sabato 19 gennaio 2013

Non fate complimenti







A volte, per fare un complimento a un'autrice di romance, le si dice che il suo romanzo va "oltre il genere rosa". Oppure, le si dice che il suo libro "potrebbe essere letto con piacere anche da un uomo, sai?".
Vi prego, non ditelo a me! C'è che io sono orgogliosa di scrivere "rosa". Per due motivi in particolare: amo le storie d'amore a lieto fine, e soprattutto mi rivolgo a un pubblico rosa, cioè femminile. Sì, femminile; non credo che un uomo potrebbe capire davvero quello che voglio dire. Più che ottusi, non hanno sfumature.
...
Ovvero, sono ottusi.



35 commenti:

  1. E' la stessa cosa che m'ha detto la prof di lett. inglese, quando ho dovuto portare Jane Eyre e i suoi epigoni.
    Si vede che sei un uomo, non hai colto certe sfumature.
    Ossia, sarei ottuso?
    O è che Jane Eyre è una povera puttanella? :p

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Ahahahaha, non mi sento di negare xD
    Denoto che mi sono permessa di citare questo post sul mio blog, mentre ciacolavo sulla Austen. Potevo? Se non potevo rimedio, eh!

    RispondiElimina
  3. @MikiMoz. Carissimo. In quale modo avrei potuto dimostrare al mondo, senza ombra di dubbio, che ho ragione, se non con le tue illuminanti parole? Il commento da te lasciato è la precisa, perfetta dimostrazione che con voi uomini non ci siamo, ma proprio per niente...
    @LaLeggivendola: ma scherzi, mi fa piacerissimo! Credevo che sarei stata accusata di massimalismo, e in effetti è così, ma perlomeno mi trovo in buona compagnia :)
    Ho letto che ti andrebbe di leggere il mio romance un po' scarso; se ti va, allora, mandami il tuo indirizzo di casa in posta elettronica (ninapennacchi[chiocciola]katamail[punto]com e te lo spedisco con tanto di dedica massimalista. (Niente del tipo vendita anima al diavolo, vè! Sarebbe solo un piacere per me, sempre che non ti metta a disagio o ti senta poi in dovere di parlarne bene o comunque di parlarne, insomma, mi farebbe piacere fartelo leggere, tutto qua.)

    RispondiElimina
  4. Nina: Ahahaha, no dai, fossero state critiche mi sarei espressa in altro modo xD
    Nono, t'assicuro che non l'ho scritto per farmelo mandare a sbafo >__<
    Anche perché, sinceramente (e parte la sviolinata) mi trovo a gradire di molto quello che scrivi qui sul tuo blog. Cioè, come dire... non mi so spiegare xD
    Semplicemente, ecco, per quel che leggo qui, meriti l'acquisizione.
    ... chiedo venia, non riesco ad essere meno ruffiana di così >_>

    RispondiElimina
  5. (Mi spiego meglio: lo vorrei tantissimo. Però non lo troverei giusto, ecco ù_ù')

    RispondiElimina
  6. Sai che l'avevo capita, questa tua cosa del “non è giusto” – questa sorta di legge morale che comunque, obsoleta come sono, non posso non apprezzare – e per questo ho messo le mani avanti :)
    Una cosa voglio aggiungerla, però: per un autore la cosa più bella in assoluto è far leggere il proprio libro (e in questo caso particolare mi farebbe piacere come mandarlo a un'amica), per cui, se ci ripensi, fammelo sapere senza remore.
    PS: Mi pare di capire che tu non legga in digitale! Peccato, perché nei canali, diciamo così, “informali”, non è difficile trovarlo. Anche perché, se uno lo vuole su carta, lo può sempre prendere in un secondo momento, no? Solo se gli è piaciuto...

