o no.

      La tua spiegazione cambia tutto per me! Io sono fissata con la verosimiglianza, ma mi basta anche una spiegazione con probabilità molto basse, basta che ci sia!
      Quindi lo rimetto in wishlist :)
      In effetti - ci credi? - mi sembrava un errore troppo grossolano, e quindi ero in dubbio se credere o no alla recensione!

      >> un'altra critica era che non era credibile che una donna si potesse far passare per uomo e vivere fianco a fianco con i pirati

      Anche io sapevo che ce n'erano; e donne travestite per fare lavori maschili in realtà ci sono sempre state, tempo fa ne parlavo in un brevissimo post qui: ninapennacchi.blogspot.it/2012/04/sotto-la-pelle.html

      >> Riparto da te: leggendo i vostri commenti ho deciso di leggere questo libro. Mi e piaciuto

      Mi fa piacere :) Io ci ho versato anche qualche lacrimuccia, perché so' scema :D

      Elimina
    2. Sono capitata qui per caso :) In effetti quel passaggio sull'acqua di mare è stato un errore di distrazione. Leggendo le cronache dell'epoca, si legge spesso di naufraghi che per disperazione si sono messi a bere acqua di mare. Naturalmente, l'acqua salata è imbevibile e non si va oltre uno o due sorsi. Se le settimane passano è chiaro che si è destinati alla morte, ma nel caso del mio romanzo, i naufraghi sono stati per mare per soli quattro giorno. Probabilmente, avrei dovuto spiegare meglio il passaggio, forse specificare che non si trattava di litri ma di piccoli sorsi. :) Sulla questione delle donne, ognuno è libero naturalmente di criticare i romani che legge, io non mi ritengo ancora una grande storica nè tanto meno una grande scrittrice, come si dice ne ho di pagnotte da mangiare ancora. Però prima di scrivere ho letto libri e libri di storia sulle questione delle donne pirata o marinaio. Inoltre ci sono stati diversi casi in cui alcune donne hanno assunto il comando di navi o gruppi di uomini. :)
      Un saluto a tutti. Stefania Bernardo

      Elimina

    3. Ciao Stefania è un piacere averti qui.
      La questione dell'acqua salata l'aveva chiarita Dania, e a me aveva convinto come spiegazione, cancellando i miei dubbi!
      Per le donne del tempo, io credo che avessero un cuore ribelle allora come oggi, anche se dovevano tenerlo nascosto dentro di loro; e sul travestirsi da uomini per vivere più liberamente avevo anche linkato un mio piccolo post dove facevo esempi reali di donne che si erano spacciate per uomini. Ah, una donna pirata travestita si trova, in tempi recenti, nel film d'animazione "Pirati! Briganti da strapazzo". E in ogni caso, il mio cartone preferito è Lady Oscar, quindi non potrei mai obiettare sul fingersi uomini!
      Non ho ancora letto il tuo libro - è un periodo un po' incasinato per me, ma spero di poter recuperare a breve - anche se ho visto che ha avuto moltissimo successo, complimenti davvero.

      Elimina
    4. grazie, sì, ho letto sopra la spiegazione riportata da Dania, Anche il mio cartone animato preferito è Lady Oscar!

      Elimina
  22. @Manu: purtroppo non leggo in inglese... Ma se vuoi consigliare qualcosa in italiano che ti è piaciuto molto mi fai felice!!!! ;-)
    Non so per "i custodi della notte"... È un paranormarl ? Non mi attirano gran che...

    RispondiElimina
  23. Che bella questa cosa delle donne intrapendenti!!!!!! Ho visualizzato il tuo link :-D sarebbe bello se ci fosse un libro sulla vita di queste donne cosi anticonvenzionali!!!!! E poi nel classico e pieno di donne che si travestono da uomini (pensiamo ad esempio a Shakespeare), anche perché se non volevi stare a casa a ricamare forse era uno dei pochi modi che ti dava la possibilità di frequentare ambienti esclusivamente maschili.
    Ora credo che mi butterò anche io sulla Castellano o su Susan Elisabeth Phillips (l'ultimo uscito della serie dei Chicago Stars, serie che amo tantissimo ). e sono indecisa su quale prendere di Viviana Giorgi, magari punto su un bello e rude cowboy :-D o_O

    RispondiElimina
  24. @Dania: in italiano ti consiglio "il signore dei mari" di Brenda Joyce, ma credo ora sia disponibile solo su siti di compravendita di libri usati... è stato pubblicato con l'Euroclub parecchio tempo fa... sarà difficile da trovare oggi presumo... in inglese ce ne sono milioni di questo genere, era il trend degli anni '80 nel romance.

    "i custodi della notte" è paranormal sì. se non ti piace troppo il paranormal, ti consiglio di leggere "Lover Eternal" e "Lover Awakened" di J.R.Ward.
    se non ti riappacifica lei col genere e questi due libri soprattutto, non so chi può farlo... ;)

    RispondiElimina
  25. @Manu: grazie!!!! Seguirò certamente i tuoi consigli (non so in che ordine). Della Ward ho letto qualcosa ma non di paranormal e mi è piaciuto, quindi credo che farò un esperimento dando fiducia a lei e te. :-D
    E mi butterò alla ricerca del libro della Joyce di cui ho letto qualcosa (mi è piaciuta ma non rientra tra quelle autrici che acquisto a scatola chiusa).
    Grazie!!!!!

    RispondiElimina
  26. ho finito Rosaspina.
    allora, diciamo che non condivido l'entusiasmo delle recensioni su amazon ma neanche è orribile.
    l'atmosfera dark in generale è molto intrigante, m'è piaciuta, e anche la trama è ben congegnata per me. ho avuto due grossi problemi però:

    1. non mi sono innamorata del protagonista maschile e qua non saprei neanche io dire perché. i presupposti che mi piacciono ci sono, ovvero è abbastanza duro e cattivello all'inizio, ma non mi è entrato dentro... boh... mi sembrava quasi insipido, non so... quasi ho preferito la protagonista femminile, anzi senza quasi, anche se anche lei non è il genere di eroina con la quale mi immedesimo bene. insomma non ho empatizzato troppo coi protagonisti, non so se è perché il tutto è molto breve e il passo della narrazione in generale è veloce. e qua ho pensato che forse l'autrice l'ha fatto apposta per richiamare le fiabe, e le fiabe non sono mai troppo lunghe, vanno abbastanza in fretta...
    non so, non ho mai letto niente di lei e non so se è il suo modo di scrivere normale...
    essendo una persona prolissa e amando le storie prolisse, per me è stato troppo breve per attaccarmi e provare emozioni con una certa intensità, solo in un punto mi si è alzato leggermente il battito cardiaco, ma non la spoilerò ora, aspetto che l'avrai letto, e anche in quel punto, penso che l'avrei vissuto diversamente se fosse stato tutto più approfondito.

