domenica 14 aprile 2013

Gabriel's Inferno


Vi avevo avvertite, questa sarebbe stato la mia prossima lettura, perciò non piagnucolate. Così è stato. E la mia opinione, espressa con logica e motivazioni, è: 

AAAAAAAAAAARGHHHHHHHHHHHH!!!

D'accordo, forse dovrei espandere un po' il concetto. Allora aggiungo: 

NON CI SIAMO!!!

Non basta, dite? E se ci metto anche un: 

MA PROPRIO PER NIENTE!!!?

In verità, come molti libri che non mi piacciono, non è che lo abbia proprio letto tutto. Diciamo che per arrivare al finale (che svelava misteri misteriosi, quindi dovevo fare mio) ho usato la tecnica della "lettura ranocchia". In pratica, quando un libro non mi piace ma voglio sapere come va a finire, non lo abbandono, ma lo finisco saltando come una ranocchia. Da pagina 56 a — cra cra — pagina 72 a — cra cra — pagina 97. Oppure leggendone una frase per pagina. 

Come posso poi darne un giudizio di merito, vi chiederete? In pratica non l'ho neppure letto. Avete ragione. In questo caso, però, la correttezza non mi ha impedito di fare questo post. 

Perché c'è una domanda fondamentale che mi gira in testa.

La faccenda è la seguente. Il problema vero di questo libro non è che la protagonista piange in continuazione e Mr Emerson ama e non ama con l'interruttore. Non è neanche lo stile, super spiegato e pieno di "tell". No: questo libro non è tanto noioso, o brutto, o irritante; è proprio caricaturale. Non è un romance, è la caricatura di un romance. Troppa dolcezza, troppi stereotipi, troppo tutto.

E qui scatta la domanda. Se l'autore (un uomo, così si dice), l'avesse fatto apposta? Se avesse voluto fare, coscientemente dico, una parodia del genere rosa? Me lo vedo, chino sul foglio (con penna d'oca e fogli sciolti sul tavolo, lo immagino così, non chiedetemi perché) che ridacchia mentre scrive frasi di una melensaggine mai osata e pensa: "chissà quante volte posso ripetere queste zuccherosità prima che le lettrici si stanchino; chissà se le lettrici hanno bisogno di così tanti cuscini emozionali da accogliere con gioia non una, non due, ma dieci volte frasi sdolcinate e stereotipi anni '50". 

Magari, ho pensato, il signor Sylvain Reynard sta scrivendo una tesi sul genere rosa, e sul limite di zucchero e assurdità (se esiste) che si può propinare alle lettrici.

Se è così, Sylvain Reynard, sei un genio.


53 commenti:

  1. ahahah...troppo forte questa tua recensione!
    Mi è piaciuta!
    Divertente, chiara ed esaustiva!
    Mi sa che non lo leggerò, anche se delle volte quando leggo anche recensioni non proprio positive tendo ad esserne incuriosita!.
    Ma questo mmmmmhhhhhhhh, no!
    Pollice alzato per te!

    RispondiElimina
  2. Qualche esempio di frase zuccherosa e caricaturale?
    Dai dai!!! ^_^
    Skyla

    RispondiElimina
  3. @Allegra. :) grazie 1000!
    Comunque a moltissime questo libro è piaciuto (cosa di cui mi chiederò il perché a vita) per cui il mio consiglio è: magari fattelo prestare e dacci un occhio prima di escluderlo a priori!
    A me è sembrato... come potrei spiegarlo... ecco, se a una persona che non ha mai letto romance chiedi com'è scritto un romance, ti dirà pregiudizievolmente che è come questo. Cioè pieno di frasi sdolcinate e irreali, zeppo di cliché sulla donna "pura", "illibata", "angelo" — contrapposta ovviamente alle donne "puttane" (parola ripetuta millemila volte nel libro) che popolano ahimè il mondo...
    @Skyla. Stasera vedo se ne rintraccio qualcuna :) Del resto, rientrare nel meraviglioso e melodrammatico mondo di Gabriel sarà fantastico...

    RispondiElimina
  4. MI sà che non lo leggerò nemmno io....
    PS NINA ho messola recensione di Lemonade sul blog spero ti piaccia..!!!Un saluto Ire

    RispondiElimina
  5. Fuori dal coro come sempre, a me è piaciuto, e anche parecchio!!!
    Nonostante in alcuni punti lo abbia trovato stucchevole, ogni tanto ho bisogno di ovvietà.....
    Lo sai sì, che questo è solo il primo, ci sarà il 2, in pubblicazione pare per fine maggio, e sta scrivendo il 3!!!