    RispondiElimina
  7. @Nina:
    ma magari anche noi con voi donne non ci siamo per niente... secondo me viaggiamo proprio su frequenze diverse.
    Per me è rosa e romantica una bella grigliata, non quella cretina protofemminista di Jane! :p

    Moz-

    RispondiElimina
  8. Grazie. Sei di una gentilezza veramente disarmante T__T
    Beh, in questo caso mi parrebbe ingiusto perché dopotutto non sei tu ad esserti approcciata con l'intento di farti leggere, sono io che ti fangirlo ò_ò Inoltre considerando quanto ho scritto sul mio post, si potrebbe anche supporre che io l'abbia fatto appositamente per farmi mandare il libro. E so che non lo pensi, ma sono vagamente paranoica xD
    ... certo, ammetto che forse... in formato digitale... considerando che ho decisamente voglia di leggerlo *ç* col tuo esimio permesso...
    (Invero sono priva di ereader e scarsa di diottrie, però vogliolo T^T)

    RispondiElimina
  9. @Miki. Insomma, mi pare di capire che in pratica, sul post, siamo perfettamente d'accordo...

    @Leggivendola. Nuuuuuu, abbasso le paranoie :) Non ho pensato neppure per un attimo che tu l'avessi scritto per quello; ho pensato (e a dirlo ci faccio un po' la figura dell'immodesta ma via, che non sono perfetta l'avrai capito, anche se cerco di millantare) che mi faceva un sacco piacere che tu volessi leggerlo...
    (Che poi ti farà schifo, eh! Ma mi ha fatto piacere, che ci posso fare?)

    Per quanto riguarda il mio, ben poco esimio, permesso... puoi avere dubbi? Ovviamente i diritti d'autore non mi appartengono (torneranno in mano mia a fine 2013), ma quel che posso dire, legalmente parlando (e "legalmente", qui, è la parola chiave), è che non mi importa niente del modo in cui ci si procura il mio libro. Prestato da un'amica? Rubato da una vecchietta che lo legge su una panchina? Apparso misteriosamente sull'hard disk per un crudele virus informatico di cui voi, innocentemente, non sapete nulla? :) Non mi importa. Proprio niente.
    Ho parlato spesso di pirateria qui sul blog, e in questo post tiravo un po' le fila del discorso:

    http://ninapennacchi.blogspot.it/2012/05/romanzo-carbonaro.html

    Vorrei aggiungere un'altra cosa, tanto per essere prolissa. E allargando il discorso in generale. Io credo che leggere prima di comprare sia un modo del lettore di difendersi, una sorta di "democrazia" che si sposta da chi vende a chi legge. Se si vuole farlo "legalmente", si possono scaricare le sostanziose anteprime da Amazon, in modo gratuito. Per capire se un libro è nelle proprie corde o magari è solo gonfiato dal marketing. Le recensioni lette su blog o aNobii spesso non bastano; lo stesso libro può provocare millemila giudizi diversi, ma proprio millemila, ed è meglio non spendere soldini (soprattutto se il prezzo è esoso) prima di capire se almeno un libro *può* piacere.

    PS: però Leggivendola, un e-reader dovresti proprio procurartelo, sai! (magari rubandolo alla suddetta vecchina...) Ti rovini gli occhi a leggere su pc...

    RispondiElimina
  10. @Nina: e certo!
    Seconde me noi maschi e voi femmine dovremmo vivere su pianeti diversi... ogni tanto lo penso davvero! poi però... come si fa? Come dice un mio amico "alla fine l'asino devi sempre rientrarlo nella stalla!"
    (della serie: continuiamo coi cliché sui maschi ottusi, rozzi e poco sensibili) :p

    Buona domenica, pupa! ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  11. Non posso farci nulla, sono un grumo di paranoie con le gambe T^T
    Mmh... diciamo che sul leggere a'ggratis sull'Internet sono un po' divisa. Non apprezzo la pirateria librosa, perché dopotutto dovrebbe essere l'autore a decidere se distribuirsi o meno liberamente. E anche perché dopotutto gli introiti dell'editoria vengono soltanto dai libri venduti. Cioè, per le case discografiche ci sono anche concerti e merchandising, ma per le case editrici no ò_ò
    Per questo sono un po' più stringente riguardo alla pirateria editoriale, anche se poi quando vedo i prezzi medi delle prime edizioni, mi dico pure che certi editori se la cercano proprio >_>'
    Poi diciamo che nel tuo caso, leggendo il tuo blogghé, ho già tirato su una certa fiducia, ecco ù_ù
    Invero non mi fido quasi niente di Anobii, ma di certi blog sì. Non tantissimi, però alcuni sì. Che poi i gusti varino da persona a persona è vero, però se, putiamo caso, su Bibliomania o su Diario di pensieri persi leggo che X è un buon libro, so che potrà anche non piacermi ma che non sarà una fregatura, ecco. Che potrà anche essere il libro sbagliato per me, ma non un libro sbagliato.
    (Sugli ereader... beh... ecco >_>' Tralasciando il prezzo altissimo degli ereader, sono un'inguaribile sniffa-carta. E soprattutto se avessi un ereader non avrei più la scusa del 'Non ho l'ereader *O*' per rifiutare tutti quelli che mi mandano le loro opere. E so che suona perfido, certe paiono pure belline e me ne spiaccio, ma la maggior parte... come dire. Come dire. Sai, i flussi di pensiero e riflessioni sulla vita...? Quindi mi rovinerò - ulteriormente - la vista ù_ù Per una volta, oh.)