    2. gli errori grammaticali. ce ne sono diversi, ma se su alcuni posso soprassedere senza infastidirmi troppo e se su altri spero che sia un errore di battitura, su "GUANCIE" non riesco a far finta di niente. mi ha dato proprio fastidio.

    in definitiva, se dovessi dare le stelline di amazon, sarei sul 3, decisamente non di più.
    ora comincio castellano!!
    a proposito di castellano: ho visto che è già uscito l'ebook a praticamente un terzo del prezzo della carta... che palle, potevo vedere sul sito due secondi prima di comprare, no? No.

    RispondiElimina
  27. Condivido totalmente d'opinione che hai espresso su "rosaspina". Anche io inizio quello della Castellano, vedremo... Quello su Rufo mi era piaciuto, molto meno quello sul batavo. Ma ho nostalgia del Chris di Lemonade e personaggi maschili così ce ne sono pochi in giro.
    Ps: ...lo so che così passo per ruffiana, ma è la pura verità ;-) E poi l'ho già detto che il principe azzurro bello-bravo-gentile è noioso... Già da piccola in guerre stellari tifavo per Ian Solo (mercenario che si autodefinisce "canaglia") a Luke Skywalker.
    Perché il principe azzurro bello-bravo-gentile è troppo prevedibile: arriva, salva tutti (a volte anche i cattivi) mantenendo anche una totale integrità morale, sposa la bella e vissero felici ecc.
    La canaglia fa cose che non ti aspetti (come su Lemonade: adesso si ferma, ora si ferma... o_O), tratta male quasi tutti e per raggiungere il suo obiettivo (di solito vendetta, soldi o sesso e non salvezza del mondo) si "sporca" le mani. In più se lei riesce a fare di lui una persona migliore il mio lato romantico và in brodo di giuggiole :-D.
    Pps ...anche io capacità di sintesi 0 spaccato!!!!! ;-)

    RispondiElimina

  28. Ok, ragazze... ora mi tocca confessare che mi è passata la voglia di leggere Rosaspina, dopo i vostri commenti, e a questo punto aspetterò che esca il seguito per leggerli di fila... vi prego, non lapidatemi :D
    È che mi fido del vostro giudizio e ho talmente tante cose da leggere che il tempo per un libro "ni" non lo trovo...

    La Castellano: ok, cominciata e subito abbandonata, a, tipo, pagina dieci. Proseguirò "Il gioco dell'inganno", credo, ma al ritmo di tre o quattro pagine a sera; e una domanda sorge spontanea: il suo stile così, ehm... ricco, ecco, questo è il termine, credo... dicevo, il suo stile annoia solo me?

    Finito "Non cercarmi mai più", protagonista berlusconiano, indigesto, triste nella sua pochezza fatta di macchinoni e discorsi vuoti, ma libro scritto con brio e con una tecnica stilistica (portare esempi di vita vissuta per fare capire uno stato d'animo, e non definirlo a suon di aggettivi) che mi ha colpito. Insomma, Drew è stronzo ma fa ridere, e di questi tempi...

    RispondiElimina
  29. Non ti lapidero Nina, anche io ho un botto di cose da leggere ma non mi ha infastidito perder tempo con questo perche e talmente breve che ci ho messo pochissimo... io non prenderò di certo il secondo pero.

    Castellano devo dire che mi sta piacendo invece, e molto. Finora mi ha dato fastidio in un solo punto (che vi svelero alla fine), e visto che sono gia al capitolo 13 e sorattutto visto il grado di fastidio che provavo praticamente ad ogni pagina con Livia e Rufo credo si possa defjnire un successo. .!
    È vero lo stile è decisamente "ricco" (ahah) ma ti dirò, non mi dispiace, anzi, lo sto leggendo lentamente e visualizzo tutto molto bene. Tral'altro non vorrei fare la spaccona ma ho la sensazione che sia migliorata nella scrittura. .. ricordo che altra cosa che avevo detestato di Roma ecc. Erano i dialoghi poco verosimili e naturali e invece questi dialoghi mi stanno piacendo. Spero non mi si rovini tutto....

    quello che hai finito volevo iniziarlo subito dopo ma dopo aver letto "protagonista berlusconiano" non so se ce la posso fare. ..

    @Dania: credo che la mancanza di sintesi sia quello che ci fa andare così tutte splendidamente d'accordo! :)))

    RispondiElimina

  30. Ecco, Manu, dici così sulla Castellano e mi viene subito voglia di riprenderla :D
    Io mi sono fermata al prologo de "Il gioco dell'inganno", quindi non faccio testo... ma se ha preso te, prenderà senz'altro anche a me!

    Ah, ho letto anche "Il diario di Mr Darcy" della Grange, in questi giorni... Beh, che dire? Rassicurante come una coperta di lana, ma nulla di più; senza l'originale, non avrebbe avuto alcuna valenza letteraria, IMHO.

    RispondiElimina
  31. Aiutoooo!!!!! Sono rimasta indietro, non spiegate sulla Castellano!!!! Tra doppi turni, inventario....
    Comunque approfitto per farvi gli auguri di Buon Natale care amiche di blog!!!!!

    RispondiElimina
  32. Ho finito Castellano e ho bisogno di parlarne... datemi il via quando si può. .. ci sono un paio di cosette da discutere per me, ma magari (anzi molto probabile) è perché sono io un po' lenta...

    io i seguiti/spin off e quant'altro della Austen non li leggo. Non credo che esista qualcuno in grado di riprendere i suoi personaggi e farne una storia decente, soprattutto mi darebbe fastidio vedere quei personaggi rimanipolati e pure male... ci ho provato col telefilm lost in austen ma niente, anche quello l'ho dovuto abbandonare per il troppo fastidio. ..