    Titania

    RispondiElimina
  6. @Irene.
    ho messola recensione di Lemonade sul blog spero ti piaccia..!!!
    È bellissima :')
    Non commento da te per non inibire la discussione... cosa che tende ad avvenire quando l'autrice commenta nelle recensioni sul suo libro, ma grazie davvero, Irene!

    @Titania.
    Fuori dal coro come sempre, a me è piaciuto, e anche parecchio!!!
    Mi fa piacere, sai! Stavo per dire che mi dispiaceva se nessuna di voi lo avesse letto, alla fine. Perché non avrei potuto confrontarmi per capire se sono io a essere strana o è questo libro! :)

    Lo sai sì, che questo è solo il primo, ci sarà il 2, in pubblicazione pare per fine maggio, e sta scrivendo il 3!!!
    Sì lo so! E con mia estrema gioia si parla anche di un quarto!!! Argh ;)
    Ma ora, ecco una domanda per te:
    ***ATTENZIONE SEGUONO SPOLEIR SU GABRIEL'S INFERNO ***
    Dimmi: il fatto che Gabriel si innamori di Julia non appena ricorda che è Beatrice non ti ha irritato un po'?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non ha dato l'idea che lui si innamori subito, anzi, lui rivive/ricorda immediatamente l'attrazione che aveva provato per lei 6 anni prima, e quindi vuole scoprire se c'è di più sotto. Tant'è che mentre sono in aereo verso Philadelphia lui sente una vocina che gli dice, "Tu la ami", e lui pensa, "non è possibile è troppo presto", e questo accade parecchi giorni dopo avere ricordato che lei è la sua Beatrice.
      A me ha irritato di più l'ovvietà dell'aggressione dell'ex.....

      Noto comunque che a molta gente è piaciuto, ma a chi non è piaciuto è stato per le ragioni più disparate.....

      Devo ammettere che la scelta di Lorena McKennitt come musica all'interno del libro ha avuto un suo peso specifico nel mio giudizio, qui da noi è praticamente sconosciuta...

      Elimina
    2. la scelta di Lorena McKennitt come musica all'interno del libro ha avuto un suo peso specifico nel mio giudizio
      Ecco, e invece a me ha criticato persino "Tainted Love"... NOOOOOOOOOOOO... ah ma allora dillo, Reynard, che ce l'hai con me... :)

      Elimina
    3. Ho glissato, e ignorato volutamente la cosa, ma l'inserimento di Bocelli mi ha fatto venire i brividi, e NON di piacere!!!!
      Cioè, posso capire che un brano non piaccia, ma ascoltare ed apprezzare Bocelli, va oltre la mia comprensione da anni......

      Elimina
    4. ahahahha :)
      Allora ecco al volo la prima frase zuccherosa, tutta per te ;)

      «La musica è cambiata. Che cos'è?»
      «Sogno di Andrea Bocelli.»
      «È bella.»
      «Mai quanto te.»

      Elimina
    5. Ecco, qui mi stava francamente prendendo un colpo, perchè se qualcuno mi dice una roba così, in paragone con Bocelli, potrei trasformarmi in Lorena Bobbit!!!

      Si nota che perme, vederlo su un palco, è stata un'esperienza traumatica????

      Elimina
    6. :) Mi dispiace che sia stato un tale trauma... io non ci capisco molto di voci, però ho in mente una canzone che fa: con te, partirò... paesi che non ho mai vedut—d'accordo, d'accordo, metti giù quel fucile, scherzavo!!! ;)

      Elimina
    7. :D
      Tranquilla, non imbraccio il fucile per questo..... Anche se per un attimo l'ho pensato!!!!! :D
      Comunque con Bocelli non è un problema di voce (quella in se non è mica male), ma di
      1 mancanza di volume
      2 mancanza di carisma
      3 mancanza di interpretazione

      Elimina
    8. 1 mancanza di volume
      2 mancanza di carisma
      3 mancanza di interpretazione

      In pratica Mr Emerson ;D

      Elimina
    9. Mmmmm
      Avendo letto l'inizio del 2, posso annunciarti, che il volume non manca.....
      ahahahahahaahahahahahaah
      Sappi comunque che sono stata buonissima nel mio giudizio su Bocelli, di solito dico di peggio...
      Avete notato che non si esibisce mai, o quasi, in Italia???
      Chissà perchè........