    RispondiElimina
  12. Io avevo aperto i commenti solo per dire "totalmente d'accordo al 100%!" ma poi... ad un tratto... ho letto qualcosa come: "o é che Jane Eyre é una povera puttanella?"...
    e poi, come se quella cosa non bastasse, ancora: "quella cretina protofemminista di Jane!"...
    cioé io... io... quasi non riesco a ragionare... peggio di una bestemmia... mi si é accapponata la pelle su tutto il corpo...
    Manu

    RispondiElimina
  13. Anche a me non ha fatto piacere leggere quei commenti, come immagini. Ma sono della politica "commento libero", non perché sia particolarmente democratica, ma perché, molto pragmaticamente e diciamolo, anche cinicamente, penso che i commenti non proprio gradevoli danneggino più chi li fa che chi li riceve.
    Entrando nel merito, a me non ha dato particolarmente fastidio "cretina protofemminista", e a dirla tutta neppure la sottile frecciatina sulla grigliata - io sono vegan, ma anche tu, che sei vegetariana, sarai abituata a questo genere di battute da parte dei non veg, che chissà per quale imperscrutabile motivo le trovano incredibilmente divertenti; è stato piuttosto il "puttanella" che alle mie orecchie suona molto, ma molto peggio del gesso sulla lavagna. Odio il linguaggio sessista; ci avevo anche scritto un post, tempo fa, prendendomi (in un commento) anche della "contorta" (sgrunf).

    RispondiElimina
  14. Ohh ma guardate che ero ironico!
    Esattamente come la questione degli ottusi del post stesso.
    Per inciso, non ho scritto queste cose solo in questo commento ma era un'autocitazione di un mio post :p
    E non credo che mi abbia danneggiato in alcun modo...

    Moz-

    RispondiElimina
  15. @MikiMoz. "E non credo che mi abbia danneggiato in alcun modo". AH! Dici così perché ancora non hai dato un'occhiata alle gomme della tua auto...

    RispondiElimina
  16. Non guido :p
    Vedi che non sono così macho da cliché come credi?
    Guarda che davvero ero ironico, speravo si capisse...anzi sono stato pure autoironico nelle risposte, cercando di continuare a giocare con te e quello che avevi scritto...
    Mi dispiace che non si sia capito.
    Sai, può essere che noi uomini non sappiamo spiegarci bene... oppure può darsi che pure le donne siano un po' ottuse (è ironica anche questa :p)

    Buona serata ;)

    Gian Eyre-

    RispondiElimina
  17. No, l'ironia l'avevo capita... e anche, diciamo, la voglia di punzecchiare che personalmente a me non dispiace... ma il "puttanella" mi ha proprio spiazzato, come dicevo su. Sono una cretina protofemminista, io! (qualunque cosa voglia dire)

    RispondiElimina
  18. @Nina:
    sinceramente avevo creduto che stessimo entrambi al gioco, che stessimo punzecchiandoci a vicenda :)
    Forse non mi sbagliavo, almeno nel caso specifico Moz/Nina, poi il commento di Manu ha spezzato il gioco... ma vabbè, ci sta^^

    Quindi è solo per la parola "puttanella"?
    Ahahah, ok... eviterò di usarla... Forse :D