    RispondiElimina

  33. Io invece ho finito un libro dal titolo "Che Dio me la mandi buona"... dell'autrice super-Manu... sì, proprio la nostra Manu!
    Il libro è un chick.lit, mi è piaciuto lo stile freschissimo e divertente, sembrava di vederle le amiche al tavolo che parlavano e ridevano e combinavano guai! In alcuni momenti ho sentito la mancanza di una trama più strutturata e di un po' di "dramma" (mi conoscete, no? Sono fosca&cupa style). In complesso, lo giudico un tre stelline, con punte da quattro ridimensionate da momenti da due (andiamo, lo sapete che sono tirchia di voti), ma con uno stile come quello di Manu, mi aspetto grandi cose per il futuro.
    Per saperne di più: qui la presentazione del libro in un suo divertentissimo post:
    http://dueluci.blogspot.it/2013/12/cose-caso.html
    E qui per acquistarlo:
    http://www.amazon.it/CHE-DIO-ME-MANDI-BUONA-ebook/dp/B00H7NOT1E

    Questa sera riprendo la Castellano, datemi due tre giorni, poi sono con voi per parlarne!

    PS. Auguri!

    RispondiElimina
  34. Grazie mille per averlo letto. La mancanza di struttura era uno dei miei crucci in effetti. :)

    A risentirci per Castellano.
    Auguri anche a voi!

    RispondiElimina
  35. Anch'io stasera inizio la castellano, ma datemi una settimana (mi hanno tolto i giorni liberi). ...e poi prenderò "che Dio me la mandi buona"!!!!!! :-D

    RispondiElimina

  36. Io con la Castellano sono ancora al capitolo 10... what's wrong with me?!

    >> poi prenderò "che Dio me la mandi buona"!!!!!! :-D

    E dopo averlo letto, come me, non potrai mai più pensare ai popcorn senza chiamarli, nella tua testa, "poppy corny"... (rido da sola ripensandoci :D )

    RispondiElimina
  37. Dania sei un tesoro! grazie! poi fammi sapere se ti piace, se no perché, ecc. mi raccomando!

    per castellano avvisatemi quando siete pronte... non so Nina, forse non ti piace proprio come scrive...
    a me questo è piaciuto molto nonostante qualche punto qua e là e la parte oscura di cui vorrei parlare con qualcuno che l'ha letto...
    mi è piaciuto a tal punto che ci ho voluto riprovare ancora e ho preso aquilato... e... insomma... sono ancora solo all'inizio perché non mi dà la foga di andare avanti (sono anche stata molto impegnata però boh)...
    mi sembra quasi che quelli di Roma siano scritti da una persona diversa... però vedremo, magari migliora Aquilato... :S

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> forse non ti piace proprio come scrive

      No, non è esattamente così. In realtà, mi accorgo che quando la Castellano scrive nel POV di Jacopo (a proposito... sbaaaaaav... con tanto di gocciolina sul mento :D ) rimango ammaliata, magneticamente appiccicata al vetro dell'ebook come una barbona fuori da un ristorante elegante. Quando poi arriva lei, la Lorenza, faccio dei gran respiri per non lanciare il reader fuori dalla finestra. Ma il problema maggiore lo trovo con gli altri POV, che si moltiplicano e francamente mi pesano; il POV di Marietta, di Tommaso, di Adelmo (un nome un destino). Insomma, se fosse sempre il POV di Jacopo, l'avrei finito subito il libro, perciò il problema non è nel modo in cui scrive la Castellano! Comunque, flemmando flemmando, sono arrivata al capitolo 14.
      In ogni caso, molto, molto più bello e avvincente, secondo me, di quello su Rufo. Scusa mamma, scusa Dio. (cit.)

      Elimina

  38. Ho finito "Il gioco dell'inganno"!
    Mi è piaciuto abbastanza, di certo più di Roma 40 dc, che non lessi neppure per intero.
    Jacopo mi è piaciuto moltissimo, tranne una cosa che fa alla fine, che mi ha fatto calare il giudizio da tre stelline e mezzo a tre stelline. Lorenza, soprattutto all'inizio, mi ha irritato.
    Insomma, a Jacopo do nove stelline (gliene tolgo una per il comportamento un po' insensibile nel finale) agli altri -6, in tutto fa tre.
    E voi? Qual è il vostro giudizio?

    PS.Jacopo <3

    RispondiElimina
  39. Inanzi tutto BUON ANNO !!!
    Leggendo questo Post mi viene da chiederti :
    1- ma stai scrivendo un nuovo libro ??? Che bello non vedo l'ora .....
    2- Non potevo piu' aspettare , Ho scaricato Capitan Swing, stasera lo comincio ...non so' bene cosa aspettarmi dopo Cristopher...ho letto una piccola anteprima e devo dire che sono già coinvolta nella storia , sono curiosa di leggere che personaggi hai creato ...
    3- leggo con piacere che anche te sei una delle poche che non fà il paragone tra Cime Tempestose e Orgoglio e Pregiudizio perchè , come penso anche io , Cime Tempestose a differenza dell'altro o si ama o si odia ..
    mentre Darcy è il principe azzurro per eccellenza , l'uomo dei sogni per la maggior parte delle donzelle Heathcliff è tutto il contrario rude, crudele a tratti ma cosi' enormemente e follemente innamorato della sua Catherine che ti si scioglie il cuore solo a pensarci.
    E se finito Orgoglio e Pregiudizio ti addormenti con i cuoricini agli occhi finito Cime Tempestose la notte potresti avere anche degli incubi e il tuo sonno non sarà certo tranquillo e rillassato...sai cosa ti dico Heathcliff per certi versi ricorda un po' il Cris di Lemonade potrebbe essere benissimo un tuo personaggio.
    Comunque sia trovo il romanzo della Bronte uno spettacolo anche se bisogna riconoscere che le manca forse quel pizzico di ironia della Austen che a distanza di 2 secoli rende ancora cosi' moderni e attuali i suoi romanzi.

    RispondiElimina
    Risposte

    1. >> ma stai scrivendo un nuovo libro ???

      Sì, tra l'altro mi ha preso la mano e al momento l'inquietante conta delle pagine è 540. Spero, ehm... che i mattoni non vi spaventino :D

      >> Ho scaricato Capitan Swing, stasera lo comincio

      Grazie per la fiducia :)

      >> Cime Tempestose a differenza dell'altro o si ama o si odia ..