      Elimina
    10. Avendo letto l'inizio del 2, posso annunciarti, che il volume non manca.....
      So cosa stai tentando di fare... ma sappilo... non mi incuriosirai mai al punto da leggere anche il secondo!!!

      Elimina
    11. Ok, facciamo così, appena avrò letto il 2 ti dirò per filo e per segno tutto!!!!!
      E saltano pure fuori nuovi personaggi inquietanti e pure "ambigui"!!
      E ho letto solo 40 pag....
      Comunque ho capito perchè sto libro mi piace, e ora so di dovermi fare vedere da uno bravo!!!!!

      Elimina
    12. Io sono brava...
      cioè... bravina...
      cioè, curiosissima!!! Ti prego, dimmi il motivo :D

      Elimina
    13. I motivi sono sostanzialmente 2
      1 Sono mesi che sto studiando 2 opere dove, tanto per cambiare, muoiono tutti malissimo, quindi un po' di zucchero forse non guastava....
      2 (il peggiore) Attendo da un po la pubblicazione del secondo romanzo della Katsu edito da Longaresi, e visto che nella sua saga, c'è tutto tranne bontà zuccherosità e luce, forse ho fatto una scorpacciata per gustarmelo meglio!!!!

      Elimina
    14. W lo zucchero, allora :)
      La cosa strana è che anche io uso spesso la letteratura come "via di fuga"... solo che con questo libro non ci sono riuscita! Per "fuggire" ho bisogno che i personaggi e la storia mi piacciano un minimo, e che mi sembrino verosimili, cose che qui, per me, sono mancate. Mi è sembrato tutto esagerato... con idee di fondo irritanti :(

      Elimina
    15. Io non ho bisogno che sembrino verosimili, non sempre....
      In questo caso meno che mai, sempre tornando alla Katsu, i suoi personaggi mi sembrano fin troppo verosimili, quindi una bella dose di sogni rosa forzati ci vuole!!!!

      P.S.
      Se non hai mai letto Immortal, ti consiglio di farlo!!

      Elimina
  7. Ecco, vedi? Lo sapevo!
    Ovviamente non lo prendo.
    Ufh! per una volta il mio portafogli si salva. ;)
    Attendo anche io esempi di frasi zuccherose.

    Manu

    RispondiElimina
  8. Poi se ha sparlato di Tainted Love... Cioé zero proprio.

    Manu

    RispondiElimina
  9. Grazie Nina! Attendo impaziente ^_^

    A tutte le altre: sto leggendo "Il Club di Meryl Streep" e sono già arrivata a metà senza fare il salto della rana con nessuna pagina... non garantisco sul resto, ma a meno che non si trasformino tutti in troll entro la fine del romanzo... è davvero bello! Un punticino in meno per i personaggi maschili, tutti alti e muscolosi e dall'ampio torace, ma le donne sono davvero fantastiche! Beh, si sa che siamo sempre le migliori :-)

    Skyla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sono andata a vedere la trama interessante .....facci
      sapere se alla fine ti è piaciuto ....!!!

      Elimina
  10. @Manu.
    Poi se ha sparlato di Tainted Love...
    A meno che la lettura ranocchia (terminata alle due di notte, quindi non solo ranocchia ma pure con la palpebra calata) non mi abbia tratto in inganno, ricordo un'eresia tipo: "Scott mise su una orribile compilation anni ottanta", tra cui c'era anche Tainted Love.
    ...
    Orribile, dice.
    ...
    Oh, se ti prendo, Mr Emerson...!
    ...
    Comunque stasera cerco qualche citazione...

    @Skyla. Titolo interessante! Tienici aggiornate sugli sviluppi.

    RispondiElimina
  11. Orribile e Tainted Love non possono stare nella stessa frase...
    Io sono in grado di non leggere del tutto un libro solo per una cosa cosi', guarda.

