venerdì 13 aprile 2012

Dai, facciamoci fregare


Dicono che il vero amore possa nascere solo in inverno, quando tutto cospira contro di lui. Perché in primavera innamorarsi è troppo facile. Il sole, gli alberi vestiti a festa, gli ormoni che dopo il letargo si risvegliano e si guardano intorno. E così in ufficio troviamo interessante il vicino di scrivania che parla di playstation, o in fila alla banca sbirciamo l'impiegato dallo sguardo vitale come uno scaldabagno.

Niente da fare, la primavera è ingannevole e per questo molte donne, al ritorno dell'inverno, la citano per danni. Perché il vero amore nasce nel freddo, nell'arido, nel grigio di una mattina di novembre, quando non ti passa neanche per l'anticamera del cervello di prenderti una sbandata — ma ecco che ti cade addosso, sbum, e non puoi farci niente, perché è lui, lo sai, e sarà sempre lui, con qualunque clima. 

Però... però l'amore che ci fa vedere più bello il mondo, ecco, quel tipo d'amore lì c'è solo in primavera. E allora lasciamoci fregare, dai. Per una volta ancora.




Nessun commento:

Posta un commento