      Cime Tempestose ti scuote, credo, ti lascia tramortita per qualche giorno dopo averlo letto... proprio come ritrovarsi in una "tempesta", quando tutto quel vento e la pioggia e la violenza dell'acqua ti confondono e non ti fanno ragionare...
      Un'esperienza unica!

      >> quel pizzico di ironia della Austen che a distanza di 2 secoli rende ancora cosi' moderni e attuali i suoi romanzi

      Sì, considera che ribaltamento fa con Darcy... la prima volta che lessi O&P ricordo che all'inizio non lo sopportavo, e i miei pregiudizi, come quelli di Elizabeth, caddero a poco a poco...
      E vogliamo parlare delle sue eroine femminili? Elizabeth è fantastica, Anne Elliott anche, mentre le eroine di Emily Bronte non sono un granché, questo bisogna ammetterlo. Le due Catherine, madre e figlia, si sopportano appena (soprattutto la prima Catherine): senza Heathcliff prima e Hareton dopo il romanzo non sarebbe stato il capolavoro sconvolgente che è.

      Elimina
    2. Ok secondo me entro il week end lo finisco...sono già a buon punto sono quando.....
      *** SPOILER***.....................................................................................................................................................................................................................................................................................................................B . lo tradisce e scappa e lui dopo averla ripresa la vuole sposare ....ti prego dimmi che non sono l'unica che ti dice che a me A. piace ...si è un pò un pezzo di marmo ma lo capisco e anche se i suoi modi sono molto crudi in fondo si comporta per quello che è ....Un militare.
      Lui e Cris sono due protagonisti completamente diversi ..come le rispettive Becky ed Anna ...ANNA fino alla fine non si capisce cosa prova qui' invece Becky è molto CHIARA :)
      Non so' se mi ricredero' piu' avanti nella lettura ma per adesso secondo me Adam ha ragione ad essere arrabbiato .....cavolo....!!!!

      Elimina
    3. Sì, al momento Adam ha le sue ragioni... ma più avanti ti farà arrabbiare, te lo dico già... :P

      Elimina
    4. Vero!!!!!!!! ...qualche volta l'avrei strozzato... ma anche a lei... :-D

      Elimina
  40. Finito "il gioco dell'inganno", via hai commenti:
    ATTENZIONE SPOILER
    @Nina: anche io amo Jacopo e malsopporto Lorenza, ma nel complesso questo libro mi è piaciuto molto, tanto da dargli ben 5 stelle!!!! Sarà che Venezia è una città che amo è conosco bene (ci vado spesso perché ci si sono trasferiti alcuni parenti) ma nel libro ho visto rivivere quella città piena di fascino, orgoglio, opulenza e "puzza sotto al naso" (perdonatemi l'espressione, ma rende l'idea) e convinzione di eternità che , se chiudi gli occhi, puoi ancora provare camminando tra sue calli. Ora sembra una bella donna che né ha passate troppe nella vita e il suo fascino un tempo celestiale è ormai sfiorito, ma se guardi bene tra le rughe puoi ancora vedere l'antico splendore.
    Se ha questo aggiungiamo un personaggio maschile come Jacopo (come ce ne sono pochi) e un minimo minimo di spionaggio e azione nella trama... Cosa posso volere di più? Magari una donna non solo bella, testarda, capace di forti passioni e lealtà ma anche un po' più furba o sveglia. Dall'inizio si parla della voce indimenticabile di Jacopo, salvo non riconoscere che lui e l'uomo mascherato hanno la stessa voce. Stesso discorso per le movente, che era sicura avrebbe riconosciuto tra mille, invece no. E che dire l'idea di andare in giro sola per il carnevale vestita da dama e non, magari, da uomo? E andarsene sola con il visconti in una proprietà che sapeva abbandonata dopo che lui era stato ben chiaro sul fatto che non si accontentava di un'amicizia. Infine durante il tentato stupro, Adelmo dice cose che fanno capire esattamente che lui è il suo promesso... Ma lei non lo capisce fino a che non vede l'anello .
    Ecco, per me l'unico neo è un personaggio femminile che si vuole dipingere intelligente (parla di politica e preferisce leggere che ricamare) ma appare in realtà un po' "tonta".
    @Manu: la curiosità è femmina e finché leggevo mi chiedevo :"chissà qual'è il punto di cui vuole parlare la Manu?

    RispondiElimina
    Risposte

    1. *** ATTENZIONE SPOILER SU “IL GIOCO DELL'INGANNO” ***

      D'accordo con te Dania, Jacopo è un personaggio splendido, l'ho adorato, nel fisico, nelle parole che usa, solo alla fine, quando fa credere a Lorenza che è morto, mi è scaduto un po' :( Peccato perché fino a quel momento non avevo trovato una pecca in lui, anzi una sì ma era piccola, la dico dopo.

      Per Lorenza: è insopportabile, soprattutto all'inizio, dopo migliora... Pensavo mentre leggevo delle sue prodezze: ma ragazza mia, fai l'emancipata e dici che le donne hanno gli stessi diritti degli uomini, ma se tutte le donne fossero come te avrebbero ragione a tenerci chiuse in casa a far la calzetta!... Cioè, come testimonial di emancipazione zero proprio, mi dispiace, roba che la particella di sodio nell'acqua Lete si sente meno sola dell'unico neurone che popola il suo cervello! Inoltre, non è solo stupidina, ma anche piena di sé ed arrogante, così l'ho percepita io soprattutto all'inizio. Non è un pericolo solo per te stessa, con il suo comportamento, ma anche per gli altri, cosa che non mi è andata molto giù: ad esempio quando va al Carnevale si porta dietro la povera e terrorizzata Marietta, e se fosse successo qualcosa all'incolpevole cameriera?

      Jacopo per fortuna risolleva il tutto, la piccola pecca che dicevo prima è più che altro un'incongruenza: quando "tradisce" Lorenza con Bianca dice "Era l'unico modo" (e uno intende: per farmi odiare e dimenticare), ma poi, più avanti, parlando con Lorenza dice che l'ha fatto per farle capire quanto aveva sofferto lui vedendola flirtare con il suo nemico.