    Sai che adesso dovrò farci un post apposito, su questa storia? :p

    Moz-

    RispondiElimina
  19. Scusate, io di solito tendo ad evitare di intromettermi nei commenti/discorsi degli altri, ma davvero, sentir dare della puttanella a Jane Eyre mi ha scioccato... Non son riuscita a star zitta...
    Non solo perché amo molto il libro ed é piu' o meno come se avessero offeso una mia cara amica, ma anche perché il "puttanella", oltre ad esser davvero orrendo da sentire, l'ho avvertito come un'ingiustizia: se c'é qualcuno di lontano dal concetto di prostituzione é Jane Eyre...
    Ho pensato anche che non avesse in realtà mai letto il libro in questione, e stesse commentando un po' forte cosi', per essere un po' provocatorio e basta.
    Boh, va beh, detto cio', il mio commento é nato da uno shock e non dall'intenzione di creare zizzania... Mi spiace.

    Manu

    P.S. cosa che non c'entra: si' Nina, ti confermo che per quanto io non sia la vegetariana che fa i predicozzi e anzi si fa ampiamente i cavoli suoi, di battute e frasi scherzose (e anche molto poco scherzose a dire la verità) ne ho sentite a bizzeffe.

    RispondiElimina
  20. @Manu. Zizzania? Tu? La Manu? NON TOCCATEMI LA MANU!!!!!1!1!! (Scusate, è scattata la fangirl che è in me). No, hai fatto benissimo a intervenire, anche a me aveva colpito. Ci mancherebbe, la tua opinione mi interessa sempre un sacco.
    @MikiMoz. In parte sì, era un gioco, anche se la mia prima risposta, in effetti, voleva essere tagliente (mancando clamorosamente il bersaglio, come spesso mi capita). La vera verità? Non avevo voglia di imbarcarmi su una discussione sulla "parola" - in che modo "puttana" è sessista? in che modo questo termine imprigiona la donna? - a che pro farlo? Sei un uomo, e sarebbe fatica sprecata, per un motivo che comincia con OTT e finisce con USO :)
    Ci scrivi un post? Bene, così verrò a commentarlo dandoti del "vetero-sciovinista" - qualunque cosa, di nuovo, voglia dire ;)

    RispondiElimina
  21. @Manu:
    ho letto il libro, ho letto tutti i vari epigoni e ho visto tutti i film che ne sono stati tratti. E questo, ripeto, per un esame.
    Puttanella non l'ho mai voluto intendere nel senso di prostituta tout court, era un modo (che credevo persino simpatico, messo così, ma mi sbagliavo) per definire quel personaggio che m'ha fatto passare i guai all'esame (infatti, io stavo parlando di ciò che aveva detto di me la prof, rifacendomi a ciò che degli uomini ha detto Nina nel suo post) ;)

    @Nina:
    Oh beh, anche tutte le mie risposte volevano essere taglienti... e visto che il discorso è andato avanti, forse nessuno dei due ha cannato, non trovi?
    Abbiamo parlato dell'opera di Bronte, di grigliate, di ottusaggi, di maschilismo e di femminismo...
    Direi che è andata bene :)

    Sarai avvisata quando metterò il post.
    Che, te lo anticipo, potrebbe essere MOLTO stronzo :p

    Moz-

    RispondiElimina
  22. Nina, ahaha, mi hai fatto ridere!! Fangirl?? ahahah!! :D

    MikiMoz, ho letto quella parola e ho preso quella parola, dalle poche righe che hai scritto era difficile capire che non intendessi in senso letterale, ma piu' come una che ti ha fatto passare i guai...
    Cmq, va beh, questa conversazione é stata utile perché abbiamo capito che Jane non si tocca, ahaha!
    e vorrei anche aggiungere un'ultima cosa: perché tutte le fortune agli altri? perché non é capitato a me l'esame su Jane Eyre?
    avrei preso 30 e lode di fisso!

    Manu

    RispondiElimina
  23. @Manu:
    guarda, l'esame era molto interessante (perché spaziava dalla letteratura al cinema e alla tv), ho dovuto portare, tra le altre cose, Jane Eyre come BASE (con tutti i film e film tv che ne han tratto negli anni), poi c'erano altri romanzi, gli epigoni di Jane Eyre, come Rebecca la prima moglie, Il giro di vite, e il "prequel" Il grande mar dei Sargassi.

