lunedì 31 dicembre 2012

Confusi propositi

A fine anno, come sempre, si tira un bilancio. È una faticaccia, perché il 2012 è stato complicato. Allora, dividiamo in sottoinsiemi. Semplifichiamo — proprio come non si può fare con la vita.

Diciamo che, dal punto di vista umano, è andata così per alcuni versi e cosà per altri.
Dal punto di vista lavorativo (ufficiale) una schifezza totale.
Dal punto di vista della scrittura, a inizio gennaio 2012 ho cominciato a fare le mie ricerche storiche per Capitan Swing e a fine dicembre 2012 l'ho mandato alle case editrici: un anno intero in compagnia di Adam e Becky, poteva andarmi peggio.

Cosa mi aspetto, ora, per il 2013?

- 10, 9, 8...
Come prima cosa, ovviamente, decidere di cosa scrivere. C'è la trilogia di Coxton, come sapete, ovvero portare su carta il capitolo 2, "Lo zoppo di Coxton", e il capitolo 3, "Ritorno a Coxton". Ma per vari motivi è una strada che non penso di intraprendere fino al 2014.

Quindi? Beh. Tempo fa scrissi i primi capitoli di un altro romance, "Il giocatore", di cui adoro il prologo (che magari potrei mettere sul blog per sentire cosa ne pensate). Ambientato a Londra qualche anno prima di Lemonade, anche il giovane Christopher Davenport ci fa una breve apparizione; Victor Sanders, il protagonista, è infatti (come dice il titolo) un giocatore, e se ricordate, la fortuna di Chris si accumula in gran parte giocando d'azzardo (e barando).

È anche possibile che mi prenda un periodo di riposo. Ovvero: leggere tutti i libri che non ho potuto leggere quest'anno!

Oppure, potrei scrivere qualcosa sotto pseudonimo, per avere un po' più di libertà. In effetti sento il bisogno di scrivere, e nello stesso tempo sento il bisogno di non confrontarmi con Lemonade.

Insomma, più che buoni propositi sono propositi confusi. Quindi, una volta tanto, sono sicura di riuscire a rispettarli, in un modo o nell'altro :)


Vedremo. Intanto, a voi tutti, auguro un buon 2013. Un 2013 in cui chi ha dimenticato le cose importanti (l'amore, la giustizia, la rabbia, la cioccolata) possa ricordarle; chi non le ha dimenticate possa ottenerle; e chi le ha ottenute, beh... ci spieghi come ha fatto :)


13 commenti:

  1. Ciao Nina, grazie mille e ricambio l'augurio per un 2013 fantastico, dove tu possa realizzare ciò che desideri e piantare i semi di ciò che realizzerai :)

    Moz-

    RispondiElimina
  2. :) lo stesso per te. Grazie per lo splendido augurio!

    RispondiElimina
  3. Nina, i tuoi progetti "scrittevoli" mi piacciono tutti!!! sia la trilogia di Coxton che quello del giocatore (é lui lo sfregiato?)
    anche la pausa lettura ci sta, io la farei di sicuro, ma sono molto piu' pigra di te. :)
    incrocio le dita per le risposte da qualche editore (che arrivino il prima possibile e soddisfacenti); primo per te e secondo perché cosi' vuol dire che potro' finalmente leggere questa tua nuova fatica! :P
    e per il resto... tutto il meglio possibile in ogni campo. ;)
    Manu

    RispondiElimina
  4. :) grazie Manu e... buon anno!! comunque no, ne "Il giocatore" nessuno è sfregiato :P
    L'altra idea la lascio frullare in testa finché non esce qualcosa di buono... o di cattivo, visto i miei - appena appena - bastardissimi personaggi :)

    RispondiElimina
  5. @Manu. A proposito di sfregiati. Cosa non è Zsadist...? <3 <3 <3

    RispondiElimina
  6. l'hai letto??? hai fatto in frettissima...!
    mi fa piacere. :)
    eh si', zsadist é allucinante, che tristezza e tenerezza insieme... poi quel libro in generale é bellissimo. é diventato subito uno dei miei libri preferiti. hai letto anche i due prima di quello? l'hai letto in italiano o in inglese?
    Manu