      Elimina
  41. Giusto, nel commentare me ne ero dimenticata... Anche io pensavo la stessa cosa finché leggevo del carnevale, cioè tu della tua vita fai quello che vuoi ma non obbligare gli altri a correre rischi solo per un tuo capriccio. E hai ragione anche su Jacopo, su quando si bacia con Bianca. Però sul farsi credere morto forse pensava di proteggere meglio quelli a cui voleva bene, non condivido, ma voler controllare tutto è decidere anche per gli altri rientra nel carattere del personaggio. Ma ho apprezzato di più la reazione di Corrado che quella di Lorenza all'essere stati ingannati, anche se a fin di bene. Cioè, va bene capire e perdonare ma io uno schiaffo magari glielo davo... E subito dietro un bacio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *** SPOILER ***

      Sì, Corrado ha fatto bene, troppo bene... pensa che io ho perfino perdonato Lorenza quando Jacopo la fa soffrire così - e gratuitamente, insomma, poteva mandarle un messaggio, la poverina era affranta; non si fa così, non riesco a perdonargli questa cosa, anche se rimane un personaggio bellissimo!

      >> E subito dietro un bacio <3

      Ah! Buongustaia... ;)

      Un'altra cosa che non ho detto: mi sono piaciute moltissime frasi di questo libro, proprio le frasi prese a sé stanti voglio dire, per il suono che avevano, per la punteggiatura... frasi di solito dette o pensate da Jacopo.

      Elimina
    2. Vero!!!!!!!!! Che belle parole... Jacopo <3

      Elimina
  42. @Nina: cioè se tutte le donne fossero come te farebbero bene a tenerci a casa a fare la calzetta!!!!!
    Ahahahahahah niente di più vero...

    RispondiElimina
  43. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  44. eccomi.
    il punto che volevo discutere io era la parte dello spionaggio... io non c'ho capito niente francamente... forse sono troppo lenta io, o ne so troppo poco di storia (altamente probabile) o lei è stata effettivamente un po' fumosa.
    comunque sia speravo che voi poteste spiegarmi la cosa...
    cioè io non ho capito cosa fa o ha fatto Jacopo a livello pratico; in alcuni punti parla di documenti (ma documenti de che?); poi compare d'Antraigues a metà libro, che non si capisce chi è nè cosa fa, in relazione a lui vengono citati i russi, e ha paura di Napoleone, quindi uno deduce che sia una spia dei russi contro i francesi (idem per Renier), e ok.
    ma che c'entra tutto cio' con Venezia e Jacopo?
    poi Jacopo è una spia per conto di Venezia, ma è amico di Napoleone che è dipinto chiaramente come nemico della città... cioè io sono troppo confusa, e capisco che il libro è un romance e la parte fondamentale è la storia d'amore, ma io sono abbastanza precisa come lettrice, colgo anche i piccoli dettagli e una nebbia di tale portata mi inficia leggermente il piacere della lettura...
    poi magari è colpa mia e tutti hanno capito tutto perfettamente... se è cosi' spiegatemi.

    per il resto mi è piaciuto molto.
    su Jacopo non faccio molto testo perchè ho un debole per gli sfregiati... per cui partivo già volendo amarlo, poi lui è figo, quindi tutto è andato liscio.
    a me la Lorenza non è dispiaciuta nè mi ha dato fastidio, in fin dei conti all^'inizio quando fa la mattata ha 19 anni, è giovane e sta per sposarsi con un tizio che non le piace... cioè non è una donna matura di trent'anni. poi matura nel corso del libro e credo, se fosse perfetta fin dall'inizio, che gusto c'é a legger romanzi...
    poi ho amato moltissimo della Lorenza la totale mancanza di patetismo durante il matrimonio con Adelmo; il fatto che quando incontra la bauta fa quello che lui le dice e gli promette di andarlo a cercare se lui non la incontrerà di nuovo, e m'è piaciuta anche alla fine, quando spontaneamente gli confessa del bacio con Corrado.
    no, a me la Lorenza è piaciuta (certo piu' di Livia, che avrei preso a schiaffi a ogni pagina quasi), e si', è stata un po' stupidella ad andare nella casa abbandonata con Renier, su quello sono d'accordo, ma per quanto riguarda il pezzo della frase durante il tentato stupro, puo' essere che non abbia colto in quel momento di paura e concitazione... per me ci sta quello.
    invece per quanto riguarda il fatto che non abbia riconosciuto la voce di Jacopo quando aveva la maschera, è proprio possibile e verosimile, perchè quando sono arrivata alla scena della bauta, non sapendo cosa fosse, ho cercato in internet e nella spiegazione dice che la forma della maschera, che lasciava dello spazio tra la maschera e la bocca, faceva "rimbombare" la voce in un certo senso, e la contraffaceva e risultava davvero irriconoscibile anche la voce. quindi quello è obiettivamente verosimile.

    anche a me è piaciuta tanto, tanto, ma tantissimo, la ricostruzione di Venezia... ci sono stata diverse volte e l'ho ritrovata in pieno, anche come atmosfera.
    mi è piaciuta la scrittura, in alcuni punti era quasi poetica e anche i dialoghi li ho trovati decisamente migliori, anche se in un paio di punti mi hanno perplesso lo stesso, ma niente a che vedere coi dialoghi di Livia e Rufo.
    nel complesso mi è piaciuto moltissimo, anche se non darei il massimo a causa della parte sullo spionaggio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manu, per come l'ho interpretato io Jacopo era una spia veneziana insidiata in Francia dove un giovane generale si apprestava a conquistare il mondo e lui conquistando la sua amicizia doveva convincerlo a lasciare in pace Venezia. Ma capisce che Napoleone non rinuncerà perchè Venezia è troppo ghiotta. Prova a far accettare a Venezia un'alleanza con la Francia, ma il senato non da risposta. Proseguono le trattative diplomatiche cercando di convincere Venezia a fare un'alleanza con la Francia e l'impero ottomano contro i russi. La cosa non riesce e Jacopo capisce che Venezia è ormai perduta poichè questa volta non se la caverà con la neutralità e i suoi giovani sono troppo stolti per capirlo (Adelmo ad es.). Quando salvano la vita a Varenne credo che sia un'ultimo tentativo di far convincere Napoleone da un uomo di cui si fida a lasciar in pace Venezia, ma ormai è tardi.. il destino della laguna è segnato. Così Jacopo torna a prendere Lorenza e la porta lontana.
      Almeno questo è quello che ho capito io, non so se anche gli altri hanno avuto la stessa visione Diciamo però che sono stata aiutata da un post della stessa Castellano che parlava del periodo storico in cui era ambientato il suo ultimo romanzo letto qualche tempo fa su un qualche sito di recensioni che non ricordo.