    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono in grado di non leggere del tutto un libro solo per una cosa cosi', guarda
      Ahahah, no, io no, assolutamente... oh, se non gli piace, non gli piace, è ok... l'ho notato solo perché anche in quello siamo diversi, io e questo libro :)

      Elimina
  12. Ecco il florilegio che mi avete chiesto. Potrei andare avanti per ore, ma dovete capire che le riscrivo a mano, queste frasi, e ciò vuol dire che si memorizzeranno indelebilmente nella mia mente. Perciò un paio e... bastaaaaaaaaaaaaaaa :)

    Un avvertimento: prima della lettura, assicuratevi di avere a portata di mano qualcuno che vi mandi affanculo ritmicamente. Giusto per evitare un'overdose da dolcezza.

    Siete pronte? Sì? E allora ecco a voi Mr Emerson:

    «Mi dispiace che la mia casa sia così scomoda» si scusò Julia, contrita.
    «Non lo è.»
    «So quanto la detesti.»
    [...]«Non odio la tua casa. Come potrei?» Intrecciò le dita alle sue. «Ci sei tu.»
    «Grazie.»
    «Grazie a te, che con la tua presenza abbellisci ogni cosa.»


    Due. Parlando della dominatrix Ann Singer. Mi ha colpito come Reynard veda il mondo in modo manicheo, Julia santa, le altre puttane:
    Julia: «Paul dice che Ann prova piacere a soffrire. Eravate... violenti, insieme?»
    Gabriel: «[...]Non voglio addentrarmi con te nel labirinto oscuro del suo mondo. La tua mente è troppo pura per certe cose.»
    (Qui devo aggiungere che fa parte della trama, la lotta del Bene contro il Male, l'angelo caduto VS l'angelo dispensatore di luce — ma l'idea è stata sviluppata nel modo più irritante, secondo me. Essere angeli non è quello che pensa Reynard. O almeno, lo spero vivamente).

    Tre. Gabriel ha comprato il vino dal vigneto Alighieri, e dice qualcosa che mi ha fatto ridere. Non credo però che fosse l'intenzione dell'autore:
    «Il vino è ottimo. Ma forse, visto il nostro passato, consideri la scelta troppo sentimentale?»

    Troppo sentimentale. Zucchero filato Gabriel crede di essere troppo sentimentale. Dio. Del. Cielo.

    Beh, ragazze, io mi fermo qui... ma credo che più o meno vi siate potute fare un'idea del libro. E adesso, vi prego: che qualcuna mi mandi affanculo ;)

    RispondiElimina
  13. Wow, che due palle.
    "Grazie a te che con la tua presenza abbellisci ogni cosa" è la mia preferita.
    Fantastica la pletora di "grazie". immagino che il libro contenga anche: Grazie di esistere, grazie che ci sei, no grazie a te di avermi salvata ecc.
    "Il labirinto oscuro del suo mondo" è la seconda preferita. Insomma se l'avessi messa io in un romanzo, a quel punto la redazione editoriale si sarebbe passata il foglio di tavolo in tavolo, sghignazzando.
    Ma il vigneto Alighieri mi ha fatto sbaccanare... so che c'è la metafora e il resto, ma è un abominio ^_^

    Grazie Nina... so quanto deve esserti costato :-))
    Skyla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nina... so quanto deve esserti costato
      Yep, santa Nina. Sono quasi una donna angelo, direi... ;)

      Elimina
  14. ahahah, a me ha spaccato la cosa della casa...
    ahahahahahaha! meravigliosa quella che si scusa e l'altro che risponde tu abbellisci ogni cosa... tremenda... no davvero tremenda...

    tra l'altro, "il labirinto oscuro del suo mondo" a me fa solo venire voglia di sapere di piu' di questa tizia... :P

    Manu

    P.S. mi spiace ma mandarti a fanculo proprio non ce la fo... ti terrai le carie e la glicemia a 102. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora capisci perché dicevo che secondo me l'ha fatto apposta? Dai, questo è un esperimento letterario... deve esserlo! :)

      Elimina
  15. cosa che non c'entra, guardate che meraviglia questa danza (Nina non ti piacerà perché c'é una cosa che non ti piace, ma loro sono allucinanti):

    http://youtu.be/a4Fv98jttYA

    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto, davvero... uh... ti lascia davvero senza parole! La cosa che non mi sarebbe piaciuta era la guerra?

      Elimina
    2. che lui diventa un soldato...

      Manu

      Elimina
    3. Yep... però davvero fenomenale... chissà quanto ci vuole a inventare e mettere in scena uno spettacolo del genere...

      Elimina
  16. ohi ohi mi avete fatto schiantare!
    un dialogo originalissimo e fuori dal comune!
    Siete state davvero forti!