    RispondiElimina
  7. Sì, sì, l'ho letto. Ho letto i primi sei della confraternita durante le vacanze di Natale :)
    Quelli che mi sono piaciuti davvero sono il secondo e (ovviamente) il terzo. Gli altri mi hanno lasciata più sul "meh", quindi mi sono fermata, magari riprenderò la saga più avanti. Intanto, volevo davvero ringraziarti del consiglio. Sono sempre fredda quando si tratta di fantasy "per adulti", ma 'sto giro m'è piaciuto :)
    PS. Ho riletto un sacco di volte il momento in cui Zsadist si prende cura di Bella al momento del "bisogno". E quando lei, all'inizio, torna in camera da lui. Ma ci sono un sacco di momenti struggenti, davvero un gran bel libro.

    RispondiElimina
  8. anche i miei preferiti sono il due e il tre. anche la storia di Mary e Rhage é struggente a causa della malattia di lei, ma anche ironica a tratti.
    a me piacciono praticamente tutti i pezzi di Bella e Zsadist, dal primo incontro nel due, a quelli che hai nominato e ai miei preferiti, per es. quando ritrovano Bella, all'inizio... che brava la Ward a far capire quello che prova Zsadist dal suo comportamento e dalle sue azioni, senza spiegarlo. e che tenerezza. :S
    e anche quello quando Bella sta per andarsene e lui arriva e lei lo provoca per tirargli fuori una confessione che anche lui ci tiene a lei, e lui nega ma poi non riescono a starsi lontani...
    e non parliamo della fine... quanto ho pianto alla prima lettura su quel foglietto stropicciato...!?! :)
    che bello!
    a parlarne mi vien voglia di rileggerlo. :)
    é stato il mio libro preferito 2010!
    (nel 2011 c'era un parimerito tra Lamonade e Seize the fire, ti vorrei ricordare!)
    per il 2012 sono ancora indecisa tra Conor's Way, Something Shady e La Straniera della Gabaldon, che é altro fantasy per adulti che potrebbe piacerti se non l'hai già letto. diciamo che l'autrice non risparmia i suoi personaggi...!
    e come al solito commento abnorme...
    eppure ero stata cosi' brava ultimamente... :S
    Manu

    RispondiElimina
  9. Hai già mandato alle case editrici?
    In bocca al lupo, condito da groppo allo stomaco.
    E' bellissimo e insieme terribilmente ansiogeno, come
    momento. A me comporta emicrania da mail, emicrania
    da spedizione manoscritto e nervoso da attesa!
    Non so se ne sarò più capace!
    Ho scoperto il tuo blog, mi sa che adesso ti seguo.
    Auguri di buon anno
    Skyla (ti ricordi?) :-)

    RispondiElimina
  10. @Skyla. Skyla Skyla Skyla! Certo che mi ricordo, una delle prime a leggere Lemonade e a darmi consigli su come migliorarlo! Se c'è una cosa che davvero rimpiango, nel non avere più il tempo di bazzicare i bravi autori, è il poter incontrare persone come te! A proposito, ti va di aggiornarmi se pubblichi qualcosa (il tuo fantasy, nonostante io sia allergica al fantasy, mi era piaciuto, ricordi?) o anche racconti su bravi autori, su blog, su la qualsiasi? Com'era quello sul nano, nei racconti bolognesi, che a me era piaciuto da matti? Dovresti scriverlo un chick lit, primo o poi, sai.
    A presto allora :) e se hai un blog, segnalamelo, mi farebbe davvero piacere seguirti!

    RispondiElimina
  11. Wow! Sei profetica perché sul chick lit ci sto proprio
    lavorando ^_^! Sono quasi arrivata alla fase emicrania...
    Ieri leggevo una recensione a Lemonade, quella con
    l'estratto della biblioteca, e mi sono detta: chissà cosa
    combina... ed eccomi qua!
    No, niente blog per me, neanche facebook. Credo
    scriverei sessanta post in un giorno e poi mi verrebbe
    l'ansia da prestazione!
    A presto :-))
    Skyla

    RispondiElimina
  12. BELLO!!! Vorrà dire diventerò la tua ammiratrice numero uno... ma senza reminiscenze kinghiane, vè!

    RispondiElimina