    In più, anche il divertente Il caso Jane Eyre :)

    Ripeto, interessante. Ma la prof m'ha letteralmente tartassato (45 minuti!) per un voto non alto... tutto qui ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  24. MikiMoz, sai perché ti parlo di 30 e lode?
    perché io avrei ADORATO parlare per 45 minuti di Jane Eyre...
    ho letto il libro ovviamente (é partito tutto da li'), visto tutti i film tratti esistenti, e quando ho finito con l'italiano ho ricominciato da capo con le versioni in inglese, prendendo anche cose disponibili solo in inglese come gli sceneggiati BBC (sia quello dell'80 con Timothy Dalton che quello piu' recente con Toby Stephens e Ruth Wilson - la mia versione preferita in assoluto).
    ovviamente mi sono già procurata l'anno scorso il DVD dell'ultimo film 2011, vedendolo prima in italiano e poi in inglese.
    una volta all'anno o mi rileggo il libro (in italiano o in inglese a seconda di quello che mi va) o mi rivedo uno dei film/sceneggiati.
    Il caso di Jane Eyre ce l'ho ma non l'ho ancora letto, mentre gli altri libri che hai citato non li ho letti.
    ho letto pero' gli altri libri di Charlotte BRonte (mi manca solo Shirley), compreso The Professor (solo in inglese), che secondo me é una specie di bozza di Jane Eyre.
    capisci perché dicevo che Jane Eyre é come se fosse una mia cara amica? :)

    Manu

    RispondiElimina
  25. @Miki. Quando dici "forse nessuno dei due ha cannato", sai che, incredibilmente, sono d'accordo? Non del tutto, ma al 50% sì. *Io* non ho cannato, infatti :P
    >> "la prof m'ha letteralmente tartassato (45 minuti!)"
    Forse le piacevi...
    >> "per un voto non alto"
    No, non le piacevi :)
    @Manu. Non odiarmi, ma io Shirley l'ho trovato noioso fino alle lacrime :) quando lo leggerai mi farai sapere. Ora sto leggendo "Villette", ma credo che lo interromperò per rileggere P&P in vista del 28/01/2013... lo rileggi anche tu per l'anniversario? Dai dai dai *cuoricini per Mr Darcy cuoricini per Mr Darcy cuoricini per Mr Darcy*

    RispondiElimina
  26. @Manu:
    capisco, la tua è una vera e propria passione! :)
    In ogni caso, ti consiglio Rebecca la prima moglie, ne hanno tratto diversi film ... è il medesimo modello di Jane (lei che arriva a lavorare in una enorme casa, e dovrà fare i conti col "fantasma" della padrona).
    Il Giro di vite è altrettanto molto bello, mentre Il Grande Mar dei Sargassi è una sorta di prequel non ufficialissimo alla vicenda di Jane, si svolge altrove e tratta del passato di un altro personaggio (ma non ti svelo di più^^)

    @Nina:
    ahaha, dai, te lo concedo, visto che sei la padrona del blog.
    Ma poi sul mio, fidati, non puoi sapere quanto sarò stronzo :p

    Insomma oh, alla fine abbiamo risolto a tarallucci e vino?
    E l'ottusità? le puttanelle? le grigliateeeee? :p

    Moz-

    RispondiElimina
  27. Anche a me scoccia un po', lo ammetto, tutto questo "volemose bene" finale... il primo flame del blog, ed è questo tutto quello che sapete fare? SCARSI!
    ;)

    RispondiElimina
  28. Mi impegnerò per generarne altro, allora.
    Basta che non siate troppo ottuse per non capire quando lo genererò :p

    Moz-

    RispondiElimina
  29. Visto che sono arrivata troppo tardi per
    il flame (mannaggia!) e siamo già arrivate ai
    consigli di lettura, ci tengo tantissimo a
    segnalare, rigorosamente alle femmine (quanto mi
    piace questo termine, fa tanto scuola elementare)
    Le Notti al Santa Caterina e La Cortigiana della
    Dunant. Sono quasi introvabili, ma vale la pena di
    cercare! E non trascendono nemmeno il genere
    romance, per fortuna...
    Tarallucci e vino per tutte!! :-))
    Skyla

    RispondiElimina
  30. @Skyla. Li recupererò (introvabili? AH! sarà da vedersi) e ti farò sapere! E così siamo a cinque libri che voglio leggere assolutamente in tempi brevi! D'accordo, mi prendo due settimane di vacanza e ci do dentro. Due settimane di vacanza dalla scrittura, intendo.
    Ecchecavolo :)

    RispondiElimina
  31. MikiMoz: Rebecca ce l'ho in list da anni e prima o poi passerà sotto le mie sgrinfie.

