giovedì 22 marzo 2012

Errori




A tutti capita di sbagliare, e d'accordo.
Ma quello che mi chiedo io, è quante volte si debba pagare per lo stesso errore. Una volta? Due? Dieci? Anche cento mi sta bene. Basta che ci sia un limite, e che io possa conoscerlo ora. Basta che io sappia che arriverà il giorno —  magari non domani, magari non tra un mese, magari non tra un anno — ma che arriverà, il fottuto giorno in cui nessuno mi chiederà di saldare ancora lo stesso, maledetto, conto.

Nessun commento:

Posta un commento