      Elimina
    2. ah ecco vedi, ora è tutto piu' chiaro... immaginavo che forse ero io e che con una visione piu' chiara della situazione storica avrei colto meglio... ma in effetti non ricordavo nulla di quel periodo e non capivo che cacchio c'entrassero i due francesi contro Napoleone, Jacopo e Venezia in tutto cio'.
      comunque come l'hai spiegata tu, in due parole ho capito. :P

      Elimina

    3. Anche io l'avevo capita come Dania; il prologo in cui salva, per caso, Napoleone illumina poi tutto il resto, persona di fiducia del generale e i Veneziani lo usano a tal scopo.
      Per la voce, la Castellano lo spiega bene il fenomeno del rimbombo nella maschera, quindi anche a me quello non ha dato fastidio, ci ho creduto subito.
      Però il Carnevale... Lorenza se ti prendo... mmmm non so mi fumano ancora un po' le orecchie.

      PS. Abbasso Lorenza, W Livia :P
      PS2. E Max Gazzè.

      Elimina
    4. Io ho fatto il commento della voce perchè ho confuso la maschera che indossava Jacopo con quella del medico della peste che ha il naso adunco ma la bocca libera.. e infatti non capivo neanche come non avesse visto lo sfregio che termina alla mandibola. Mea culpa!!!
      Forse ha anche ragione Manu quando ci fa notare la giovane età di Lorenza in relazione all'essere così incoscente e avventata.
      Felice di essere stata di aiuto per il resto :-D

      Elimina
    5. ahah, che c'entra max gazzè?!? ahahahahaha
      solo per darmi fastidio!!! aahahaha

      dania, capisci perchè mi piace parlare dei libri... tante volte sono cosi' concentrata su alcuni aspetti che mi perdo altri, e piu' di una volta parlare con la gente mi ha fatto apprezzare meglio i libri.
      e capirli, in questo caso! ora mi sento una demente, come al solito, ma almeno chiedo e recupero... :P

      Elimina

    6. >> piu' di una volta parlare con la gente mi ha fatto apprezzare meglio i libri

      Io ricordo ancora quanto odiai Rufo, poi parlandone con te un pochino lo giustificai. Un pochino :)
      Per Lorenza, al momento no, non la perdono, ma ci rimugino sopra un po' e poi decido meglio.
      Il mio voto, un tre stelline, so che può sembrare basso ma credo che sia giusto per me:

      1) all'inizio non mi ha preso molto a causa dei troppi punti di vista;
      2) alla fine mi ha "acchiappato" molto di più per lo svolgimento concitato, ma Jacopo fa quella cosa che non mi piace tanto;
      3) in genere sono tirchia ammazzata con i voti :)

      In ogni caso è strano che, nonostante la prima parte l'abbia letta a rilento, forse è quella che mi è piaciuta forse di più per via della figura della bauta, figura eccezionale secondo me.

      >> solo per darmi fastidio

      Ahaahhah... e poi IO ho anche il coraggio di criticare Lorenza e dire che LEI è insopportabile :D

      Elimina
    7. Anche io avevo capito meglio la psicologia di Livia dopo averne parlato con te, però è difficile recuperare la prima impressione coi libri, il ricordo mi è rimasto che Livia non mi era piaciuta. A meno che non si legge dopo tanto tempo... magari può cambiare l impressione... penso a cime tempestose, odiato la prima volta, amato la seconda (dopo 13 anni dalla prima)... magari tra 13 anni capirò Livia e avrò totalmente un altro effetto. ..

      Io sono salita a 4 stelline e mezzo dopo le vostre spiegazioni, non posso comunque dare 5 perché non mi ha fatto provare quello che mi hanno fatto provare quelli che considero da 5. (Considerando il 5 il massimo)
      Comunque mi è piaciuto un sacco

      ah nina, stavo per dimenticare (e forse te l^ho già chiesto), ma una volta mi avevi detto che ti circolava nella mente un personaggio sfregiato (per rimanere in tema) c entra per caso col dark project?

      Elimina

    8. >> una volta mi avevi detto che ti circolava nella mente un personaggio sfregiato (per rimanere in tema) c entra per caso col dark project?

      No; quello è il tema di un altro dark project... :)

      Elimina
  45. Curiosità: se volete dare un volto a Jacopo Barbieri e Lorenza Marianin date un'occhiata qui http://bibliotecaromantica.blogspot.it/2013/10/anteprima-recensione-il-gioco.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmmh... devo essere onesta, io l'ho immaginato con una mandibola meno pronunciata e meno abbronzato... pero' rimane il fatto che il tipo sia un grandissimo figo.
      ma Sara Felberbaum per Lorenza no, nooooooo!!! ti prego!!!
      Sara Felberbaum al massimo per fare Livia... ahahahahah

      cmq, Nina, vorrei farti notare che solo oggi, con lo schermo grande del mio lavoro mi sono resa conto che hai scritto tutti con 3 t e contenti = contentu nella versione beta, ecc.
      da oggi non mi reputero' piu' lettrice attenta e precisa dopo questa... già la totale non comprensione dello spionaggio era stato un duro colpo...

      Elimina

    2. Io la faccia di Jacopo la immagino più rovinata dalla parte della cicatrice; e anche un po' più... cupa, forse. Però chi voglio prendere in giro... SBAAAAV, fammi asciugare la gocciolina... ;)

      Elimina
  46. Manu, non buttati così giù... Te l'ho detto, io avevo fatto un ripassino di storia prima di leggerlo quindi ero avvantaggiata.
    Cosa devo dire io che ho pensato per tutto il libro sta povera scema non vede la cicatrice, non riconosce la voce e poi scopro che ho sbagliato maschera? ...in più era spiegato anche nel libro che la voce rimbombava nella maschera.... Me sa che la povera scena ero io non Lorenza!!!!! Ahahahahahah
    E sulla foto di Jacopo niente da dire, ma anch'io lo immaginavo più cupo e più sfregiato (anche perché viene descritto addirittura pauroso).
    In quanto a quella di Lorenza anche a me sembra più Livia!!! ;-)
    @Nina.. Tu vuoi che io muorro? (come direbbe Bastianic) Mi parli di un tuo personaggio sfregiato in un tuo dark project... Come farò a resistere l'attesa? E non è nemmeno quello che pubblicherai quest'anno? ...si, decisamente vuoi che io muorro!!!! E si, sei decisamente insopportabile come Lorenza!!! Ahahahahahah

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ahahah, questo commento mi ha fatto piegare :D

      >> E si, sei decisamente insopportabile come Lorenza!!!