    RispondiElimina
  17. Nina avevi ragione , è una cosa tremenda .....ora va bene qualche complimento o qualche lode ( anche se io sinceramente tollero poco anche tanti complimenti perchè per me nella maggior parte dei casi c'è sempre un secondo fine ) ma questo Gabriel ( giusto???) esagera un pò ...!!! Oh My God !!! Io l'avrei cazzottato al 2° round o l'avrei offeso pesantemente ...!!!
    Cmq sapete ,che state scatendando la mia curiosità con questa discussione...vedete che è vero che piu' se ne parla di una cosa piu' si scatena curiosità per la stessa.

    RispondiElimina
  18. vedete che è vero che piu' se ne parla di una cosa piu' si scatena curiosità per la stessa
    Tipo l'effetto Streisand!
    http://it.wikipedia.org/wiki/Effetto_Streisand

    Comunque a me fa piacere se lo leggete, così:
    1) potete aggiungere qualche citazione
    2) e che cavolo, devo soffrire solo io?!

    RispondiElimina
  19. Nina! Ma di Gabriel's Inferno non hai nominato gli antidolorifici del dopo sverginamento!!
    O con la lettura ranocchia ti sei salatata quel pezzo???
    ho letto adesso una recensione del libro sul blog con cui collaboro e ho scoperto questa fantastica news!
    aahahahha, no va beh, pensavo con le scuse per la casa brutta di aver visto il fondo, ma gli antidolorifici dopo sverginamento é raschiarlo!!!

    Manu

    RispondiElimina
  20. Ahahahaha sì, fantastica! Scusa se non l'ho detto, ma dopo essermi letta 500 pagine di Emerson, non riuscivo più a stupirmi di niente!
    E comunque, quando Gabriel e Julia arrivano al dunque — la trombata che aspetti da pagina uno, mica per altro, giusto per avere un po’ di movimento, finalmente — lui è di un finto, di un costruito, di un anti-erotico che non ti puoi immaginare...
    A proposito, mi linki la recensione? Mi sanguinano gli occhi a leggere opinioni entusiaste...

    RispondiElimina
  21. beh, direi che gli antidolorifici sono estremamente antierotici!!!
    oltre che assurdi, stupidi, e un tantinello esagerati...

    eccola qua:

    http://blog.libero.it/unapassioneoltre/12046629.html


    Manu

    RispondiElimina
  22. Letta! Oh, per fortuna, anche se più moderata della mia (beh, d'accordo: molto più moderata), almeno non è entusiasta! E per fortuna in giro comincio a leggere sempre più persone che dicono che, in effetti, questo libro un tantinello esagerato è...

    RispondiElimina
  23. Buongiorno a tutti, purtroppo io sono tra quelle che ha gradito il libro. Spero non mi lapiderete nella vicina piazza. Non l’ho trovato zuccheroso o melenso o stucchevole. Per me è stata una lettura erotica celebrale. Gabriel seduce con le parole, i gesti e le emozioni, e non con l’atto fisico in se che ammetto è stato un passo falso dell’autore. L’errore forse è stato quello di aspettarsi una rivisitazione delle trilogie del momento. Allora ben venga qualcosa di diverso. La scrittura stilistica è vicina agli stereotipi anni '50? Se è scritto bene perché non apprezzarla. Per me Il “Rosa” è questo ma per fortuna non solo questo. Grazie di aver accolto la mia voce fuori dal coro.

    RispondiElimina
  24. Ciao Mirta! Ci mancherebbe, hai fatto benissimo a dirlo. Questo libro è piaciuto a moltissime ragazze... non siamo tutte uguali, ed è una fortuna e una ricchezza, credo :)

    RispondiElimina
  25. "Ciao Mirta! Ci mancherebbe, hai fatto benissimo a dirlo. Questo libro è piaciuto a moltissime ragazze... non siamo tutte uguali, ed è una fortuna e una ricchezza, credo :) "


    ... il credo finale è stupendo ...


    lucia


    RispondiElimina
    Risposte

    1. No, non era un "credo" sarcastico, giuro! :) Ma a volte mi escono male le frasi, e poi quando mi rileggo, penso: qui il mio inconscio svela parecchio di me... ;)

      Elimina
  26. non dico niente hai fatto tutto te?
    io mi riservo di interpretarla come meglio "credo".

    :)))

    RispondiElimina