martedì 6 novembre 2012

Innamorarsi a Manhattan

"Volevate una storia di amore a New York? Ecco a voi una storia d'amore a New York. Vi avevo detto che non sarebbe stato bello. L'amore è una cosa orribile, alla quale credono solo gli stupidi. Ti calpesterà il cuore e ti lascerà a terra sanguinante. E alla fine che cosa ti resta? Nient'altro che una manciata di magnifici ricordi."

Ti accorgi che l'autunno è arrivato sul serio quando ti ritrovi a spulciare tra i vecchi film su cd, alla sera. "Che ci guardiamo?" chiedi, e dal divano arriva solo un grugnito assonnato. Di uscire non ti passa neanche per la testa, e il freddo troppo leggero per accendere i termosifoni e troppo acuto per sbucare da sotto il plaid rende la vita vagamente in slow motion.

In queste condizioni bradipe chi riesce ad arrivare prima al televisore sceglie cosa guardare. Ieri sera è toccato a me, e ho ripescato questo film, "Innamorarsi a Manhattan". È carino per un sacco di motivi che a raccontarli suonano banali. Ad esempio, la voce narrante del protagonista di 11 anni che sputa disilluse sentenze sull'amore. (Ecco, ve l'ho detto, e cos'è successo? Avete sbadigliato.) Riprovo allora con "sono molto carine le scene di fantasia che entrano nella normalità!", e nonostante il punto esclamativo non sfuggo al vostro sorrisino di condiscendenza.

Foto nel poster originale di "Little Manhattan"

Allora vado sul sicuro e vi dico che parla del primo amore. I vostri cuori corazzati si stanno sciogliendo, lo so, è un riflesso pavloviano. Ma il bello di questo film è che d'accordo, ci racconta che il primo amore è unico e irripetibile e blabla, ma ci fa anche venire il dubbio che non sia poi così diverso dall'ultimo, se si potesse prendere con la stessa semplicità. Oh, e per la domanda che vi gira nella testa, sì, il film lo dice meglio. Perciò se vi capita (e arrivate per prime al videoregistratore), guardatelo.

"La verità è che il mondo è pieno di ragazze. Insomma, lo spero. Ma non ci sarà mai un altro primo amore. Il primo amore sarà sempre lei."



10 commenti:

  1. lo vidi su sky qualche annetto fa... davvero divertente!!! Poi, è il genere di storie che mi piace :)

    Moz-

    RispondiElimina
  2. L'unica cosa romantica nella mia vita è l'omonima torta dell'Algida :)
    Sono un duro ù__ù

    Moz-

    RispondiElimina
  3. "sono un duro"... lo sai che queste parole suonano come sfida per qualunque ragazza? ;)

    RispondiElimina
  4. Ahaha, perché, cosa succede (doppi sensi sulla durezza a parte :P) ??

    Moz-

    RispondiElimina
  5. oh mio dio la foto delle mani é bellissima!!
    non l'ho mai visto... devo assolutamente vederlo...

    l'incipit del post in corsivo mi ha fatto venire in mente un pezzo scritto da Neil Gaiman che ho trascritto da qualche parte a casa... lo cerco e te lo scrivo qui; mi era piaciuto una cifra, un tantinello amaro, ma bellissimo.
    te lo scrivero'.
    Manu

    RispondiElimina
  6. @MikiMoz. No, giuro che non ci avevo pensato, al doppiosenso! Ma ora chi mi crederà? :)
    Volevo dire che provare a trasformare un lupo in agnello è una sfida che prima o poi attira ogni donna... in genere con risultati scarsini anzichenò :)

    @Manu. Sì, e dimmi da quale libro, se puoi! Di Gaiman ho letto solo "Il figlio del cimitero" e "American Gods", la citazione è in uno di questi? Mi è scivolata addosso? ...shame on me!

    RispondiElimina
  7. @Nina: ti credo, ti credo ;)
    Non mi dai l'impressione di una (troppo) maliziosa, quindi ti credo davvero :)
    In ogni caso... io non sono né lupo né agnello... sono romantico a modo mio, diciamo :)

    Moz-

    RispondiElimina
  8. "Ti sei mai innamorato? Terribile è l'amore, vero? Ti rende così fragile. Ti apre il petto e squarcia il tuo cuore di modo che qualcuno possa penetrarti e sconvolgere la tua vita.
    Costruisci tutte le difese, costruisci un'armatura di modo che nulla possa ferirti, poi arriva uno stupido, del tutto simile a uno stupido qualsiasi, che si avventura nella tua stupida vita.
    E tu gli dai parte di te senza che te lo chieda.
    Poi un giorno fa qualcosa di cretino, come un bacio e un sorriso, e la tua vita non è più tua.
    L'amore prende in ostaggio.
    Ti penetra.
    Ti divora e ti lascia urlare nella notte, e una frase semplice del tipo "restiamo amici" ferisce il tuo cuore.
    Fa male.
    Non solo nella tua fantasia.
    Non solo alla mente.
    Fa male all'anima e entra dentro di te e ti lacera dal dolore.
    Odio l'amore."
    - Neil Gaiman


    Ecco, stasera mi sono ricordata... :)
    Non so da che libro, l'avevo trovata citata in un libro non suo, una citazione di una citazione insomma.
    Ti piace? A me era piaciuta un sacco. :)
    Buona serata!
    Manu

    RispondiElimina
  9. Bella, bella davvero! Grazie per averla condivisa... e per averla ritrovata :)

    RispondiElimina