      Noooooooooooooooooooooooooo, la Lori noooooooooooooooooooooo

      Elimina
  47. Dania... ahah grandissima, con la storia della maschera mi consoli! :P
    cmq mi piace troppo parlare dei libri appena letti con la gente... comincio a capire perché esistono i gruppi di lettura. .. mi sa che mo' me ne cerco uno... o lo facciamo noi? :P
    saremmo belle sciallate sulle tempistiche così. .. bah, pensateci! :)

    RispondiElimina
  48. @Dania: tra l altro hai un profilo su blogger ma non un blog, giusto? Ho schiacciato oggi per la prima volta sul tuo nome...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti!!! Bellissima l'idea dl gruppo di lettura!!!!!!!!!! Come quelle 4 svitate dei libri di Samanta Fox (quasi pessimi) che si ritrovano al bar ogni lunedì pom alle 18 per l'aperitivo.... Peccato che non siamo vicine... :-(
      Io avevo anche provato a cercarne uno nella mia città ma ancora non l'ho trovato... ti auguro più fortuna di me!!!! :-D

      Elimina
    2. per fortuna c'è internet che elimina i km che ci dividono!!!!!!!!!!!! :-D

      Elimina
    3. @Manu:

      >> comincio a capire perché esistono i gruppi di lettura. .. mi sa che mo' me ne cerco uno... o lo facciamo noi?

      Io sarei terribile! Spesso lascio i libri a metà, oppure li leggo in modo approssimativo, poi cambio idea e decido di leggere qualcosa invece di qualcos'altro, insomma, non sono adatta ai gruppi di lettura :(

      Elimina
  49. Dania intendevo su internet. ... non ce la farei mai dal vivo. .. cmq in fin dei conti meglio di no. .. ho appena fatto il buon proposito di non comprare libri finché non ne ho smaltiti un bel po. .. dovrebbe essere un gruppo di lettura di libri che ho già. ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem!!!! Anche se di qualche acquisto mi sono già pentita... Ma quando mi prende lo shopping compulsivo a volte non mi regolo (e mi capita solo con i libri!!!!)
      Poi mi sono resa conto che non ho risposto alla tua domanda sul mio profilo, scusa ma mi è sfuggito!!!
      No, non ho un blog per il semplice motivo che per me è già tanto aver imparato ad usare facebook, l'e-book e, in minima parte, il mio smartphone... Praticamente stiamo parlando di un miracolo!!!!!!!!
      Poi non credo che a nessuno interessi ciò che ho da dire a parte poche persone come:
      -mamma
      -marito
      -figlia (ma solo perché ancora ha 3 anni)
      -pochi amici VERI
      quindi non ho mai pensato ad un mio blog.

      Elimina
    2. Ahahahhahaha!! Ma no!! Ahaahahah
      In verità... ogni tanto lo penso pure io e mi chiedo"ma chi me lo fa fare con tutto quello che ho da fare..."

      Elimina
    3. Comunque io una visitina al tuo l'ho fatta... e ho finito il tuo libro ieri sera!!!! L'ho trovato un pochino lento inizialmente ma poi mi è piaciuto tantissimo!!!!! Viola è ironica e divertente e molto dolce. In alcune cose mi sono immedesimata un pò: anch'io dividevo la camera con mio fratello e anch'io avevo sempre il compito di aiutare i miei nelle incombenze del giorno in quanto femmina e più piccola mentre "scommetto che Alex non abbia mai ricevuto questi messaggi da parte del generale"... la cosa peggiore è che è ancora così nonostante io viva con la mia famiglia e mio fratello ancora con loro (logico no che se manca il latte devo partire io, comprare il latte, portarlo e tornare a casa... invece mio fratello che abita con loro e lavora sopra un supermercato non riesca!!! )
      Inoltre come dice Nina :"non potrai più vedere i poppy corny senza ridere come una pazza!!!", considera che io lavoro in un supermercato e se ti servono spunti te ne posso dare a bizzeffe:
      -l'avete il latte a lunga conversazione?
      -avete le banane nostrali (come no, in pianura padana è pieno di palme)
      -signorina in questa cassa si paga con i solidi?
      -avete i monscerini? (mon chèri)
      -2 etti di sciaquone
      -birra narcotica
      -la settimana enministica
      -scusi lei lavora qui? (vestita con tanto di divisa con una scritta enorme nella maglia con il nome del supermercato, giubbotto senza maniche idem, tesserino con il nome... ma dico, hai mai visto la gene andare in giro con il tesserino con il nome nel loro tempo libero?)
      -lei batte? (intendeva chiedere se la cassa è aperta... spero...)
      -signorina ha la passerina? (ok, qui la colpa non è del cliente... ma che cavolo di nomi date al vino?)
      -crissini
      -iogur
      .....
      ok, riecco la mia proverbiale capacità di sintesi... :-D ma dopo 12 anni avrei materiale per andare avanti ore, potrei scrivere un libro no? L'ha scritto una ragazza in Gran Bretagna e, ti dirò, secondo me ho più materiale io...
      Ma torniamo a te: brava, brava, brava!!!!!!!!!!!! Davvero!!!!!!!!!! ...in qualche punto avevo persino le lacrime agli occhi per ridere!!!!!
      Tornando in tema di libri sono indecisa se iniziare la lettura di:
      -il lago dei desideri di SEP
      -peccati d'inverno della Kleipas
      -l'ex avvocato di Grisham
      -La sposa di Salt Hendon (acquistato perchè consigliato da qualcuno qui sopra e in più gratis...)
      -porpora e quasi tenebra (cosigliati da qualcuno che conosci bene ;-) )
      -l'ombra del sicomoro di Grisham
      -Mary Balogh?
      -Nora Roberts?
      -Valerio Massimo Manfredi?
      ecc ecc
      ...decisoni difficilissime...

      Elimina

    4. >> anch'io dividevo la camera con mio fratello e anch'io avevo sempre il compito di aiutare i miei nelle incombenze

      Ahahha, voi sorelline minori... io invece non ho fratelli maschi e dunque mi sono presa una bella cotta per Alex :D

      >> in qualche punto avevo persino le lacrime agli occhi per ridere

      Stessa cosa per me... quella dei poppy corny mi è rimasta più impressa perché a me, a differenza di Viola, i pop corn piacciono moltissimo e allora ogni volta che li mangio... i poppy cornyyyyyy :))))))

      >> -lei batte?