    Nina: ahahaha! va beh, ma finire a tarallucci e vino é sempre il modo migliore in assoluto!!
    cmq tornando ai libri della BRonte, non ti odio perché io trovato pallosissimo Villette e THe Professor non é palloso quanto Villette, ma ci sono grosse pecche... diciamo, cosi' e cosi'. in ogni caso, glissando elegamente verso un'altra icona, secondo te, se mi rileggo una volta all'anno Jane Eyre, non lo faccio con P&P? per il quale ho fatto esattamente la stessa trafila di cui sopra? libri, film, sceneggiati (preferito in assoluto ovviamente quello del '95 con Colin Firth) e bla bla bla?
    e poi Mr. Darcy é il mio personaggio maschile preferito in assoluto credo. ovviamente cuoricini per Mr. Darcy!
    ma quando dici, 5 libri da leggere, due sono quelli di Skyla, ma gli altri 3?
    anche io mi metto alla ricerca dei due titoli di Skyla, absolutely!
    primo perché sono da "femmine" e secondo perché sono quasi introvabili, ovviamente. ;)

    Manu

    RispondiElimina
  32. :)
    Uno è Conor's way, ovviamente, che voglio concedermi anche se poi comincerò a pensare (e voler scrivere!) in inglese... :)
    Un altro è "Oblio e passione" della Featherstone, è un erotico, l'hanno citato su un forum insieme a Lemonade e vorrei capire perché! Inoltre, che sia la volta buona che riesco a leggere un erotico?
    Il terzo è "Storia di un corpo" di Daniel Pennac.

    Questi sono gli irrinunciabili, ma in arretrato ho un sacco di titoli - lo scrittore Christopher Moore per la narrativa in generale, non ho mai letto niente di questo autore e mi incuriosisce moltissimo, e Julie James per il rosa! E poi "Giulietta prega senza nome" di Elena Torresani, di cui avevo letto una bellissima recensione su "The blog around the corner", "Patricia Brent, zitella", la PD James che ambienta un giallo a Pemberley... e poi... Dio, troppi, troppi! Son depressa :)

    PS. Quelli di Skyla mi sa che stasera li troverò (a causa del terribile virus sopracitato) sul pc, quindi, nel caso tu non avessi la stessa fortun... EHM! SFORTUNA, volevo dire SFORTUNA!, scrivimi ;)

    RispondiElimina
  33. Grandi Manu e Nina! :-)
    Non vedo l'ora di sapere se li trovate!

    Skyla

    RispondiElimina
  34. Brava Nina , devi essere orgogliosa di scrivere ROMANZI ROSA per le Femmine...ben-venga guarda !!!
    Anche secondo me tante sfumature presenti in questi romanzi definiti Rosa non posso essere colti dall'altro sesso..non ce la possono fare!!!

    Leggendo i vari commenti voglio segnalare anche io una nota positiva in nome di Jane Eyre ,tra l'altro ho acquistato recentemente l'ultima versione cinematografica che ho trovato veramente ben fatta!!!
    Vabbè Jane ha un alone di malinconia che non si puo' non vedere , ma ho trovato l'interpretazione dei due protagonisti veramente ottimale !!!

    Per quanto riguarda romanzi rosa ti posso fare delle mie personali
    segnalazioni ???

    *- una proposta indecente - emma wides
    - lezioni di seduzione - sempre di emma wides

    sono pubblicati dalla Leggere editore.!!!

    pS2- anche io ho letto Patricia Brent, zitella e mi è piaciuto moltissimo !!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto riguarda romanzi rosa ti posso fare delle mie personali segnalazioni ???
      Qui i consigli di lettura sono sempre ben accetti, anzi, grazie mille, li ho segnati in wishlist :)
      Io ora ero indecisa se cominciare la Premoli o Gabriel's Inferno... quest'ultimo mi incuriosisce troppo... mi sa che parto con questo.
      PS. Ma non ti sarai mica letta tutto i commenti con annesso flame? Che pazienza :)

      Elimina