      AHAHAHAHAHAAHAHA
      No, mi hai fatto piegare con le frasi da supermarket... i monscerini... ahahahaha ora li chiamerò così insieme ai poppy corny!!!!!

      >> porpora e quasi tenebra

      Io ti consiglio questi, però prima devi leggere il primo della serie per capire un po' il background vampiresco, si chiama "Il risveglio" e, anche se non all'altezza del secondo e del terzo, non è male.


      Elimina
    5. grazie Dania! :)))))))))))))))
      ho visto il tuo commento solo ieri e ti ho risposto (con la mia solita sveltezza), ma ormai sono talmente convinta di scrivere il blog per me stessa che ieri mentre smanettavo e vedevo "commenti 2", mi dicevo, ma no, uno... ci ho messo un po' a capire che tra me e Blogger, sbagliavo io ovviamente...
      comunque ti ringrazio molto per averlo letto e mi fa piacerissimo che ti sia piaciuto.
      anche io stessa avevo quest'impressione di lentezza più all'inizio, e sei già la seconda che mi fa notare qualcosa (Nina e la struttura per prima) che anche io mi sentivo un po'... allora vedi che non ero del tutto non-obiettiva, però è davvero difficile giudicare se stessi e non mi fidavo, non mi rendevo conto, e insomma va beh. taglio perché se no vado avanti tre ore.

      anche io ho lavorato in un supermercato e ne ho sentite, ma non tante quanto te, che sono una più bella dell'altra.... ahaha (i poppy corny li ho sentiti per davvero tra parentesi, ma un commesso così figo non m'è mai capitato! :P)

      come consigli di lettura oltre alla mitica Warden io voto Peccati d'inverno, che se non mi sbaglio con la traduzione italiana, credo sia la storia di St. Vincent (io amo St- Vincent) e Evie Jenner.
      io sono ancora ad aquilato della Castellano, che devo dire mi sta piacendo e sto ammattendo seriamente per Raganhar, un personaggio secondario. se il prossimo è su di lui lo prenderò. ormai la Castellano mi ha. ;)

      Elimina
    6. >> sono talmente convinta di scrivere il blog per me stessa

      Ehi, io avevo provato a lasciare un commento, ma era finito in spam! Prova a guardarci, secondo me è ancora lì in moderazione, poverino :(
      Comunque ora ci ho riprovato :)

      Elimina
    7. In moderazione c'è scritto zero, per cui non sono mai andata a guardare. .. però sarebbe strano, non l ho messa la moderazione. .. tra l'altro la detesto quando la trovo. ..
      cmq col mio commento non volevo farti sentire in obbligo. ..!!! Mi spiace! È che l'inizio è sempre così, lo so, non è il mio primo blog, il web e il blog va coltivato pazientemente e io non ho molto tempo, per cui mi prendevo in giro da sola. .. :)

      Dania, io st. Vincent l ho letto in un giorno a suo tempo!
      Però ti prego, se leggerai davvero la ward, fammi sapere, sono curiosa! Finora è piaciuta a tutti quelli a cui l ho fatta leggere! :)

      Elimina
  50. Si, decisamente Sebastian St.Vincent è il mio tipo, ma devo dire che mi aveva conquistata già al secondo libro.... Infatti l'ho iniziato ieri sera e praticamente non ho dormito stanotte (l'ultima pagina poi dormo, questa è l'ultima davvero... Ecc) e sì, credo che poi mi butterò sulla Ward (cominciando dall'inizio).
    Ps: Manu, stasera vado a vedere la tua risposta ;-)

    RispondiElimina
  51. E dopo aver letto (quasi) tutti i 96 commenti a questo post @.@ mi ci metto anche io e scrivo il 97°, parlando di Capitan Swing (non sapevo bene dove scrivere, e visto che ero su questa pagina da almeno mezzora, ho deciso di rimanerci).
    Dopo aver letto Lemonade ed essermi arrabbiata, delusa, illusa e infine innamorata pazzamente di Christopher, mi sono comprata tempo zero Capitan Swing. Visto che volevo gustarmelo e soprattutto mi frullava ancora troppo per la testa Christopher (è un chiodo fisso, quel ragazzo!) ho letto un altro libro dopo Lemonade (con il risultato che, ovviamente, non mi è piaciuto...) e volevo leggerne ancora altri per darmi più tempo prima di immergermi in un'altra storia così coinvolgente. Mi sono scervellata per trovare un altro libro (tra le decine che ho in lista d'attesa) che potesse fare da intermezzo, ma nessuno mi convinceva. Alla fine non ho resistito (che forza di volontà, la mia!) e stamattina ho iniziato Capitan Swing (ero felice come una bambina davanti all'uovo di pasqua). Non ho neanche finito il prologo (accidenti a questa cosa che bisogna lavorare per vivere!) e già lo adoro!
    Tutto questo per chiederti: hai qualche colonna sonora da consigliarmi per immergermi nella lettura? Ho visto in giro per il blog che consigliavi qualcosa per Lemonade. Se mi sono persa i consigli per Capitan Swing, sorry XD

    Altra domandina curiosetta: il nome Christopher l'hai sempre avuto in mente o hai dovuto cercare un nome adatto al personaggio che avevi immaginato? Idem per Anna e soprattutto per la copertina di Lemonade: l'hai trovata per caso, la cercavi, te l'hanno proposta, è stato amore a prima vista o ti ci sei "abituata"? (*-* curiosa me!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà più che il nome "Christopher" avevo da sempre in mente il nome "Chris"... per questo in Lemonade il diminutivo di Christopher è sempre Chris, mai "Kit", come a volte gli inglesi abbreviano il nome Christopher.
      Anna è sempre stata Anna.

      Musica! Dunque. Ho ascoltato parecchio metal (di quello leggero, da femminucce insomma, Chris non approverebbe), ti posso consigliare i Within Temptation (prova Restless!); poi sono andata a cercarmi canzoni con l'armonica (Adam la suona) come Neil Young e Bob Dylan :)

      Elimina
    2. Ascoltate, e mi sono anche andata a cercare greensleeves suonata con l'armonica... ;)

      Elimina